Activision sospende account Twitter di un giornalista che ha condiviso i leak di Warzone

Di Andrea "Geo" Peroni
2 Aprile 2021

Notizia decisamente curiosa, ma che fa pensare che i leak della giornata di ieri su Call of Duty: Warzone siano effettivamente veritieri.

Un giornalista, Andy Robinson, ha scoperto ieri di essere stato sospeso da Twitter per un certo periodo di tempo su richiesta di Activision.

Il motivo di tale ban temporaneo è l’ultima condivisione effettuata da Robinson, che riguardava il trailer leak della mappa a tema anni ’80 di Call of Duty: Warzone, di cui vi abbiamo parlato in questa notizia nella giornata di ieri.

Il trailer della nuova mappa è stato evidentemente messo in rete ben prima dei piani di Activision, che non ci ha pensato due volte prima di inviare una segnalazione di copyright a Twitter costringendo il social network a bloccare l’accesso a Robinson.

Lo stesso Robinson, stando al suo ultimo tweet, è stato poi in grado di parlare direttamente con Activision per conoscere la causa della sospensione, e, senza scendere nei particolari, il giornalista si è detto “soddisfatto del risultato”. Non ci è dato sapere, come detto, cosa intendesse dire davvero Robinson.

È curioso che Activisio abbia deciso di muoversi in questa direzione, considerando che il video leak non è stato realmente confermato. L’aver mosso una segnalazione per violazione di copyright, in ogni caso, sembra davvero essere una conferma indiretta della veridicità del leak, e che al termine della Stagione 2 Verdansk potrebbe cambiare rispetto a come la conosciamo oggi.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento