Naoki Yoshida ha giocato Final Fantasy XVI dall’inizio alla fine (e lo invidiamo molto)

Di Chiara Ferrè
20 Settembre 2022

Una montagna russa di storia ed azione“: così Naoki Yoshida, il produttore di Final Fantasy XVI, ha definito il nuovo titolo del franchise in uscita nel 2023 dopo averlo giocato in prima persona da cima a fondo.

Yoshida ha di recente confermato, in una intervista a Future, che l’atteso Final Fantasy XVI è al momento giocabile dall’inizio fino ai titoli di coda, lo sviluppo quindi procede ormai a vele spiegate e fa ben sperare. Questo significa infatti che il gioco è attualmente completo nella sua main quest e nei suoi elementi principali.

Il titolo Square Enix non è comparso durante le recenti manifestazioni videoludiche a Colonia (Gamescom) e Tokyo (Tokyo Game Show) ma il produttore ha frequentemente accettato di rilasciare interviste per aggiornare gli appassionati su questo nuovo, imponente progetto.

Sappiamo, ad esempio, che Final Fantasy XVI ha l’arduo compito di ridare smalto al franchise dopo un quindicesimo capitolo non proprio brillante: lo farà offrendo una storia più matura e realistica, incentrata su personaggi che crescono nel tempo in un mondo dove non sarà sempre facile distinguere nettamente tra ciò che è bene e ciò che è male. Il sistema di combattimento sarà spiccatamente action, così da venire in contro alle nuove esigenze del mercato e dei videogiocatori (anche se, ci è stato assicurato, il gioco sarà abbordabile anche per i non appassionati di action).

Inoltre è stato confermato che il titolo, a differenza del suo predecessore, non sarà open world. Ci si concentrerà quindi su una storia più guidata ma, si spera, meglio curata e più appassionante.

Sperando di rivedere presto Final Fantasy XVI grazie a un nuovo trailer, ricordiamo che l’arrivo del titolo è previsto per la prossima estate su PlayStation 5.



Abbiamo parlato di:

Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme: vivo di cinema, libri, videogiochi e serie TV. Durante la settimana scrivo, osservo il mondo e vedo gente. Nel tempo libero scrivo (sì, di nuovo), disegno, videogioco.




Scrivi un commento