Home Videogiochi Rubriche Jak and Daxter | Tutta la serie, in poche parole

Jak and Daxter | Tutta la serie, in poche parole

Jak & Daxter è una storica saga di PlayStation che conta oggi sei videogiochi realizzati non solo da Naughty Dog ma anche da altri team che hanno lavorato sulle console Sony.

IP di punta di PlayStation 2, la saga di Jak and Daxter è ancora oggi ricordata per i toni, i colori e le splendide ambientazioni, e non è un caso che da tempo i fan chiedano a gran voce un quarto capitolo principale – gioco che Naughty Dog stava effettivamente sviluppando a un certo punto, prima di passare a The Last of Us.

Nel tentativo di omaggiare questa storica serie, ripercorriamo in poche parole la saga di Jak & Daxter. Siete pronti a questo tuffo nel passato?

Jak & Daxter: The Precursor Legacy

Il primo capitolo di una serie che è diventata leggenda. Naughty Dog prese le idee che inizialmente aveva solo abbozzato per Crash Bandicoot 4, progetto poi abbandonato per le decisioni di Universal, e creò per Sony una nuovissima IP che riscosse da subito un enorme successo. The Precursor Legacy introduceva al mondo il taciturno Jak e la sua spalla comica Daxter, in un platform tridimensionale senza soluzioni di continuità e ricco di mitologia, tra templi dei Precursor e l’energia dell’Eco che permeava in tutto il mondo. Unico neo di questa immensa produzione: il finale aperto non ebbe mai una vera risposta.

Jak II: Renegade

Jak 2 fu una sorpresa immensa. Tutti i giocatori stregati da The Precursor Legacy pensavano di trovarsi davanti a un nuovo platform 3D, e invece il secondo capitolo della serie sovvertiva tutte le regole. Con l’esplosione di GTA, Naughty Dog fece di Jak 2 un action open world story driven, nel quale il protagonista, ora particolarmente loquace e dotato di nuovi poteri a causa dell’Eco Oscuro, veniva proiettato in una misteriosa città interamente visitabile nella quale oscurità e corruzione fanno da padroni. C’erano il platform, le sezioni shooter in terza persona, l’esplorazione con veicoli. Jak 2 era un titolo immenso e visionario, peccato solo per una difficoltà fin troppo tarata verso l’alto.

Jak 3

uagna jak and daxter

Dopo aver fatto esperienza con il secondo capitolo, Naughty Dog rilancia con Jak 3, videogioco in perfetta continuità con il suo predecessore e stavolta praticamente perfetto, se non fosse per una storia a tratti zoppicante che fa capire quanto inizialmente il team non avesse in programma plot twist e stravolgimenti così elaborati. In Jak 3, il nostro protagonista viene esiliato da Haven City dal perfido Veger, con la città nel pieno di una guerra civile tra le Teste di Metallo, le armate Krimzi e il Fronte di Liberazione di Torn.

Jak X

Così come Crash Team Racing, anche il quarto capitolo della serie di Jak è dedicato al mondo delle corse. In Jak X, Jak e Daxter vengono invitati a Kras City per assistere alla lettura del testamento di Krew, morto durante gli eventi di Jak II. Il testamento si rivela essere una trappola: Krew fa bere con l’inganno un potente veleno a tutti i presenti, obbligandoli a partecipare a una serie di corse mortali in tutta Kras City per scovare l’antidoto e riuscire a fermare la potente criminalità che domina questa città. Jak X riprendeva in parte le dinamiche di CTR, segno del fatto che Naughty Dog fosse ancora legata a quel mondo, ma il gioco è decisamente più ostico, ricco di attività e potenziamenti per i numerosi veicoli. Un altro grande gioiello di PlayStation 2.

Daxter

La piccola spalla comica diventa finalmente protagonista di un videogioco tutto per sè. Nel 2006 Ready at Dawn lancia su PSP, la terra dei simpatici spin-off delle grandi saghe, l’ottimo Daxter, platform tridimensionale che si pone come prequel di Jak 2: Renegade. Dotato di un ammazzamosche elettrico e di uno spruzzatore di insetticida per eliminare i nemici e compiere acrobazie, Daxter deve trovare un modo per salvare l’amico Jak catturato dalle guardie Krimzi, superando una serie di pericoli insieme a improbabili alleati in un’avventura davvero molto simpatica.

Jak & Daxter: Una sfida senza confini

Un gioco terribile. Davvero, è difficile salvare qualcosa di quello che voleva essere il quarto capitolo della serie principale di Jak & Daxter e invece si è rivelato essere un mostro osceno, sbagliato sotto praticamente tutti i punti di vista e concettualmente pessimo. La cosa più assurda è che Jak & Daxter: Una sfida senza confini è stato anche l’ultimo videogioco mai realizzato per la serie. Naughty Dog aveva messo sul tavolo le idee per Jak 4 durante l’epoca di PS3, prima però di abbandonare il gioco in favore di The Last of Us. E ancora oggi, purtroppo, Jak continua a restare solo un ricordo. Un bellissimo ricordo, a parte Una sfida senza confini, ovviamente.

Scritto da
Andrea "Geo" Peroni

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

XDefiant: il lancio è prossimo, arriva la conferma di Ubisoft

XDefiant è uno dei giochi FPS più attesi dell’industria videoludica, in quanto è...

No Rest for the Wicked: rimandato il periodo di uscita del gioco

Una delle sorprese degli ultimi The Game Awards è stata indubbiamente No...

PlayStation Plus – Sconti e promozioni in occasione di San Valentino

In occasione di San Valentino, arriva la nuova ondata di sconti e...

ludens logo kojima productions

Kojima parla di Physint, il gioco sarà fortemente ispirato a Metal Gear

A una settimana dal suo annuncio, Hideo Kojima ha rivelato alcuni nuovi...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425