Spencer vuole Xbox Game Pass su più piattaforme, ma Sony e Nintendo frenano

Di Andrea "Geo" Peroni
14 Agosto 2021

Il successo di Xbox Game Pass “spaventa” Sony e Nintendo? Phil Spencer, boss della divisione Xbox di Microsoft, afferma la sua totale apertura verso qualsiasi piattaforma, ma certo questo non dipende da lui.

Xbox Game Pass è il servizio in abbonamento di casa Microsoft che ha risollevato la divisione Xbox nella scorsa generazione dopo un inizio da incubo, e che ora sta proiettando l’azienda americana verso un mondo completamente nuovo per il mercato.

Tramite il Game Pass, che è un abbonamento con sottoscrizione a pagamento, ogni utente ha a disposizione una vastissima libreria di videogiochi tra i quali si trovano anche tutte le produzioni degli Xbox Game Studios, disponibili sin dal day one sul servizio. Ogni mese il servizio viena arricchito di contenuti – a tal proposito, ecco le novità di agosto.

Xbox Game Pass è attualmente disponibile su tutte le piattaforme Xbox (One e Series X|S) e PC Windows 10, così come Android e Apple. Negli ultimi mesi, inoltre, è arrivato anche il servizio di cloud gaming su numerosi dispositivi in più come Smart TV, a riprova del fatto che Microsoft sta spingendo il servizio in questa direzione.

Abbonamento Xbox Game Pass Ultimate - 1 Mese | Xbox/Win 10 PC - Download Code
  • Esplora un ampio catalogo con più di 100 giochi di grande qualità per PC e console. Divertiti con i nuovi giochi o recupera i successi recenti.
  • Gli abbonati a Xbox Game Pass Ultimate potranno divertirsi con EA Play sulle console Xbox, incluse Xbox Series X|S, dal 10 novembre

Visto l’arrivo del Game Pass su altre piattaforme, questo significa che lo vedremo anche su PlayStation 5 e Switch? No.

Intervistato da Gamesradar, Phil Spencer ha parlato di quello che sarà il futuro di Xbox Game Pass, discutendo anche delle future piattaforme che potrebbero godere del servizio. Sebbene la volontà del capo di Xbox sia quella di portare il servizio praticamente ovunque, questa si scontra con la chiusura di Sony e Nintendo, che, parola del dirigente, queste non sono interessate al Game Pass.

Ecco un estratto dell’intervista:

È una domanda giusta, la gente mi chiede del lancio di questo o quel gioco. Io rispondo sempre che voglio che sia l’intera esperienza Xbox a essere disponibile. In questo momento non abbiamo in programma di portare i servizi Xbox su altre piattaforme chiuse, perché sono le piattaforme chiuse che non vogliono Xbox Game Pass. Ci sono però molte altre piattaforme aperte che ci consentiranno di crescere, come web, PC e mobile. I nostri sforzi sono su queste piattaforme.

Spencer ha poi discusso anche di quella che sarà la strategia del servizio e di Xbox, che non si concentra sul copiare il successo di altre aziende ma cercare invece una nuova via per sorprendere i consumatori.

“La nostra strategia non è semplicemente diventare come qualcun altro”, afferma Spencer. “A volte ricevo domande del tipo ‘dov’è la tua versione di questo o quel [gioco]?’. Sono in questo settore da molto tempo, ho un enorme rispetto per i creatori su tutte le piattaforme e ne conosco molti, molti di loro. Ma è positivo se stiamo facendo qualcosa di diverso da quello che stanno facendo le altre piattaforme. Non ci occupiamo solo di provare a creare una versione verde della piattaforma di colore blu o rosso di qualcun altro. Questo non è l’esempio di creatività che voglio vedere nell’industria dei giochi”.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento