Warner Bros: tutti i suoi film del 2021 usciranno al cinema e su HBO Max

Di Andrea "Geo" Peroni
3 Dicembre 2020

Una decisione decisamente epocale da parte di Warner Bros., che ha da poco annunciato i suoi piani per il 2021 cinematografico. Che, come potrete aver già intuito, genereranno numerose discussioni.

Seguendo la ancora incerta situazione legata alla pandemia globale da Coronavirus, e le decisioni di altre major come Universal e Disney che negli ultimi mesi hanno optato per le release digitali di film come Trolls, Artemis Fowl, Mulan e Soulquest’ultimo arriverà a Natale su Disney+ – anche Warner Bros. si gioca la carta HBO Max, la sua piattaforma streaming che sarà a dir poco fondamentale per il prossimo anno.

La major ha infatti annunciato che nel 2021 tutti i suoi film, da Matrix 4 a Dune, da Godzilla Vs. Kong a Space Jam: A New Legacy, saranno lanciati in contemporanea sia al cinema che appunto su HBO Max per tutti gli abbonati.

Un annuncio che segue quello legato a Wonder Woman 84, il secondo capitolo della serie di avventure dedicate alla supereroina DC interpretata da Gal Gadot, che in questo mese sarà lanciato sia nei cinema, in quei paesi in cui le sale sono ancora accessibili, sia sulla piattaforma HBO Max.

I film, appena disponibili sulla piattaforma, saranno visibili per un mese su HBO Max, dopodiché saranno rimossi e riproposti evidentemente per il mercato home video.

L’idea è ovviamente quella di massimizzare l’utilizzo di HBO Max ma anche dei profitti, e i grandi blockbuster di Warner Bros. possono dare una spinta decisiva. Basti pensare che Netflix, alcune settimane fa, ha avviato alcune negoziazioni proprio con WB per acquistare i diritti di trasmissione di Godzilla Vs. Kong per una cifra vicina ai 400 milioni di dollari. Proposta negata dal colosso americano, che evidentemente stava già pensando alla sua piattaforma streaming.

La lista dei film Warner Bros. che seguiranno questa strada nel 2021 comprende The Little Things, Judas and the Black Messiah, Tom & Jerry, Godzilla vs. Kong, Mortal Kombat, Who Wish Me Dead, The Conjuring: The Devil Made Me Do It, In The Heights, Space Jam: A New Legacy, The Suicide Squad, Reminiscence,  Malignant, Dune, The Many Saints of Newark, King Richard, Cry Macho e Matrix 4.

La presidente e CEO di WarnerMedia, Ann Sarnoff, ha dichiarato:

Viviamo in tempi senza precedenti che richiedono soluzioni creative, inclusa questa nuova iniziativa per il gruppo Warner Bros. Pictures. Nessuno vuole che i film tornino sul grande schermo più di noi. Sappiamo che i nuovi contenuti sono la linfa vitale dei cinema, ma dobbiamo anche pensare che la maggior parte di essi negli Stati Uniti opererà probabilmente a capacità ridotta per tutto il 2021.

Il piano di Warner Bros., per il momento, è limitato al 2021, ma non è da escludere che un eventuale successo di tale strategia potrebbe cambiare per sempre il modo di distribuire non solo della major ma dell’intera industria cinematografica – pensiamo a No Time to Die, l’ultimo film di 007 con Daniel Craig per il quale Apple è disposta a fare follie per trasmetterlo su Apple TV+.

E per quanto riguarda l’Italia? La questione è ancora aperta, dato che HBO Max non è disponibile sul nostro territorio e non lo sarà probabilmente ancora per molto tempo, ma questo perché Warner Bros. e HBO hanno accordi di distribuzione con l’emittente Sky. È possibile quindi che i film del 2021 del gruppo finiranno proprio su Sky, ma per ora non ne abbiamo la certezza.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento