Secondo Sean Murray, No Man’s Sky era già completo al lancio

Di Andrea "Geo" Peroni
11 Luglio 2019

In attesa di No Man’s Sky: Beyond, la nuova espansione gratuita del gioco di Hello Games che introdurrà anche il supporto a PlayStation VR, Sean Murray è tornato a parlare della sua creatura svelando alcuni retroscena sul lancio.

No Man’s Sky – Il nuovo grande update Beyond arriva in estate

Se ben ricordate, nel 2016 No Man’s Sky debuttò su PS4 nel clamore generale: il gioco sviluppato dal piccolo team di Hello Games era molto differente da quello mostrato nel corso delle presentazioni e promesso dallo stesso Murray, sia a livello grafico che a livello di contenuti. La prima release di No Man’s Sky era in sostanza un survival procedurale interessante ma poverissimo di contenuti, tanto che generò migliaia di proteste da parte di chi aveva creduto nel progetto ed era rimasto deluso.

È proprio per questo che ci lasciano abbastanza spiazzati le recenti dichiarazioni di Murray a PCGamesN. Nel corso di un’intervista, il boss di Hello Games ha ripercorso i mesi bui che hanno seguito il lancio di No Man’s Sky, dichiarando che il team di sviluppo si trovò impreparato dato che riteneva il gioco già praticamente completo all’epoca del lancio:

Quando è uscito, per quello che volevamo che fosse, No Man’s Sky era in gran parte completo. […] Evocava il tipo di sensazioni ed emozioni che volevo che evocasse. E queste sensazioni erano basate in gran parte sulla solitudine.

Murray continua poi dicendo che si ritiene molto soddisfatto di come è proseguito il viaggio di No Man’s Sky, un gioco che, oggi, ha un volto completamente differente. Negli anni, Hello Games ha aggiunto missioni, personaggi, i mezzi per esplorare i pianeti, la feature della costruzione delle basi, moltissime nuove cose da fare che prima mancavano, e ovviamente il multigiocatore tanto richiesto.

Secondo Murray, comunque, l’intento di Hello Games iniziale era quello di far provare certe emozioni al giocatore, e la prima versione del gioco era stata concepita proprio per quello. Cosa ne pensate? Avete apprezzato No Man’s Sky al lancio o lo preferite oggi con i nuovi contenuti gratuiti?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.