Hereafter

Di Andrea White Mezzelani
2 Gennaio 2011

Clint Eastwood mette in scena il surreale…
“Non si può guardare al di là delle cose senza restare profondamente segnati….”

USCITA CINEMA: 05/01/2011

GENERE: Drammatico, thriller

REGIA: Clint Eastwood
SCENEGGIATURA: Peter Morgan
CAST: Matt Damon, Cécile de France, Bryce Dallas Howard, Jay Mohr, Mylène Jampanoï, Thierry Neuvic, Richard Kind, Jenifer Lewis, Steve Schirripa, Lyndsey Marshal, Marthe Keller, Niamh Cusack, Nikki Harrup, Fileena Bahris, Charlie Holliday, Kelli Shane, John Nielsen, Annette Georgiou, Jack Bence, Frankie McLaren

TRAMA: Il nuovo film di Eastwood ha 3 protagonisti: George (Matt Damon) è un operaio americano che ha un particolare rapporto con l’aldilà, Marie (Cécile de France) una giornalista francese che è sopravvissuta alla morte e allo tsunami  e Marcus (George McLaren e Frankie McLaren) uno studente che ha dovuto combattere con un passato difficile (la madre tossicodipendente  e il fratello investito da un tragico destino). Le loro storie si scontreranno, le loro certezze su ciò che è nell’oltremondo cambieranno profondamente e questo influirà notevolmente sulle loro vite. Non si può guardare al di là delle cose senza restare profondamente segnati…

Un film profondo..adatto ad un pubblico prevalentemente adulto.

In questo film Clint Eastwood ha abbandonato il modello americano dell’eroe solitario per una maggiore dialettica fra i personaggi con inevitabili scontri.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.