Pachter demolisce i sogni di EA: “Battlefield 6 sarà un flop”

battlefield V
Di Andrea "Geo" Peroni
26 Ottobre 2020

Il vate delle previsioni videoludiche è tornato, e questa volta è Electronic Arts a dover temere le sue previsioni: c’è di mezzo la serie Battlefield.

EA ha già confermato da tempo che il prossimo gioco principale della serie di Battlefield non arriverà quest’anno, bensì nel 2021, e si è già detta sicura della sua elevata qualità.

Si tratta senza dubbio di un titolo già atteso, perlomeno per l’azienda americana: il brand di Battlefield costituisce uno dei franchise più famosi e redditizi di sempre, e ha raccolto grandi successi nella sua lunga storia nonostante le vendite relativamente deludenti di Battlefield V – il cui supporto è ormai terminato. Parlando del futuro della serie, quanto venderà il prossimo gioco?

Ecco, proprio l’insuccesso di Battlefield V potrebbe essere uno dei motivi per i quali Battlefield 6, alla fine, farà flop, insieme alla concorrenza sempre più spietata di Call of Duty.

Secondo l’analista del settore Michael Pachter, Battlefield 6 potrebbe non vendere quanto spera EA, e trasformarsi in un bel problema per il colosso.

Parlando con GamingBolt in una recente intervista, il veterano ha osservato che i giochi Battlefield con le migliori prestazioni – Battlefield 4 e Battlefield 1 – sono stati lanciati contro i titoli della serie Call of Duty con il punteggio più basso, suggerendo la correlazione tra i vari dati e i due franchise. Pachter ha aggiunto che le probabilità che Battlefield 6 venga lanciato contro un altro titolo Call of Duty ben accolto sono alte e, come tale, lo sparatutto di DICE potrebbe finire per vendere meno unità del previsto.

I due giochi di Battlefield che sono andati molto bene sono stati il 4 e Battlefield 1 , e sono usciti contro i due giochi Call of Duty con il punteggio più basso. Quindi entrambi i  giochi di Battlefield sono andati molto bene. L’ultimo gioco di Battlefield è uscito contro Black Ops 4 , che è stato uno dei migliori giochi ricevuti nel franchise di Call of Duty , e non ha funzionato bene. Voglio dire, ha venduto ancora 8 milioni di unità, ma gli altri ne hanno fatti 15 milioni. Quindi penso che EA abbia un problema con Battlefield perché è così vicino a  Call of Duty, suona e ha lo stesso aspetto. E ovviamente ci sono fan di ogni IP per motivi diversi, ma sono entrambi FPS militari.

Battlefield 6 rischia quindi di fare flop? Sì, secondo Pachter: le probabilità sono molto alte.

Quindi penso che le probabilità che Battlefield  vada contro un altro Call of Duty ben accolto  sono piuttosto alte, quindi direi che Battlefield venderà peggio di quanto le persone si aspettino, perché sarà contro un concorrente duro. Ma hey, se fanno un grande gioco, lo commercializzano bene e hanno una buona finestra di lancio, forse la prossima volta le cose andranno meglio.

Ricordiamo inoltre che nel 2021, stando ai rumor sempre più insistenti, Call of Duty tenterà una strada tutta nuova e che in effetti potrebbe mettere alle strette il nuovo Battlefield: secondo gli insider, Sledgehammer Games sta infatti sviluppando un gioco della serie COD interamente free to play per console (PS5, Xbox Series X|S e forse console current-gen) e PC, seguendo il modello di Call of Duty Mobile. Inutile dire che una mossa del genere potrebbe dare una notevole svolta alla guerra tra i due maggiori FPS del settore.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.


1 commento:


  1. Pietro


Scrivi un commento