Death Stranding | Come migliorare equilibrio e portare più peso

Di Andrea "Geo" Peroni
12 Novembre 2019

Una cosa che molti si chiedono del mondo di Death Stranding, la nuova esclusiva PS4 disponibile da pochi giorni, è: come si può trasportare più peso sulle spalle?

Il protagonista, Sam Porter Bridges, è un fattorino nell’America devastata dal Death Stranding che si occupa di riconnettere le strutture consegnando pacchi e ordini alle varie strutture isolate. Essendo un (quasi) normale essere umano, però, Sam può portare solo una certa quantità di peso sulle sue spalle, peraltro non senza una certa difficoltà nel trasportarli.

Dovendo effettuare innumerevoli consegne, molti di voi si sono sicuramente chiesti se esistesse un modo per incrementare il peso che Sam può gestire contemporaneamente, per accettare più ordini nello stesso momento e raccogliere eventualmente anche preziosi pacchi smarriti e risorse preziose (metalli, resine, ceramiche e così via). Insomma, è utile partire per le pericolose traversate insieme a un buon quantitativo di scale, chiodi da arrampicata e CCP, senza doverci precludere la possibilità di avere più carichi sulle spalle.

La risposta è: sì, esiste un modo per aumentare il peso che Sam può portare, ma sfortunatamente non lo otterrete tanto presto. Per prima cosa dovrete infatti raggiungere Lake Knot City, città portuale nella Regione centrale (la seconda macro-area di Death Stranding, la raggiungete la prima volta prendendo la nave a Port Knot City).

Da qui potrete accettare i primi ordini per riconnettere le varie strutture agli UCA, e la più vicina a voi è quella dell’Ingegnere, che è anche la meta della nostra missione odierna. L’Ignegnere, una volta riconnesso agli UCA e consegnato il carico, ci ricompenserà infatti con due cose fondamentali:

  • Il progetto per l’Esoscheletro
  • Un Esoscheletro pronto all’uso

L’Esoscheletro è un dispositivo che si connette alle gambe di Sam e ne incrementa notevolmente le prestazioni, tra le quali anche la capacità di portare più carichi contemporaneamente. Pensate che, mentre all’inizio potete caricare sulle spalle “solo” 125 kg, con l’Esoscheletro siete in grado di trasportare ben 245 kg, il che vuol dire che lungo il vostro cammino potete recuperare anche più carichi smarriti che in precedenza.

L’Esoscheletro incrementa anche le capacità fisiche, ma ha un difetto, se così vogliamo chiamarlo: funziona a batteria. Le batterie degli ESO, così come quelle delle moto, si possono ricaricare nei pressi di un generatore di un altro giocatore oppure costruito tramite CCP, dunque il mio consiglio è quello di portare con voi in un nuovo viaggio, specialmente se lungo, almeno un paio di CCP di scorta per evitare problemi con la batteria dell’Esoscheletro. Non è affatto bello quando questo vi si scarica nel bel mezzo del nulla e siete costretti ad abbandonare decine e decine di kg di pacchi perché non potete più portarli…

A tal proposito, ecco anche qualche piccola postilla su una meccanica molto importante in Death Stranding, l’equilibrio di Sam. Il protagonista, come detto, carica quantità impressionanti di carichi sulle sue spalle, ma deve anche fare attenzione a come li trasporta, perché mettere troppo pesoda una parte o dall’altra del corpo provoca instabilità pericolose, col rischio di cadere rovinosamente a terra e danneggiare il prezioso carico.

Per questo, imparate sin da subito a organizzare al meglio lo spazio, sfruttando ogni centimetro cubo del portentoso zaino di Sam ma anche gli agganci alla sua tuta, ideali per bilanciare il peso. Con l’Esoscheletro, poi, potrete sicuramente prendervi qualche licenza extra, ma per le fasi iniziali del gioco questo è un aspetto molto importante da tenere in considerazione.

Tornando all’argomento principale, sappiate che l’Esoscheletro di livello 1 è solo un primo modo per aumentare il peso sopportato da Sam. Intanto, più accrescerete la vostra reputazione come corriere, più sarete in grado di portare carichi. Poi, avanzando sempre più nella Regione Centrale, entrerete anche in contatto con gli Hovercarri, una sorta di carrelli trasportatori sui quali si può accumulare una gran quantità di pacchi e che possono essere agganciati a Sam. Fluttuando sul terreno, e funzionando a chiralium (che fa da carburante, in sostanza), gli Hovercarri possono farci trasportare centinaia e centinaia di kg di carichi, facilitando di non poco il compito del prode Sam.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.