Watch Dogs Legion: nuovo trailer della storia e dettagli sul gioco post lancio

Di Mark
7 Ottobre 2020

In attesa del 29 ottobre, data di lancio del nuovissimo capitolo di Watch DogsLegionUbisoft si è sbottonata ulteriormente in merito ad alcuni dettagli relativi non solo al mondo di gioco ed agli eventi che si succedono in questo, ma anche sul supporto post lancio.

Durante una live tenutasi ieri pomeriggio sul canale Twitch ufficiale del colosso francese, sono stati svelati alcuni succulenti dettagli, ma partiamo con ordine. Innanzitutto, a precedere i fatti della storia, ci sarà un breve prologo della durata di una ventina di minuti, ambientato qualche mese prima dello Zero-Day dove avremo modo di capire che cosa ha innescato la Legione nella rivolta contro l’attuale regime e l’Albion. Per saperne di più, vi invito a vedere questo trailer pubblicato poco fa proprio da Ubisoft su Instagram.

Oggetto in particolare della diretta di ieri è stata l’illustrazione di alcune peculiari meccaniche di gioco: dall’hacking praticamente universale che ci permette di spostarci più agilmente tra un vicolo londinese e l’altro, alla personalizzazione dei personaggi, curata davvero nel minimo dettaglio con NPC che cambiano abiti, hanno un lavoro e pertanto seguiranno degli specifici orari e abitudini e, naturalmente, possiedono le abilità che ci spingeranno a decidere di reclutarli o meno. Un aspetto molto interessante, che ci fa capire lo studio posto dietro la realizzazione di questo gioco, è la divisione demografica dei quartieri: in determinate zone di Londra, infatti, sarà possibile notare l’insediamento di specifici gruppi etnici come, ad esempio, nel noto quartiere di Soho con la comunità cinese. A proposito di quartieri, questi saranno una parte fondamentale del gioco in sé. Infatti, attraverso le missioni secondarie, in cui dovremo smantellare la propaganda dell’Albion, avremo la possibilità di ingraziarci il favore della popolazione locale che reagirà positivamente alle iniziative della Legione e negativamente a quelle della milizia, ribellandosi, per esempio, all’arresto di una persona.

Altri contenuti interessanti sono le Arene, dei luoghi in cui si effettuano tornei di combattimento corpo a corpo in cui ogni giocatore troverà avversari differenti e non predefiniti, fatta eccezione per il boss, personaggio che, dopo aver sconfitto, potremo reclutare. Il sistema di combattimento in sé sembra molto fluido: il giocatore ha la possibilità di cambiare bersaglio molto rapidamente nel momento in cui si trovi a fronteggiare più avversari e di contrattaccare altrettanto velocemente dopo aver schivato i colpi.

Per quanto riguarda ciò che avverrà dopo il 29 ottobre, sappiamo per certo che ci saranno una modalità co-op da 2 a 4 giocatori all’interno della quale si potrà giocare la storia con l’aiuto degli amici ed una PvP, sullo stile delle Arene, dove in un massimo di 8 giocatori, andremo a combattere in un tutti contro tutti.

Noi aspettiamo davvero con ansia di mettere mano a questo gioco, voi cosa ne pensate ?

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento