Battlefield 2042 – DICE spiega i principali cambiamenti dalla Beta

Di Andrea "Geo" Peroni
24 Ottobre 2021

A meno di un mese dal lancio di Battlefield 2042, DICE ha discusso di tutti i principali cambiamenti apportati al nuovo capitolo della serie sparatutto dopo la Beta che si è svolta nelle scorse settimane.

Si è trattato, come abbiamo avuto modo di spiegarvi, di una fase Beta ampiamente discussa a causa di una buona dose di inconvenienti tecnici, ma DICE ed Electronic Arts hanno ribadito in più occasioni che quella che abbiamo potuto provare è una build abbastanza vecchia e sulla quale gli sviluppatori hanno già lavorato.

Se è quindi ancora troppo presto per parlare del gioco definitivo, che arriverà sui nostri schermi tra poche settimane, DICE ha deciso di discutere con la community di quelli che sono stati i principali cambiamenti apportati dalla Beta dopo aver ricevuto i feedback degli utenti che hanno partecipato al periodo di prova.

Battlefield 2042 – Le modifiche dalla Beta

Non è ovviamente insolito che i videogiochi subiscano modifiche dopo le versioni Beta, e anche per Battlefield 2042 sarà così. Lo sparatutto, al momento dell’uscita, avrà già integrate alcune particolari modifiche, che trovate elencate qui sotto:

  • Aumentato il numero di carri armati su Orbital, che passa da 4 a 8 su PC, Xbox Series X|S e PlayStation 5
  • Apportate modifiche al movimento, aggiungendo input di mitragliamento allo scorrimento, aggiungendo la possibilità di saltare su oggetti in movimento e attenuando lo spamming di salto
  • Aggiunto un indicatore di granate nelle vicinanze
  • Le animazioni di entrata e uscita sono ora più brevi, alcune sono state completamente rimosse
  • Sono stati corretti gli ascensori e in particolare i problemi con le porte

Nuovamente, poi, DICE ha ribadito che la build della Beta di Battlefield 2042 non era la più recente. Gli sviluppatori hanno affermato che dietro questa scelta c’era il lungo processo di sviluppo nel quale il team era ancora coinvolto, che non ha permesso la creazione di una Beta più aggiornata.

“Lavoriamo duramente per ottimizzarlo, eliminare i bug critici e guidare per la massima compatibilità e prestazioni su hardware noto”, ha continuato DICE. “Eliminando altri contenuti e sistemi, rimuoviamo potenziali conflitti che mantengono le cose nel miglior modo possibile”.

DICE ha continuato spiegando come lo studio abbia fatto grandi passi avanti nel matchmaking per Battlefield 2042, con aggiornamenti per impedire ai giocatori di essere inseriti nelle lobby della maggioranza dei Bot e di essere collocati su server al di fuori della loro regione.

Nel gioco finale sarà inoltre presente la possibilità di vedere l’intera mappa, cosa che era assente nella fase Beta, proprio come il sistema di comunicazione che consente ai giocatori di comunicare rapidamente con i propri compagni di squadra. Sarà implementato anche un sistema di ping, e la bussola in game sarà aggiornata per fornire migliori e più precise indicazioni alla squadra.

DICE ha anche spiegato come i giocatori all’inizio avranno accesso a loadout completamente personalizzabili e che consentiranno ai giocatori di scegliere tra un gruppo di vari gadget prima di accedere all’uso degli Specialisti.

“Per le prime 4-6 ore del gioco completo, aspettati di lavorare con una gamma ridotta di gadget per il tuo slot gadget aperto, e con l’aumento di livello ne verranno introdotti lentamente. Quell’esperienza tradizionale di un gioco Battlefield, in cui le classi ricoprono ruoli tradizionali, è un’esperienza che attraverserete nei primi dieci livelli. I tuoi specialisti avranno la possibilità di scegliere tra una cassa medica, una cassa di munizioni, il lanciatore M5 senza rinculo e il nostro strumento di riparazione come gadget di partenza e consentiranno l’esperienza di gioco in modi che consentono ai giocatori di sentire il vantaggio di giocare in ruoli più di supporto”, ha dichiarato DICE.

Offerta
Battlefield 2042 - Playstation 5
  • Prenota subito per ottenere i bonus pre order
  • 128 giocatori in contemporanea

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento