Ricordate Deep Down? Il gioco era quasi completo ma Capcom decise di cancellarlo

Di Andrea "Geo" Peroni
6 Aprile 2020

Qualcuno di voi si ricorda di Deep Down? No? Comprensibile, ma vi rinfreschiamo la memoria prima di parlare della notizia odierna.

Deep Down è (o forse dovremmo dire era, a fronte della notizia di oggi) un GDR action targato Capcom presentato nel febbraio 2013 durante il famoso PlayStation Meeting che annunciò al mondo PlayStation 4. L’azienda giapponese, che sembrava puntare molto forte su questo free-to-play, ne parlò per molti mesi. Al Tokyo Game Show di quell’anno, ad esempio, venne annunciato che nel febbraio 2014 – dunque pochi mesi dopo l’evento – si sarebbe anche tenuta una fase beta, a dimostrazione che i lavori sul gioco erano decisamente avanti.

Non solo parole, certo, perché sempre al TGS 2013 Capcom portò anche un video gameplay dimostrativo, che vi lasciamo qui sotto.

Questa, in breve, era la sinossi del gioco, ma potete trovare più informazioni in questo nostro speciale articolo che risale al settembre del 2013:

Il gioco sarà ambientato in un New York futuristica, precisamente nel2094. All’interno di questo mondo, si trovano i membri di un gruppo chiamato “Ravens” che saranno in grado di andare indietro nel tempo attraverso le memorie contenute all’interno degli oggetti e ascoltando la voce del passato. Lo scopo di tale gruppo, è quello di conoscere il passato e capire la verità su ciò che è successo.

Con lo scattare del 2014, però, qualcosa nella apparentemente già avviatissima macchina di Deep Down si rompe. La beta prevista per febbraio, in concomitanza con il lancio giapponese di PS4, viene posticipata all’estate, per poi essere nuovamente rinviata a data da destinarsi – o meglio scomparire del tutto, dato che non abbiamo più avuto notizie in merito. E Capcom, che nell’ultimo anno aveva approfittato di praticamente ogni evento in giro per il mondo per parlare di Deep Down, apre una fase di “no comment” che va avanti ancora oggi, così ovviamente come Sony che ha completamente rimosso il gioco dai propri palinsesti.

Cosa è accaduto a Deep Down, ufficialmente, non lo sappiamo. Alcuni insider ogni tanto fanno rispuntare fuori il nome del gioco, ma l’indiscrezione che oggi ha riportato VGC, con le parole del caporedattore Andy Robinson, non lasciano alcuna speranza: Capcom ha definitivamente messo una pietra sopra al progetto.

Robinson afferma infatti di essere a conoscenza di numerose informazioni di Deep Down direttamente dai suoi sviluppatori, secondo i quali lo sviluppo del gioco non solo stava procedendo alla grande, ma era addirittura vicino al completamento. L’intera produzione sarebbe stata costruita sul RE Engine, il motore grafico proprietario di Capcom utilizzato oggi per i remake di Resident Evil 2 e Resident Evil 3, e avrebbe posto l’accento su una progressione procedurale dei dungeon da affrontare anche in compagnia di altri amici.

Secondo alcune speculazioni che sono giunte anche alle orecchie di Robinson, Capcom, che ha quindi cancellato il progetto, potrebbe aver deciso di riutilizzare alcuni degli elementi del gioco come gameplay e meccaniche per altri titoli futuri, ma per ora queste sono solo indiscrezioni.

Questo report da VGC farà sicuramente discutere, specialmente se pensiamo che il gioco era effettivamente a un passo dall’essere concluso. Per il momento, sappiamo solo che Capcom si sta concentrando sul futuro della serie Resident Evil, riportata in auge negli ultimi anni con il settimo capitolo nel 2017 e con i recenti remake degli ultimi anni.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: | |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento