EA vuole un “universo condiviso” di Battlefield, nuove esperienze in arrivo

Di Andrea "Geo" Peroni
2 Dicembre 2021

La partenza al rallentatore di Battlefield 2042 non smonta i sogni di Electronic Arts, che ha svelato poche ore fa di avere in programma una massiccia espansione del franchise con nuove esperienze – qualcuno ha detto Battle Royale? Non ancora, ma la direzione sembra essere anche quella.

Come parte di un importante annuncio diramato oggi da EA, il gigante americano ha segnalato l’intenzione di creare un universo di Battlefield connesso, sulla falsariga di altri grandi franchise attualmente in circolazione come Call of Duty e League of Legends.

Battlefield 2042 lanciato di recente non sta andando per ora molto bene, ma l’editore prevede di espandere il franchise in grande stile. Un’operazione per la quale viene naturale fare un parallelo con la grande rivale Activision, che negli ultimi anni ha integrato sempre di più le versioni annuali di COD con le esperienze free to play di Warzone (tra pochi giorni si rinnoverà con una nuova mappa) e COD Mobile.

Parlando con GameSpot, Vince Zampella, il co-fondatore di Respawn che ora sta supervisionando anche il franchise di Battlefield, ha infatti spiegato che l’intento qui non è sostituire l’ultimo Battlefield 2042 con un nuovo gioco, ma creare un universo di Battlefield connesso e condiviso.

“Questa è una strategia che si può sviluppare in molti modi”, ha detto. “Continueremo a evolvere e far crescere Battlefield 2042, ed esploreremo nuovi tipi di esperienze e modelli di business lungo la strada che possiamo aggiungere a quelle basi per fornire una fantastica gamma di esperienze per i nostri giocatori. In questo universo, il mondo è interconnesso con personaggi e narrativa condivisi. Questo universo è anche costruito con la nostra community mentre sfruttiamo la potenza del portale e dei contenuti generati dagli utenti che mettono la creatività nelle mani dei nostri giocatori”.

I piani dell’universo connesso sembrano essere comunque vaghi al momento, forse perché EA è ancora all’inizio del processo. Sappiamo però ad esempio che Battlefield Mobile è in arrivo da Industrial Toys, lo studio co-fondato dall’ex presidente di Bungie Alex Seropian, e EA ha recentemente suggerito che un nuovo gioco Battlefield free-to-play potrebbe arrivare in futuro, anche se Zampella non ha confermato eventuali piani specifici.

Oltre a ciò, c’è almeno un altro possibile gioco in lavorazione da Ripple Effect, precedentemente DICE LA. Il nuovo studio con sede a Seattle fondato da Marcus Lehto, nel frattempo, sta lavorando alla costruzione del mondo e alla narrativa all’interno del franchise di Battlefield.

EA ha indicato che ogni studio sta lavorando a una nuova “esperienza” nell’universo di Battlefield, e, per come si pu interpretare, ciò non significa esplicitamente che i progetti prenderanno la forma di giochi. 

“Intendiamo costruire un universo di Battlefield, uno con più progetti interconnessi con il giocatore al centro”, ha detto Zampella. “Abbiamo in programma di far crescere Battlefield e incontrare giocatori dove giocano attraverso varie esperienze e modelli di business, incluso il nostro prossimo Battlefield Mobile in arrivo nel 2022 da Alex Seropian e Industrial Toys”.

Il nuovo programma di EA fa eco a ciò che ha ufficializzato Activision pochi mesi fa, e cioè che ogni studio della compagnia sta in qualche modo dando il suo contributo al franchise di Call of Duty. Studi come Toys for Bob, ad esempio, che si è occupato di Crash Bandicoot 4: It’s About Time, sono stati assegnati al supporto di Warzone, seppur continueranno a sviluppare anche progetti a parte.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento