Incastrati, la prima serie di Ficarra e Picone sbarca su Netflix | Recensione

Di Andrea "Geo" Peroni
1 Gennaio 2022

Netflix ci dà il benvenuto in questo 2022 con un gradito ritorno sulle scene, quello del duo comico di Ficarra e Picone che, allontanandosi dalla sala cinematografica anche e soprattutto per la delicata situazione sanitaria, hanno deciso di reinventarsi e rendersi protagonisti di una serie TV.

La prima (?) stagione di Incastrati mette inaspettatamente in scena una serie crime pregna però ovviamente della comicità dei due attori, le cui personalità ricalcano abbastanza quello che ci aspettiamo da loro. Ficarra è esuberante, chiacchierone, anche particolarmente emotivo – ma chi non lo sarebbe, nella situazione in cui i due si ritrovano. Picone è invece timido e introverso, e questo gli crea anche parecchi grattacapi con la sua vecchia fiamma Agata, che oggi ha una posizione di rilievo nella Polizia.

Ma qual è questa situazione, e perché c’entra anche la Polizia? Ficarra e Picone si ritrovano loro malgrado nella casa di un uomo misteriosamente assassinato, il che darà il via a una serie di equivoci e situazioni che li faranno sentire ancora di più, proprio come dice il titolo, incastrati. Inizialmente sembrava quasi che Incastrati volesse fare il filo a una delle migliori serie TV del 2021, Only Murders in the Building con Steve Martin, Selena Gomez e Martin Short, ma in realtà lo show dei due comici è un denso concentrato di tensione e comicità che rende grazia alla Sicilia e a tutti i suoi elementi, siano essi belli o brutti.

Nonostante il passaggio da film, a cui Ficarra e Picone erano certamente più abituati, a serie TV, la visione scorre liscia senza perdersi in chiacchiere o divergere dalla storia che si vuole raccontare, tenuta sempre in alto anche grazie alle loro intuizioni. Incastrati non vi farà certo cambiare idea sui due comici, se non li avete mai particolarmente apprezzati, in quanto la serie Netflix rappresenta esattamente la loro natura trasposta però per il piccolo schermo. In fin dei conti comunque la formula crime comedy è stata certamente una bella trovata, anche grazie alle sorprese e ai colpi di scena che si susseguono.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento