Doctor Strange 2, il co-creatore di America Chavez contro Marvel: “È un insulto”

Di Andrea "Geo" Peroni
9 Aprile 2022

Joe Casey, co-creatore del personaggio di America Chavez, non le manda a dire alla Marvel, e fa inoltre tornare d’attualità una polemica che già in passato ha fatto ampiamente discutere.

Manca meno di un mese all’uscita di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il nuovo film dei Marvel Studios che mostrerà le conseguenze degli avvenimenti di Spider-Man: No Way Home sulla vita di Strange e soprattutto sul multiverso, particolarmente in fermento.

In attesa del secondo trailer, che potrebbe arrivare la prossima settimana, pochi giorni fa abbiamo avuto un nuovo spot TV con scene inedite (e la comparsa di due personaggi della serie WandaVision).

Nel film con Benedict Cumberbatch, Benedict Wong, Chiwetel Ejiofor e Rachel McAdams, farà inoltre il suo debutto la giovane Xochitl Gomez, attrice scritturata dai Marvel Studios per interpretare America Chavez. Il personaggio è stato creato da Joe Casey e Nick Dragotta, ed è apparso per la prima volta nel 2011 nella serie a fumetti Vengeance diventando poi uno dei volti dei Giovani Vendicatori.

È proprio Casey, in un’intervista all’Hollywood Reporter, a dichiarare di essere sì soddisfatto del debutto sul grande schermo di America Chavez, ma che questo evento è particolarmente agrodolce. Lo scrittore afferma infatti di essersi sentito insultato dalla Marvel, e il perché è presto detto.

Casey ha dichiarato di essere orgoglioso del suo lavoro su America Chavez e di ciò che rappresenta. Eppure, come molti scrittori di fumetti prima di lui, Casey prova una sfumatura di rammarico per aver visto la sua creazione arrivare sul grande schermo senza che ne sia stato significativamente compensato. Casey riporta infatti di non aver ricevuto alcun pagamento per lo sfruttamento del personaggio al di fuori della sezione fumettistica, e di aver rispedito al mittente quella che lui definisce “una misera offerta” come compenso per l’apparizione di America Chavez in Doctor Strange nel Multiverso della Follia.

“La Marvel non mi ha pagato nulla per America Chavez, non solo per essere apparsa nel sequel di Doctor Strange, ma ache in numerosi episodi TV animati, per le numerose action figure che hanno realizzato su di lei, per i videogiochi in cui è apparsa”, afferma Casey. “Sembra che stiano bene così.”

La questione è molto delicata, e negli ultimi anni si è parlato spesso del coinvolgimento dei creatori dei personaggi nelle grandi produzioni. Jack Kirby, ad esempio, parlò dei maltrattamenti finanziari da parte della Marvel nonostante avesse creato gran parte dell’universo immaginario insieme a Stan Lee. Jim Starlin, creatore di Thanos, riuscì a ottenere un compenso più alto dopo le polemiche emerse al seguito di Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. Anche la DC, inoltre, ha avuto a che fare con questioni simili, come nel caso di Jerry Siegel e Joe Shuster, creatori di Superman, che nel 1938 vendettero il personaggio per 130 dollari.

Casey ha poi continuato affermando di aver rispedito al mittente la prima offerta, ricevuta quando i Marvel Studios hanno deciso di inserire America Chavez nel sequel di Doctor Strange. Dopo quel momento, non ha più avuto notizie dai vertici degli studios.

Una cosa è comunque certa: il personaggio di America Chavez tornerà certamente anche in futuro nel MCU, anche se per il momento non ci è dato sapere quando. L’esordio del personaggio doveva inizialmente avvenire in Spider-Man: No Way Home, rendendola responsabile dell’arrivo degli Spider-Man di Maguire e Garfield nell’universo principale del MCU. Con lo slittamento di Doctor Strange 2 al 2022, però, la produzione decise di cambiare le carte in tavola.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia arriverà nei cinema italiani il 4 maggio 2022. Il cast finora confermato comprende Benedict Cumberbatch, Elizabeth Olsen, Benedict Wong, Rachel McAdams, Patrick Stewart. Chiwetel Ejiofor tornerà nei panni del Barone Mordo, mentre Xochitl Gomez esordirà nel ruolo di America Chavez nel Marvel Cinematic Universe.

Fonte



Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento