[Rumor] Cal Kestis di Star Wars: Jedi Fallen Order comparirà in The Mandalorian

Di Andrea "Geo" Peroni
7 Giugno 2020

L’intreccio tra videogiochi e live action della serie di Star Wars potrebbe approfondirsi ancora di più.

Il successo della prima stagione della serie TV The Mandalorian, disponibile in esclusiva su Disney+, ha generato un grande interesse da parte di Lucasfilm, che ora ritiene la storia ideata da Jon Favreau come uno dei punti cardine del prossimo futuro di Star Wars.

La seconda stagione, che, come lo stesso Favreau ha confermato pochi giorni fa, sarà lanciata in autunno sempre su Disney+, porterà infatti nella storia del pistolero mandaloriano interpretato da Pedro Pascal alcuni volti molto noti del franchise cinematografico e animato. Mentre da alcuni mesi sapevamo già del coinvolgimento di Rosario Dawson nei panni dell’iconica guerriera Ahsoka Tano, protagonista di Star Wars: The Clone Wars, all’inizio di maggio è stato ufficializzato anche il coinvolgimento nella seconda stagione di The Mandalorian di Temuera Morrison, che interpreterà Boba Fett oltre a, probabilmente, anche il capitano Rex, altro noto personaggio per gli amanti della serie animata ambientata tra gli episodi II e III.

La pre-produzione della terza stagione, prevista per il 2021, è però già iniziata, e i piani di Favreau potrebbero andare oltre l’utilizzo di volti noti dei film e delle serie animate per il futuro di The Mandalorian, per rendere sempre più intrecciato l’universo narrativo di Star Wars.

WGTC ha infatti riportato una interessante indiscrezione nelle ultime ore. La stessa fonte che aveva anticipato l’ingresso di Rosario Dawson nel cast della seconda stagione e alcune rivelazioni sul destino di Rey in Episodio IX: L’ascesa di Skywalker, sostiene che Favreau e Dave Filoni avrebbero già identificato un interessante personaggio da aggiungere al cast della terza stagione di The Mandalorian, che i videogiocatori conoscono molto bene.

Il diretto interessato sarebbe infatti Cal Kestis, il giovane Jedi protagonista di Star Wars Jedi: Fallen Order interpretato da Cameron Monaghan (Gotham). Sviluppato da Respawn Entertainment e pubblicato alla fine del 2019, il gioco si è rivelato essere un grosso successo commercial per Electronic Arts, e ciò non deve aver dispiaciuto neppure Disney che dopo il flop di Star Wars: Battlefront II aveva bisogno di rilanciare il nome del brand anche in campo videoludico.

Ambientato tra gli eventi di La vendetta dei Sith e Una nuova speranza, Star Wars Jedi: Fallen Order racconta la storia del giovane Cal Kestis, un ex padawan Jedi tra i pochi sopravvissuti dell’Ordine 66 di Palpatine e che fa di tutto per tenere nascoste le sue capacità alla galassia e all’Impero. Tutto cambia quando gli Inquisitori scoprono il suo legame con l’ordine Jedi, e a quel punto Cal si ritroverà a dover portare a termine una missione che potrebbe essere di vitale importanza per il futuro della galassia.

Il gioco è ambientato esattamente 5 anni dopo i fatti di Episodio III, e 14 prima di quelli di Episodio IV. Poiché The Mandalorian si svolge 9 anni dopo gli eventi di Episodio IV, possiamo affermare che se davvero Cal Kestis apparirà nella terza stagione della serie live action, saranno trascorsi circa 25 anni tra la sua prima apparizione in Star Wars Jedi: Fallen Order e la storia del mandaloriano.

Per il momento non è arrivata ancora nessuna conferma ufficiale, ma non sarebbe certo la prima volta che Lucasfilm lega in modo così diretto videogiochi e altri prodotti del franchise. La campagna single player di Battlefront II, ad esempio, racconta alcuni curiosi aneddoti sulla missione di Luke Skywalker e l’ordine Sith che si legano poi con gli eventi della Trilogia Sequel.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento