[Rumor] Prince of Persia: Dark Babylon è il sequel de I Due Troni attualmente in sviluppo!

Di Andrea "Geo" Peroni
9 Gennaio 2020

Quando si parla di rumor e leak, è sempre buona cosa ricordarsi che si tratta di informazioni non confermate, e dunque non ufficiali. Ma è altrettanto vero che quando viene chiamato in causa un nome come Prince of Persia, il web inizia ad animarsi parecchio.

La serie Prince of Persia conta oggi tre saghe principali, nessuna delle quali trova però spazio sul mercato videoludico da parecchio tempo. Tra gli anni ’80 e ’90, quando la serie era ancora “indipendente”, il principe si presentò prima in due dimensioni, per poi compiere il balzo evolutivo alle porte del terzo millennio. Con l’acquisizione del franchise da parte di Ubisoft, poi, iniziò la trilogia delle Sabbie del Tempo, quando cioè Prince of Persia venne reinventato come un action adventure single player fortemente incentrato sulla narrazione. Dopo 3 ottimi capitoli, la serie venne però chiusa, e il colosso francese cercò un rilancio, che poi non si concretizzò, con la terza reincarnazione del personaggio in Prince of Persia nel 2008, un reboot creativo che non fu accolto estremamente bene dai fan della serie.

Da allora, Prince of Persia è sparito dalla circolazione. Quello che doveva essere un suo particolare spin-off, chiamato Prince of Persia: Assassin, divenne poi una delle serie più vendute di sempre, quella di Assassin’s Creed, e il protagonista della saga di Ahriman, la terza incarnazione del personaggio, venne dimenticato molto velocemente. Nonostante questo, la serie ha ancora un posto nel cuore dei fan, che da anni chiedono a gran voce un ritorno del principe sui nostri schermi. Un ritorno che, stando all’indiscrezione odierna, potrebbe concretizzarsi nel 2021.

Su Reddit un sedicente ex-sviluppatore di Ubisoft, che afferma di aver lavorato a questo progetto, avrebbe infatti svelato al mondo Prince of Persia: Dark Babylon, sequel de I Due Troni e quarto capitolo della saga delle Sabbie del Tempo. L’intenzione di Ubisoft sarebbe infatti, secondo questo rumor, quella di riportare in scena non solo la serie, ma il suo rappresentante più iconico, il principe che all’inizio degli anni 2000 fece la fortuna dell’azienda dopo l’acquisizione della proprietà intellettuale.

Questo presunto sviluppatore ha anche diffuso alcuni dettagli sul contesto narrativo del gioco, che come detto sarà un sequel di Prince of Persia: I Due Troni. In questo quarto capitolo della serie, ambientato in una versione distopica di Babele in qualche modo alterata da un evento, non impersoneremo il principe che abbiamo imparato a conoscere e ad amare, bensì una sua versione alternativa, un doppelganger malvagio proveniente da una timeline che non è quella esplorata nel corso della saga.

Il gioco sarebbe concepito come un open world, dove la città di Babele è completamente esplorabile, a differenza dei precedenti titoli della serie che erano fortemente lineari. Nessuna informazione sul gameplay, ma a quanto pare lo sviluppo di questo Prince of Persia: Dark Babylon sarebbe stato influenzato enormemente da God of War di Sony Santa Monica: gli sviluppatori avrebbero infatti inserito anche un sistema di armature e abilità che richiamano molto da vicino l’ultima gloriosa avventura di Kratos su PS4.

La presentazione di questo ritorno in pompa magna del Principe sarebbe già fissata. L’insider conferma infatti che Sony terrà a febbraio un PlayStation Meeting che fungerà non solo da evento per la presentazione di PlayStation 5, ma anche da finestra per Ubisoft per mostrare i suoi primi titoli next-gen, tra i quali Assassin’s Creed: Ragnarok e, appunto, Prince of Persia: Dark Babylon. Il lancio del gioco avverrà nel 2021 su PS5 e Xbox Series X, ma sarà reso disponibile anche sulle console attuali.

Ancora una volta, vi invitiamo a prendere queste informazioni con le pinze, in quanto si tratta di un rumor non confermato. Chi di voi, però, non vorrebbe che tutto ciò fosse vero?

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento