Lucasfilm voleva una trilogia su Obi-Wan Kenobi al cinema, prima del flop di Solo

Di Andrea "Geo" Peroni
28 Giugno 2022

La serie Obi-Wan Kenobi si è conclusa pochi giorni fa con il suo sesto e ultimo episodio. Ambientata cronologicamente tra gli eventi de La vendetta dei Sith e Una nuova speranza, la serie con Ewan McGregor ha mostato nuovamente il leggendario maestro Jedi impegnato in una missione segreta, che lo ha nuovamente messo di fronte al suo antico padawan Anakin Skywalker ora diventato Darth Vader.

Mentre i fan di Star Wars restano in attesa di capire se Kenobi tornerà con una seconda stagione, ipotesi plausibile considerando le parole della regista Deborah Chow, sono emersi oggi i dettagli di ciò che era stato inizialmente pensato da parte di Lucasfilm. La divisione cinematografica, acquisita da Disney nel 2012, aveva infatti grandi piani per il rilancio di Obi-Wan con McGregor, che sarebbe passato attraverso il cinema.

Stuart Beattie, originale sceneggiatore del progetto, ha infatti affermato che Lucasfilm lo aveva ingaggiato per scrivere un film su Obi-Wan Kenobi, pensando però al futuro. Kathleen Kennedy aveva infatti in programma di costruire un’intera trilogia cinematografica sul celebre Jedi, andando a esplorare gli eventi tra gli episodi III e IV.

In un’intervista esclusiva con Nathan Johnson di The Direct, Beattie ha parlato del suo ruolo nella realizzazione del progetto con protagonista Ewan McGregor, e di come queto fosse stato originariamente immaginato come una trilogia per il cinemaBeattie è stato accreditato come autore di quattro episodi della serie.

Beattie ha rivelato di aver scritto solo la sceneggiatura del film originale che doveva avviare la trilogia e di non aver mai collaborato con gli sceneggiatori della serie che però, considerando la menzione nei crediti, hanno recuperato parte del materiale originale per scrivere lo show televisivo. Secondo Beattie, buona parte delle colpe per la cancellazione della trilogia su Kenobi arrivano dal flop in sala di Solo: A Star Wars Story, che non ha raggiunto i 400 milioni di dollari al botteghino rappresentando una pessima performance per la saga di Lucas al cinema:

Ho scritto il film su cui hanno basato la serie. Ho passato circa un anno, un anno e mezzo a lavorarci. E poi, quando è stata presa la decisione per non fare più film spin-off dopo l’uscita di Solo, ho lasciato il progetto e sono passato ad altre cose. Joby è arrivato e ha preso le mie sceneggiature e le ha trasformate da due ore a sei. Quindi, non ho lavorato con loro a tutto, ho appena avuto il merito per gli episodi perché all’inizio era tutta roba mia.

Seppure fosse pronta solo la sceneggiatura del primo film, Beattie aveva idee abbastanza chiare anche per i restanti due capitoli della trilogia, che avevano inoltre il favore di Lucasfilm. Il secondo film, che sarebbe iniziato dalla conclusione di quella che è stata la serie Obi-Wan Kenobi, avrebbe proseguito in particolare il cammino del cavaliere Jedi nel suo percorso di accettazione del futuro di Una nuova speranza, nel quale, dopo aver addestrato Luke, si sacrifica di fronte a Vader.

Ewan McGregor, conferma Beattie, era già stato ingaggiato per l’intera trilogia cinematografica, ed era entusiasta di partire. Il flop di Solo al botteghino ha però cambiato tutti i progetti di Lucasfilm, che difatti dal 2018 ha cambiato il suo modo di lavorare e ha cancellato o modificato numerosi progetti. Un altro di questi è The Book of Boba Fett, serie TV dedicata al cacciatore di taglie nata dalla cancellazione del film spin-off inizialmente programmato.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento