Disney+ | Cosa sappiamo del nuovo servizio streaming di casa Disney

Di Andrea "Geo" Peroni
12 Novembre 2018

Dopo il mancato affare in porto con Netflix, che secondo gli analisti e le speculazioni nel mondo dell’intrattenimento sarebbe stato vicino ad essere aquistato dal colosso di Burbank, era solo questione di tempo prima che Disney decidesse di espandersi anche nel mondo dei servizi on demand. Un passo già affrontato da Warner Bros. con DC Universe, e che presto diventerà realtà anche per la Casa di Topolino, pronta ad avviare la sua piattaforma Disney+ nel 2019. Ma cosa sappiamo oggi di Disney+, a diversi mesi dall’annuncio ufficiale? Facciamo un po’ di chiarezza sulle cose chiare e quelle ancora irrisolte che ci aspettiamo di scoprire nei prossimi mesi.

COSA CONTERRÀ DISNEY+

Disney+, come apprendiamo dalle prime informazioni sul suo sito ufficiale, baserà il suo catalogo su una serie di mirati prodotti di casa Disney, oltre che delle più recenti proprietà intellettuali. I marchi che finiranno all’interno del catalogo del servizio on demand della Casa di Topolino comprenderanno, oltre ai prodotti originali Disney, anche le produzioni Marvel (ovviamente Marvel Studios e Marvel Television, in attesa di scoprire come andrà l’acquisizione Fox e il destino dei diritti di X-Men e Fantastici Quattro), il franchise di Star Wars, l’universo Pixar e anche il canale e le produzioni National Geographic. Quest’ultimo, per il momento, resta ancora un interrogativo, poiché il network non è propriamente ancora parte di Disney. Il colosso di Burbank è impegnato nell’acquisizione di numerosi asset di 20th Century Fox da più di un anno, e sta attendendo il via libera da parte della commissione antitrust cinese per dare il colpo finale e acquistare le proprietà (USA ed Europa hanno già dato il loro consenso). Tra queste proprietà figura anche proprio National Geographic, che sarebbe appunto incluso nell’offerta di Disney+.

Per quanto riguarda gli altri marchi, è abbastanza plausibile pensare che Disney creerà un catalogo pressocché sconfinato di prodotti per i suoi vari marchi. La sezione Marvel potrebbe comprendere tutti i film del Marvel Cinematic Universe (ad oggi più di 20), oltre ad alcune serie TV di come Agents of SHIELD ed Agent Carter (entrambe prodotte da ABC, network di proprietà Disney) che non fanno parte di network esterni (come le produzioni Netflix o Marvel’s Runaways di Hulu, ma anche in questo caso si attende la conclusione della trattativa con Fox dato che parte di Hulu è in mano ai Murdoch e dunque sarebbe pronta a finire nelle grinfie della compagnia di Bob Iger) e, forse, alle anteprime esclusive di film da pochissimo nelle sale cinematografiche. L’universo di Star Wars potrebbe invadere Disney+ con tutta la sua filmografia e le varie serie animate ancora canoniche, in attesa di sapere come il franchise verrà gestito da Lucasfilm. Per quanto riguarda Pixar e Disney stessa, il catalogo, lo sappiamo, è davvero ricchissimo. Tra Classici Disney, film live action, serie animate, film direct-to-video e così via, le possibilità sono tantissime, e l’offerta potrebbe essere davvero esorbitante.

I PRODOTTI ORIGINALI DISNEY+

Oltre ai prodotti Disney, Marvel, Lucasfilm e Pixar, Disney+ vanterà alcuni contenuti completamente originali che sono già in fase di produzione. Parliamo di alcune serie TV ad alto budget annunciate negli ultimi mesi, che dovrebbero essere anche i punti di forza per la pubblicità legata al servizio on demand. Ecco i prodotti originali ed esclusivi confermati:

  • Star Wars: The Mandalorian (titolo provvisorio) – La serie TV scritta e diretta da Jon Favreau, ambientata tra gli episodi VI e VII, sarà incentrata sulla vita di un (presunto) cacciatore di taglie dopo i già conosciuti Jango e Boba Fett, coi quali il protagonista sembra avere un possibile legame. La serie avrà 10 episodi, e vanterà un budget di ben 100 milioni di dollari, per quella che si prepara ad essere il primo prodotto TV dell’universo di Star Wars dopo l’acquisizione della Disney.
  • Star Wars: Cassian Andor (titolo provvisorio) – Serie TV annunciata pochi giorni fa a sorpresa, che riporterà in scena il giovane Ribelle interpretato da Diego Luna in Rogue One: A Star Wars Story. Al momento non sappiamo sostanzialmente nulla della serie, se non che, naturalmente, sarà ambientata prima dei fatti di Rogue One.
  • Marvel: Loki (titolo provvisorio) – Il Marvel Cinematic Universe vanta già moltissime serie TV legate, seppur limitatamente, alla sua narrativa (Agents of SHIELD, Agent Carter, Runaways, Cloak & Dagger, Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist, Defenders), ma le nuove serie per Disney+ saranno prodotti ad altissimo budget e che vedranno come protagonisti gli stessi personaggi e attori che abbiamo visto sul grande schermo. Pochi giorni fa è arrivata l’ennesima conferma sulla serie TV dedicata a Loki, il Dio dell’Inganno della mitologia norrena interpretato da Tom Hiddlestone in ben cinque film del MCU. Difficile dire, al momento, l’ambientazione spaziale e temporale della serie, così come ipotizzare l’inserimento di altri attori legati al personaggio (Chris Hemsworth riprenderà i panni di Thor?).
  • Marvel: Scarlet Witch (titolo provvisorio) – Altra serie già annuniata per Disney+, la protagonista di questa storia sarà la Wanda Maximoff interpretata da Elizabeth Olsen in Avengers: Age of Ultron, Captain America: Civil War e Avengers: Infinity War. Secondo le ultime indiscrezioni, anche Visione (Paul Bettany) potrebbe essere tra i protagonisti della serie.
  • Marvel: Falcon e Soldato d’Inverno (titolo provvisorio) – Il duo Sam Wilson/Bucky Barnes, già apprezzato in Captain America: Civil War, sarà protagonista di una nuova serie TV per Disney+, con Anthony Mackie e Sebastian Stan che riprenderanno i loro ruoli. Nessun’altra informazione in questo momento.
  • Pixar: Monsters & Co. (titolo provvisorio) – Anche uno dei più apprezzati prodotti di casa Pixar, Monsters & Co., avrà una serie TV originale per Disney+. Impossibile dire, al momento, se la serie sarà ambientata prima o dopo i fatti del primo film.

DATA DI LANCIO DI DISNEY PLUS

Non limitandosi ai contenuti già disponibili, come vi abbiamo già raccontato, Disney+ si avvarrà appunto di inedite produzioni dai mondi Marvel, Star Wars e Pixar, e non è escluso che nei prossimi mesi vengano annunciati nuovi progetti. La Casa di Topolino, quindi, attenderà fino a quando un buon numero di questi prodotti inediti sarà pronto per essere fruito da subito da tutti gli spettatori: solo allora Disney+ finirà ufficialmente sul mercato. La data di uscita è però ancora una chimera. Bob Iger, CEO di Disney, ha affermato che il servizio on demand arriverà entro il 2019 negli Stati Uniti, senza fare riferimento ad altri mercati (difficile pensare però che Disney+ non veda la luce in Italia ed Europa in generale) e a periodi precisi. È probabile che già all’inizio del 2019, forse quando la questione 20th Century Fox dovrebbe giungere alla conclusione, il colosso di Burbank si sbottonerà e rivelerà la tanto attesa data di lancio del servizio. Per il momento, però, nessuna notizia.

QUANTO COSTERÀ L’ABBONAMENTO A DISNEY+?

È la domanda che tutti si fanno, ma anche quella sulla quale Disney non si è mai sbottonata. Disney Plus potrebbe proporre un’offerta su diversi pacchetti, come fa ad esempio Netflix, ma la Casa di Topolino non si è mai pronunciata sui costi degli abbonamenti a Disney Plus. Dobbiamo, dunque, attendere le prime informazioni ufficiali.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento