WandaVision – Easter egg, segreti e citazioni di Episodio 4

Di Andrea "Geo" Peroni
29 Gennaio 2021

Il quarto episodio di WandaVision è arrivato oggi su Disney+, e proprio come una scarica di adrenalina, sconvolge, riscrive e rielabora gli avvenimenti della prima parte della serie sotto uan luce tutta nuova. Per saperne di più, potete leggere la nostra recensione, ovviamente priva di spoiler.

Come ogni settimana, ora, arriva anche il momento di analizzare gli easter egg, i segreti e le citazioni del quarto episodio di WandaVision, che potrebbero darci qualche dettaglio sul futuro della serie.

Il Blip

L’episodio 4 di WandaVision parte con il botto, mostrandoci un evento già visto negli ultimi due film dei Marvel Studios al cinema (risalenti ormai al 2019): il Blip. Monica Rambeau (Teyonah Parris) si risveglia all’improvviso in una stanza d’ospedale, restando subito disorientata: la donna inizia a percorrere i corridoi dell’edificio in cui si stanno manifestando le conseguenze del gesto di Hulk in Avengers: Endgame, quando con uno schiocco di dita grazie al Guanto dell’Infinito ha riportato in vita tutti coloro che Thanos aveva sterminato 5 anni prima. L’evento, noto come Blip, ci era già stato mostrato anche in Spider-Man: Far From Home con connotati certamente più solari, mentre in questo episodio assistiamo a veri e propri traumi e conseguenze di qualcosa che le persone ancora in vita non potevano neanche immaginare.

Lo SWORD

Una volta compresa la situazione, l’episodio resta su Monica, ansiosa di tornare a lavorare per la sua agenzia, lo SWORD. Finalmente scopriamo qualcosa di più sull’organizzazione, che, come avevamo già anticipato in passato, non si occupa dei mondi alieni che potrebbero minacciare la Terra (o meglio, non solo di quelli), ma soprattutto di “armi senzienti”. L’acronimo dell’organizzazione del MCU è infatti “Sentient Weapon Observation and Response Division“, e ha come compito quello di monitorare tutte le potenziali minacce. Scopriamo inoltre dalle parole di Tyler Hayward (John Stamberg), direttore ad interim dello SWORD, che l’organizzazione è cambiata notevolmente nei 5 anni trascorsi dallo Snap di Thanos al Blip di Hulk, e che i governi del mondo hanno evidentemente compreso la necessità di avere un gruppo di ricerca e monitoraggio per quanto riguarda le minacce aliene – ovvio riferimento a Thanos.

Qualche curiosità sullo SWORD. Apparsa per la prima volta nel 2004 su Astonishing X-Men, lo SWORD (che nei fumetti è l’acronimo di Sentient World Observation and Response Department) è una sorta di branca dello SHIELD nata e costruita per contrastare le minacce aliene. L’organizzazione è apparsa raramente nei fumetti, ma ha avuto un ruolo importante ad esempio in saghe come Secret Invasion. Tra i suoi agenti operativi ha figurato anche Cable.

Ritorni

Continuiamo su questa scia parlando del cast, che vede il ritorno (o il debutto, per certi versi) di alcuni comprimari del Marvel Cinematic Universe in ruoli decisamente più importanti rispetto a quelli che abbiamo visto in passato.

La prima a “tornare” dopo essere già apparsa in Captain Marvel è Monica Rambeau, la figlia di Maria Rambeau (Lashana Lynch) che scopriamo essere deceduta alcuni anni dopo lo Snap di Thanos e che è stata un importante agente dello SWORD. In realtà, Teyonah Parris, che interpreta Monica, non era apparsa nel sopraccitato film, ma questo in quanto il ruolo della giovane bambina era di Akira Akbar.

Nell’episodio tornano anche due altri personaggi di secondo piano di alcune pellicole del MCU. Parliamo ovviamente di Darcy Lewis (Kat Dennings) e Jimmy Woo (Randall Park). La prima, apparsa in Thor e Thor: The Dark World, era in passato l’assistente tirocinante di Jane Foster (Natalie Portman) e Eric Selvig (Bill Skarsgard), che a quanto pare ha completato i suoi studi ed è ora uno dei profili più interessanti monitorati dallo SWORD per risolvere alcuni misteri. Jimmy Woo è invece un agente dell’FBI, lo stesso che in Ant-Man and the Wasp teneva sotto controllo (senza troppo successo) gli arresti domiciliari di Scott Lang (Paul Rudd).

Chi sono i vicini di Wanda?

Quando Monica finisce all’interno della cittadina di Westview e lo SWORD scopre che Wanda (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) vivono all’interno di una curiosa sit-com che si evolve col passare dei giorni, l’organizzazione cerca anche di scoprire l’identità di coloro che sono i vicini di casa dei due. Per quel che ne sappiamo, lo SWORD ha scoperto l’identità solo di alcuni abitanti di Westview, in particolare:

  • Arthur Hart (Fred Melamed) è in realtà Todd Davis
  • Mrs. Hart (Debra Jo Rupp) è in realtà Sharon Davis
  • Phil Jones (David Lengen) è Harold Proctor
  • Beverly (Jolene Purdy) è Isabel Matsueda
  • Herb (David Payton) è John Collins
  • Norm (Asif Ali) è Abilash Tandon

Si tratta di nomi che non sembrano avere un particolare legame a qualche personaggio o storia significativa della storia dei fumetti Marvel, ma che anzi ricorrono nei titoli di coda degli episodi della fittizia sitcom WandaVision al termine dei primi episodi. John Collins, ad esempio, viene indicato come l’art director della serie.

Restano invece ancora gli interrogativi su due personaggi ricorrenti e che sembrano nascondere segreti che ancora non conosciamo, ossia Agnes e Dottie Jones. Chi sono in realtà le due vicine di casa di Wanda?

Skrull?

Sulla lavagna sulla quale Jimmy Woo riporta le domande ancora irrisolte riguardo Westview (come i famosi esagoni, che ora diventano ufficialmente un mistero per la serie), vengono anche riportati gli Skrull come possibili cause dell’anomalia che tiene imprigionati Wanda e Visione. Non sappiamo in che modo Woo sia a conoscenza degli Skrull – apparsi solo in Captain Marvel, e tecnicamente tenuti nascosti dallo SHIELD e dalle organizzazioni governative – tuttavia possiamo ipotizzare che l’agente dell’FBI sia stato informato dallo SWORD di alcune delle possibili minacce extraterrestri coinvolte nell’anomalia. Lo SWORD, come scopriamo all’inizio dell’episodio, ha tra i suoi fondatori proprio Maria Rambeau, che in passato, insieme a Carol Danvers (Brie Larson) e Nick Fury (Samuel L. Jackson), ha avuto a che fare proprio con i mutaforma.

La Visione

In chiusura di puntata, assistiamo a una visione terribilmente macabra di Visione – scusate il gioco di parole. Dopo aver scaraventato Monica Rambeau fuori da Westview, Wanda si volta e osserva il marito, finendo per trasalire. Visione non appare infatti colorato e vivo come in precedenza, ma invece spento, pallido e con un grosso buco nella testa. È ovviamente un riferimento a ciò che è accaduto al personaggio in Avengers: Infinity War, ucciso da Thanos quando questi ha prelevato la Gemma della Mente dalla sua fronte. Anche Darcy e Jimmy, nel corso della puntata, ricordano che Visione è morto, e che non dovrebbe trovarsi lì. Wanda lo ha proiettato nella sua mente per dare una seconda vita al sintezoide?

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento