[Recensione] The Crew 2 – Gator Rush

recensione gator rush
Di Marco "Bounty" Di Prospero
29 settembre 2018

Bisognerà capire quale sarà l’effettivo supporto di Ubisoft al gioco in quanto ad oggi, non esiste alcuna modalità multiplayer competitiva, cosa imprescindibile per un MMO, seppur automobilistico“. Queste le ultime righe della nostra recensione su The Crew 2, secondo capitolo della serie automobilistica sviluppata da Ivory Tower. The Crew 2, al momento della sua uscita, era infatti un titolo contenustisticamente povero, eccezion fatta per il vasto parco auto. E’ per questo motivo che oggi siamo qui per recensire Gator Rush, il primo aggiornamento gratuito dell’MMO automobilistico, rilasciato su PS4, Xbox One e PC lo scorso 26 settembre.

NON SOLO HOVERCRAFT

I circa 7 giga di Gator Rush, scarcabili attraverso la patch 1.1.0., sono ampiamente giustificati dal numero di contenuti aggiunti da Ubisoft ed Ivory Tower. Ovviamente la punta di diamante di questo DLC riguarda l’aggiunta dell’hovercraft e dei relativi eventi. In particolare, sono stati aggiunti 4 modelli di hovercraft e 10 eventi dedicati ad esso, ambientati in 3 diversi scenari. Si tratta di gare pensate per essere giocate (giustamente) dopo aver completato gli eventi presenti nella versione base del gioco. Infatti la maggior parte di esse si sbloccheranno una volta aver raggiunto i livelli Icona 1 ed Icona 10. Ciò permetterà ai giocatori più esperti di avere un livello di sfida più alto mentre ai neofiti consigliamo di attendere un po’ prima di cimentarsi sugli eventi hovercraft. Ciò di cui abbiamo appena parlato riguarda però solo la punta dell’iceberg di Gator Rush. Ubisoft ha anche pensato anche ad arricchire gli eventi per i veicoli già presenti in The Crew 2. A tal riguardo, sono stati aggiunti 3 eventi Hypercar, 3 Touring, 3 Jetsprint, 1 Live Xtrem Series e 10 nuove prove da completare per la mappa di gioco. Inoltre, vecchi e nuovi eventi potranno essere rigiocati alla nuova modalità di difficoltà “Asso” grazie alla quale potrete sbloccare le parti bottino leggendarie, anch’esse aggiunte con Gator Rush. Ciò aumenta notevolmente la rigiocabilità del titolo e incentiva i giocatori ad aumentare le prestazioni dei propri veicoli per poter gareggiare con piloti ancora più veloci.

Gator Rush, oltre ai 4 modelli di hovercraft, aggiunge anche il buggy Ariel Nomad. Veicolo che, insieme all’Hovercraft XK Armorend saranno disponibili dal 3 ottobre per i giocatori che non hanno acquistato il Season Pass. Sono stati apportati inoltre diversi fix grafici e tecnici ma, nonostante ciò, a livello tecnico il titolo continua ad essere poco ottimizzato.

recensione gator rush

TRA STERRATO ED ACQUA

Nonostante lo stile di guida arcade che caratterizza The Crew 2, la manovrabilità degli hovercraft ci è sembrata la più complicata e, allo stesso tempo, la più divertente dei veicoli (acquatici e non). Pad alla mano infatti, ci siamo ritrovati a correre gare in hovercraft composte da sezioni acquatiche e da sezioni sullo sterrato in cui dover dosare in modo molto accurato l’acceleratore. Se per quanto riguarda il resto dei veicoli lo stile di guida ci impone di tener premuto costantemente l’acceleratore, con l’hovercraft questa tecnica risulterà fallimentare. Questo perchè l’hovercraft in curva tenderà a driftare verso l’esterno sia sull’acqua che sullo sterrato. Pertanto, entrare in curva ad una velocità folle non vi permetterà di frenare in tempo, rischiando di finire fuori pista. Ciò anche a causa del tempo di frenata che, nel caso dell’hovercraft, è molto più alto rispetto agli altri veicoli. Tra l’altro a cambiare è anche l’utilizzo del nitrossido di azoto (Nos). Mentre con gli altri veicoli è consigliabile utilizzarlo nei rettilinei per raggiungere la velocità massima, nel caso dell’hovercraft dovremo utilizzarlo principalmente all’uscita delle curve. Questo perchè il Nos vi permetterà di evitare l’effetto drift di cui parlavamo poco sopra, aumentando la stabilità del mezzo e permettendovi di mantenere una traiettoria stretta.

Tra l’altro, anche a difficoltà normale, l’intelligenza artificiale è molto più combattiva e veloce. La maggior parte delle gare si giocheranno non tanto sulla velocità ma sulla capacità di tenere una buona traiettoria. Se punterete tutto sulla velocità, difficilmente raggiungerete il traguardo al primo posto.

recensione gator rush

PUNTI DI FORZA

  • 5 nuovi veicoli;
  • Nuovo livello di difficoltà;
  • Tante nuove attività;
  • Gratuito;
  • Bottini leggendari

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Modalità PvP ancora assente;
  • Tecnicamente ancora deboluccio.

Gator Rush è un DLC decisamente valido considerando la quantità di contenuti presenti. Oltre all’aggiunta dell’hovercraft e delle relative gare infatti, Ubisoft e Ivory Tower hanno aumentato la rigiocoabilità e la longevità del titolo grazie all’inserimento di nuove attività e di un nuovo livello di difficoltà. Specialmente quest’ultimo permetterà ai giocatori più esperti di avere un nuovo livello di sfida mettendosi alla prova con un’intelligenza artificiale ancor più agguerrita.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.