Naoki Yoshida smentisce il suo coinvolgimento in Final Fantasy XVI

Di Andrea "Geo" Peroni
5 Giugno 2020

Circa una settimana fa, un curioso rumor fece tornare di moda il nome di Final Fantasy XVI, tirando in ballo anche il nome di colui che sarebbe stato alla guida del progetto: Naoki Yoshida.

Gli appassionati della serie conoscono molto bene questo nome. Si tratta del producer e director che nel 2010 prese in carico la difficile operazione di rilancio di Final Fantasy XIV, missione poi compiuta in maniera eccellente con la riedizione A Realm Reborn.

In quel rumor, inoltre, si parlava delle possibili ispirazioni per il nuovo gioco della serie, tra i quali addirittura Dark Souls di From Software per alcune meccaniche di gameplay. Potete leggere i dettagli della notizia cliccando qui.

A distanza di circa una settimana da queste voci, arriva però una smentita autorevole: lo stesso Yoshida ha deciso infatti di rispondere al rumor tramite Twitter, smentendo tutto ciò che lo riguarda.

Il director di FF14, infatti, ha spiegato che le voci che si sono diffuse alcune giorni fa riguardo il suo coinvolgimento sono totalmente inesatte, e che anzi non ha intenzione di abbandonare Final Fantasy XIV in quanto si tratta di un progetto che ha ancora tanti anni di fronte a sé:

Sembra che in rete sia uscita fuori questa notizia falsa. Ve lo dico chiaramente, sono infastidito. […] Continuerò a lavorare su Final Fantasy XIV ancora per tanti altri anni […] Non date peso a questi rumor, non c’è niente di vero.

Potrebbe essere esclusa quindi, a questo punto, una presentazione di Final Fantasy XVI in occasione del reveal dei giochi PS5, come suggerito dai rumor nei giorni scorsi. Ad oggi, non sappiamo se Square Enix sia attivamente all’opera sul nuovo capitolo della serie GDR. L’unica certezza sul fronte Final Fantasy, infatti, è che Tetsuya Nomura e Yoshinori Kitase stanno pianificando il Capitolo 2 di Final Fantasy VII Remake, la cui uscita è però ancora lontana.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento