10 cose che (forse) non sai su Harry Potter e la Camera dei Segreti

Di Andrea "Geo" Peroni
17 Marzo 2020

La maratona di Italia 1 dedicata a Harry Potter prosegue, e con essa anche le nostre curiosità sulla serie!

Questa sera, alle ore 21:20, va in scena su Italia 1 il secondo capitolo della saga ideata da J.K. Rowling, Harry Potter e la Camera dei Segreti. Diretta nuovamente da Chris Columbus, che già aveva curato il primo film, in questa nuova avventura Harry e i suoi fidati compagni Ron ed Hermione devono vedersela con una minaccia che arriva dal passato, legata ad un misterioso luogo leggendario che si nasconde nei sotterranei di Hogwarts sin dalla sua creazione.

Così come il suo predecessore, anche Harry Potter e la Camera dei Segreti è un film amatissimo dai fan della serie. Probabilmente anche da voi, quindi. Ma siete davvero sicuri di sapere tutto sul film? Ecco un elenco di 10 cose che (forse) non sapete sul secondo film delle avventure di Harry Potter!

UNO VIA L’ALTRO

Warner Bros. fu talmente soddisfatta del primo film che diede praticamente subito inizio alle riprese del secondo capitolo. Appena 3 giorni dopo l’uscita nelle sale di Harry Potter e la Pietra Filosofale, infatti, la produzione ripartì: era già venuto il tempo di pensare al secondo capitolo della saga del giovane maghetto.

FAKE DRIVE

Ricordate la casa dei Dursley, nel primo film? Beh, non è esattamente la stessa che appare in Harry Potter e la Camera dei Segreti. La produzione non riuscì infatti a ottenere il permesso per girare nella stessa abitazione utilizzata nel precedente capitolo della saga, e fu costretta a ricostruire tutti gli ambienti in teatro di posa. Dannato Privet Drive, mi hai mentito!

ADDIO, SILENTE!

Forse non lo sapevate, ma il grande Richard Harris non ha mai avuto l’occasione di vedere nella sua interezza Harry Potter e la Camera dei Segreti, se non (forse) in qualche proiezione preliminare. L’attore che interpretò Albus Silente nei primi due film della serie morì infatti il 25 ottobre del 2002, meno di un mese prima dell’uscita nelle sale del film. La pellicola uscì infatti nelle sale americane il 15 novembre di quell’anno, mentre in Italia arrivò solo il 6 dicembre.

voldemort

NEWT SCAMANDER O LORD VOLDEMORT?

Curiosità dal casting del film. In Harry Potter e la Camera dei Segreti compare il giovane Tom Riddle, studente di Hogwarts che, come sappiamo, un giorno diventerà Lord Voldemort. Per il suo ruolo venne scelto il 23enne Christian Coulson, che riuscì a superare anche i più giovani attori desiderosi di interpretare il futuro grande nemico della saga. Non molti sanno però che ci fu un altro attore molto vicino alla parte, che venne rifiutato. La sua apparizione nel franchise di Harry Potter era però solo rimandata di qualche anno: parliamo infatti di Eddie Redmayne, che oggi interpreta il protagonista della serie Animali Fantastici Newt Scamander.

RACCOMANDATI!

Scherziamo, ovviamente. Il regista Chris Columbus, qui alla sua seconda (e ultima) apparizione dietro la macchina da presa nel franchise di Harry Potter, decise di utilizzare come comparse i suoi quattro figli, che hanno ovviamente ruoli marginali all’interno del film:

  • Isabella Columbus appare al Ghirigoro, mentre è impegnata a leggere un libro
  • Eleanor Columbus interpreta Susan Hossas, studentessa di Tassorosso già apparsa in precedenza nel primo capitolo
  • Violet Columbus interpreta la bambina con i fiori all’interno del quadro ad Hogwarts
  • Brenda Columbus è invece uno degli studenti in biblioteca

NUOVI VOLTI E ADDII

Parliamo ancora una volta del casting di Harry Potter e la Camera dei Segreti. L’affascinante ma truffaldino nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, il mago Gilderoy Allock interpretato da Kenneth Branagh, avrebbe dovuto in origine avere il volto di uno dei sex-symbol inglesi di quegli anni, Hugh Grant. Purtroppo, l’attore di Notting Hill e Il diario di Bridget Jones aveva già altri lavori che si sovrapponevano alla produzione del secondo film di Harry Potter, e fu quindi costretto a rifiutare.

Chi invece era già nel franchise ma decise di non prenderne più parte è Zoë Wanamaker, che in Harry Potter e la Pietra Filosofale interpretava l’insegnante di volo con la scopa, Madama Bumb. Il suo compenso come attrice, concordato per il secondo film, era però troppo bazzo, e la Wanamaker decise quindi di non partecipare alla produzione.

LA SPADA DI GRIFONDORO… È VERA!

La spada che Harry utilizza alla fine del film per uccidere il Basilisco, appartenuta a Godric Grifondoro, esiste realmente. Non si tratta infatti di un oggetto di scena creato appositamente per le riprese del film: la spada in questione fu acquistata ad un’asta, e la produzione decise di utilizzarla per farne la leggendaria arma ammazza-Basilischi.

POVERA AUTO

Per girare la famosa scena del Platano Picchiatore, che distrugge la Ford Anglia della famiglia Weasley, furono distrutte la bellezza di 14 automobili, tutte ovviamente dello stesso modello. La produzione voleva mostrare tutto nei più minimi dettagli, e… beh, questo è stato il risultato.

SCHERZI DELL’ETÀ

I giovani Daniel Radcliffe e Rupert Grint erano ovviamente adolescenti durante le riprese di Harry Potter e la Camera dei Segreti, un periodo della vita nella quale il corpo dei giovani, specialmente maschi, va incontro a notevoli cambiamenti. Tra questi, anche il cambiamento nel tono vocale, che per gli interpreti di Harry Potter e Ron Weasley fu quasi “fatale”. Nel corso delle riprese, il tono della voce dei due attori cambiò così velocemente che la produzione si ritrovò a dover addirittura ridoppiare Radcliffe nelle battute finali del film.

HERMIONE TIMIDA GRANDGER

Emma Watson aveva un piccolo problema: era terribilmente timida. Tanto timida da costringere i produttori a fare alcuni cambiamenti in corso d’opera, durante le riprese del film. Nel finale, Hermione, guarita dalla pietrificazione del Basilisco, doveva inizialmente abbracciare sia Harry che Ron, ma la giovane attrice si sentiva troppo in imbarazzo. Per questo, dopo numerosi ripensamenti, Columbus decise di farle abbracciare solamente Harry per pochi istanti (poi montati a dovere) e di farle stringere la mano a Ron.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento