Black Ops 2 Zombies glitch: è possibile giocare in 8 a TranZit

Di Federico "Blue" Marchetti
3 Dicembre 2012

Come in ogni Call of Duty che si rispetti, anche in Black Ops 2 sono stati scovati numerosi bug e glitch all’interno del gioco da parte dei giocatori piu’ appassionati. Alcuni sono stati già patchati, altri sono in corso di correzione da parte dei programmatori mentre altri probabilmente non verranno mai sistemati. Tra tutti quelli ad oggi presenti e funzionanti ve ne presentiamo uno interessante che vi consentirà di giocare alla modalità Zombie TranZit con un numero di players superiore al consentito, fino ad un massimo di 8. Il trucco è abbastanza semplice da eseguire ed è stato scoperto da due settimane circa. Vediamo insieme come fare per giocare a TranZit in 8 giocatori.

1. Avviamo Black Ops 2 ed entriamo nella schermata Zombie multiplayer. Cambiamo le impostazioni privacy lasciando la stanza aperta agli amici ed impostando il numero massimo di persone ad 1.

2. Creiamo una partita personalizzata in TranZit e colleghiamo un secondo controller (va bene sia in locale che caricando un account online).

3.A questo punto dobbiamo far laggare la connessione (utlizzando un Lag Switch o programmi come Net Tools) ed abbandoniamo la Lobby: se abbiamo fatto tutto correttamente apparirà un messaggio d’errore che ci indicherà che la sessione è piena o l’operazione è fallita. Ora selezioniamo una partita personalizzata e lo schermo dovrebbe bloccarsi o diventare nero.

4. Ora disattiviamo il Lag switch ed aspettiamo che torni il messaggio d’errore a video. Procediamo e non ci resta altro che iniziare normalmente la partita (massimo in 4 giocatori) e dire ai nostri amici di partecipare alla sessione per poter giocare a Tranzit fino ad un massimo di 8 players.

Enjoy.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".