La creatrice di Friends si dice imbarazzata per la rappresentazione della diversità nella sitcom

Di Andrea "Geo" Peroni
6 Luglio 2022

Marta Kauffman, creatrice di Friends, si è detta imbarazzata per come la più popolare sitcom degli anni ’90 ha messo in scena la diversità culturale.

Parlando al Los Angeles Times, Kauffman ha spiegato che originariamente era “difficile e frustrante” che lo show fosse criticato per la sua mancanza di personaggi diversi, ma lei stessa ne ha assunto maggiore consapevolezza dopo l’omicidio di George Floyd nel 2020 che ha dato origine al movimento Black Lives Matter.

“È stato dopo quello che è successo a George Floyd che ho iniziato a lottare contro il fatto di aver accettato il razzismo sistemico in modi di cui non ero mai a conoscenza”, ha detto Kauffman. “Quello è stato davvero il momento in cui ho iniziato a esaminare i modi in cui avevo partecipato. Allora ho capito che dovevo correggere la rotta”.

Kauffman ha annunciato di aver donato 4 milioni di dollari alla Brandeis University, per la creazione di un Dipartimento di Studi Africani e Afroamericani.

Secondo il LA Times, questo programma “sosterrà un illustre studioso con una concentrazione nello studio dei popoli e delle culture dell’Africa e della diaspora africana. Il regalo aiuterà anche il dipartimento a reclutare studiosi e insegnanti più esperti, mappare le priorità accademiche e di ricerca a lungo termine e fornire nuove opportunità agli studenti di impegnarsi in borse di studio interdisciplinari.”

“Ho imparato molto negli ultimi 20 anni”, ha detto Kauffman. “Ammettere e accettare la colpa non è facile. È doloroso guardarsi allo specchio. Sono imbarazzata di non averlo saputo 25 anni fa.

La creatrice della sitcom ha parlato anche di una questione effettivamente affrontata nel corso di Friends, quella cioè relativa alla comunità transessuale. Il padre di Chandler (Matthew Perry) è infatti l’unico personaggio transgender dell’intera serie, ma ciò non basta a Kauffman per espiare le sue colpe.

In un’intervista con The Conversation a BBC World Service che andrà in onda l’11 luglio, Kauffman ha definito un errore riferirsi alla madre transgender di Chandler Bing come suo padre.

“I pronomi non erano ancora qualcosa che ho capito”, ha detto Kauffman alla BBC. “Quindi non ci siamo riferiti a quel personaggio come ‘lei’. È stato un errore.'”

Il personaggio, che aveva il nome d’arte di Helena Handbasket, è stato interpretato da Kathleen Turner. L’attrice aveva raccontato nel 2019 che non avrebbe accettato il ruolo se le fosse stato offerto di nuovo, “perché ci sarebbero persone reali in grado di farlo”.

Fonte




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento