15 giochi che vogliamo vedere sulla versione mini PlayStation Classic

Di Andrea "Geo" Peroni
20 Settembre 2018

Sony ha annunciato mercoledì l’arrivo, entro fine anno, di PlayStation Classic, una versione miniaturizzata della prima console del colosso giapponese ridotta di circa il 45% rispetto alle dimensioni originarie. Un’operazione nostalgica dettata, naturalmente, da grande successo riscosso da Nintendo con NES Mini e SNES Mini negli ultimi anni, che anche altre case stanno emulando.

Questa Mini PlayStation One, oltre che a due controller (qui trovate il trailer di presentazione, il prezzo e altre informazioni), vanterà anche una memoria interna comprensiva di 20 giochi, grandi glorie della prima PlayStation che devono ancora parzialmente essere rivelate. Per il momento, infatti, sappiamo solamente 5 di questi giochi che saranno inclusi nella console e preinstallati: Final Fantasy VII, Ridge Racer Type 4, Jumping Flash, Tekken 3 e Wild Arms. Ma quali saranno gli altri 15 giochi?

Quest’oggi ci lanciamo in una previsione, forse un po’ azzardata ma neanche troppo, di quelli che sono i 15 giochi che vorremmo vedere su PlayStation Classic. Non dimenticatevi di farci sapere nei commenti quali sono i giochi che, secondo voi, non possono assolutamente mancare all’appello tra le glorie della prima console Sony. Abbiamo deciso, inoltre, di non inserire “doppioni” della stessa serie: non troverete dunque altri capitoli di Final Fantasy nella nostra previsione.

RESIDENT EVIL 2

Capcom, a gennaio, rilascerà uno dei remake più attesi di sempre. E perché è atteso? Perché ovviamente Resident Evil 2 è considerato un capolavoro, forse il miglior capitolo della serie horror giapponese. Vederlo riproposto nella sua versione originale, seppur si tratti di una tipologia di gioco con meccaniche non proprio invecchiate benissimo, sarebbe una grossa soddisfazione, sia per i veterani che lo desiderano rigiocare sia per i nuovi giocatori, che devono essere pronti a studiare alcuni capisaldi della storia videoludica.

MEDIEVIL

Anche in questo caso, proprio come Resident Evil 2, c’è chi sta lavorando ad un remake di MediEvil. Alla PSX 2017 Sony annunciò infatti il ritorno in pompa magna di Sir Daniel Fortesque, il combattente non-morto più famoso della storia di PlayStation, e il pubblico andò in visibilio. Del remake non abbiamo più avuto alcune notizie, ma quel che è certo è che MediEvil è una delle più grandi esclusive di casa Sony della prima console. Non inserire questo pioniere degli hack’n’slash adventure sarebbe davvero folle. E il primo dei due capitoli è sicuramente il migliore da inserire nella console mini.

CRASH BANDICOOT 3 WARPED

Vicarious Visions e Activision hanno recentemente riportato alla ribalta Crash Bandicoot dopo anni di oblio, con la rimasterizzazione totale dei primi tre capitoli. Ci sembrerebbe davvero assurdo, però, non vedere la più iconica mascotte della prima PlayStation sulla versione mini della console. Sarebbe stato bello ipotizzare un Crash Team Racing, ma i soli due slot per i controller fanno tramontare il sogno di tornare a passare le serate a sfidarsi in 4. Per questo, abbiamo scelto Crash Bandicoot 3 Warped, il migliore e più completo capitolo della serie originale. Un capolavoro, senza dubbio.

SPYRO: YEAR OF THE DRAGON

In questo caso, vale lo stesso discorso di Crash Bandicoot 3 Warped. A novembre uscirà la rimasterizzazione dei tre capitoli originali della serie di Spyro, ma il draghetto viola era una delle grandi icone di PlayStation e anche per lui è assurdo non pensare ad una sua apparizione sulla mini console. E Spyro: Year of the Dragon, il terzo capitolo, è secondo noi la scelta migliore per rendere omaggio al lavoro di Insomniac Games.

GRAN TURISMO

Come dimenticare Gran Turismo, che per molti anni è stata la serie di riferimento per chi cercava la miglior esperienza di guida in un videogioco. Realismo, messa a punto dell’automobile, numerosi tracciati, patenti difficilissime da ottenere, 290 auto tutte diverse da guidare: il primo Gran Turismo della storia fu un gioco visionario per il mondo delle corse su piccolo schermo, e non trovarlo tra i giochi di PlayStation Classic sarebbe davvero uno scandalo.

METAL GEAR SOLID

Sei Solid Snake, inviato nella base militare di Shadow Moses per fermare Liquid Snake e il suo malvagio piano. Le premesse per il primo Metal Gear tridimensionale, una esclusiva PS One passata alla storia, erano clamorose, e il gioco si rivelerà essere proprio questo: un capolavoro. Con una trama da far drizzare i peli ancora oggi e un gameplay straordinariamente efficace e visionario per l’epoca, Metal Gear Solid viene considerato, giustamente, come uno dei vieogiochi più importanti della storia.

CASTLEVANIA: SYMPHONY OF THE NIGHT

Considerato da alcuni giornalisti del tempo come il miglior platform 2D mai realizzato, Symphony of the Night è stato il primo gioco della serie Castlevania ad approdare su PlayStation, e il primo anche ad approcciare la meccanica metroidvania. Abbracciando il nuovo stile e diversi elementi dai giochi di ruolo, Castlevania, con questo tredicesimo gioco dall’inizio della serie, si confermò come un’opera imprescindibile per un appassionato del medium.

TOMB RAIDER II

Nel 1997 Lara Croft, la più famosa eroina dei videogiochi di quell’epoca, tornava prepotentemente alla ribalta con Tomb Raider II, conosciuto anche in alcune edizioni con il sottotitolo de Il pugnale di Xian. Un gioco d’avventura praticamente perfetto, che coniugava l’esplorazione di livelli indimenticabili come Venezia o la Grande Muraglia, la risoluzione di complicati enigmi e anche qualche fase d’azione con tanto di sparatorie. La bella Lara era al top della sua forma, in questo secondo capitolo. Abbiamo deciso: lo vogliamo rigiocare!

PRO EVOLUTION SOCCER

Qualcuno i voi potrà obiettare, ma pensateci bene: PlayStation Classic avrà due controller, dunque promuoverà anche giochi pensati per il multigiocatore, proprio come il già confermato Tekken 3. Tra i giochi che sicuramente hanno fatto la storia della console e che sono significativi per il mondo videoudico c’è il primo Pro Evolution Soccer, pubblicato nel 2001 e che portava i giochi di simulazione calcistica ad un livello decisamente superiore di realismo. In quegli anni, la serie FIFA era di diversi passi indietro rispetto a quella targata Konami, e PES, “sequel” di ISS Pro Evolution 2, sarebbe il gioco ideale per ripercorrere le origini dei titoli dedicati al calcio.

SILENT HILL

La mostruosa città di Silent Hill faceva capolino per la prima volta su PlayStation nel 1999, dando vita ad una incredibile serie survival horror che ne porta il nome prodotta da Konami. Con il passare degli anni, la serie è lentamente caduta in disgrazia anche a causa di una gestione non proprio lungimirante (il licenziamento di Kojima e la chiusura di Silent Hills è solo l’ultima negatività di una lunga lista), ma il primo gioco è tra quei videogiochi che non possono essere dimenticati.

TOMBI!

Tombi è uno di quei platform che hanno avuto un grandissimo successo ma che, inspiegabilmente, sono scomparsi rapidamente dai radar. Creato dal padre di Ghost’n’Goblins, Tokuro Fujiwara, Tombi divenne un titolo irrinunciabile per i possessori di PlayStation, salvo poi appunto scomparire a seguito del secondo capitolo. Inserirlo in PS Classic sarebbe sicuramente un modo per omaggiarlo, e magari anche per capire se il mondo è pronto per un terzo atteso capitolo…

GRAND THEFT AUTO 2

Quando la serie GTA era ancora in due dimensioni, i giochi di casa Rockstar erano ancora abbastana sconosciuti. Ciononostante, sarebbe sicuramente interessante riuscire a recuperare tramite PlayStation Classic la storia antica di Grand Theft Auto, magari proprio con quel secondo capitolo che migliorava alcuni aspetti del primo (non tutti, purtroppo) e che, secondo alcune teorie, ha alcuni legami narrativi con GTA III. Difficile dire se davvero GTA 2 sarà parte del pacchetto di PS Classic, poiché il gioco era sicuramente lontano dalla perfezione, ma del resto stiamo solo ipotizzando.

DINO CRISIS

Come si può non citare il primo Dino Crisis, survival horror a base di dinosauri dalla nomea clamorosa. Concepito dagli stessi creatori di Resident Evil, e difatti le somiglianze non sono poche, Dino Crisis è uno dei più grandi rimpianti dei videogiocatori, che dopo il terzo capitolo hanno visto scomparire letteralmente la serie dai radar. C’era di tutto: azione, mistero, dinosauri, persino distorsioni spaziotemporali! Rivogliamo Dino Crisis!

KULA WORLD

Il puzzle game che ha fatto sognare, ma soprattutto infuriare, un’intera generazione di videogiocatori. Nei panni di una palla, che dovevamo guidare fino alla fine del livello, questo videogioco fatto di rompicapi e tante imprecazioni era una enorme sfida per chiunque, un titolo che successivamente altre case di sviluppo proveranno a emulare senza troppo successo. Sony, se vuoi tenere i giocatori incollati su PS Classic, Kula World è l’ideale: qui i giocatori non sapranno dove sbattere la testa in alcune sezioni!

WIPEOUT

Concludiamo la nostra lista con un altro gioco di corse, il mitico WipEout, lo scorso anno riproposto da Sony in una splendida edizione rimasterizzata per PS4. Certo, è già il terzo gioco di corse (contando anche Ridge Racer 4 già confermato), ma WipEout non era un semplice gioco di corse arcade: WipEout era IL gioco di corse arcade, che con i suoi tracciati fantascientifici e le sue adrenaliniche gare era qualcosa di mai visto prima nel panorama dei videogiochi. Un vero appassionato non poteva fare a meno di avere WipEout nella propria collezione, e proprio per questo non può mancare neppure su PS Classic.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento