Avengers: Endgame – I 3 easter egg a tema videogiochi presenti nel film

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Maggio 2019

Mentre il film continua a macinare incassi record al botteghino (nel secondo weekend dovrebbe superare i 2 miliardi di dollari, altro traguardo storico), c’e ancora un aspetto del quale non vi abbiamo parlato: gli easter egg a tema videogiochi.

In Avengers: Endgame sono presenti 3 riferimenti, chi più evidenti chi meno, al mondo dei videogiochi, che non tutti forse hanno afferrato. Ve ne parliamo qui di seguito, in un articolo che ovviamente va considerato come spoiler dato che parleremo degli avvenimenti del film.

ATTENZIONE: SEGUIRANNO SPOILER SU AVENGERS: ENDGAME.

FORTNITE

Epic Games ce l’ha fatta. La sua creatura più famosa e redditizia, uno dei più grandi successi della storia dei videogiochi, appare fisicamente in uno dei più grandi successi della storia del cinema. Quando Hulk (Mark Ruffalo) e Rocket (Bradley Cooper) fanno visita a Thor (Chris Hemsworth) a Nuova Asgard, i due trovano anche Korg (Taika Waititi) impegnato a giocare tramite un televisore al battle royale di Epic Games.

Il segnale di una partnership tra Marvel e Fortnite era già chiaro dopo l’annuncio della modalità a tempo limitato sul gioco di Epic Games, che è stata lanciata in concomitanza con l’uscita del film alla fine di aprile. Incredibilmente, però, nessuno si sarebbe aspettato di vedere fisicamente Fortnite in Avengers: Endgame, sintomo del fatto che l’accordo tra i due colossi era molto più profondo di quello che pensavamo.

Inoltre, potremmo considerare questo easter egg a tema Fortnite come una sorta di segnale da parte di Epic Games. La scena in questione avviene nel 2023, a seguito del salto temporale di cinque anni dopo l’introduzione, e questo vuole essere un chiaro messaggio da parte dei creatori di Fortnite: questo gioco, anche fra 5 anni, sarà sempre giocato e popolatissimo. Odiatori di Fortnite e delle battle royale, fatevene una ragione: gli Avengers hanno parlato!

PLAYSTATION 4

Un easter egg legato a doppio filo con quello di Fortnite di cui abbiamo appena parlato: Korg, seduto sul divano, tiene infatti in mano un Dualshock di PlayStation 4, perfettamente riconoscibile dalla barra luminosa blu di forma vagamente triangolare.

Ovviamente, questo non è tanto un segnale da parte di Sony per affermare che nel 2023 ci sarà ancora PlayStation 4, anzi la next-gen è già stata annunciata e dovrebbe arrivare nel 2020 salvo cambiamenti dell’ultimo minuto. Nel contesto di Avengers: Endgame, però, dove l’intero pianeta è abbattuto per quanto accaduto nel 2018 e dove il progresso sembra essersi fermato, PS4 è ancora la console più utilizzata dai giocatori. E da Korg e Thor, ovviamente.

RATCHET & CLANK

Questo è invece l’easter egg che forse è sfuggito ai più, ma non alle orecchie dei più attenti e di chi conosce profondamente il marchio e la storia PlayStation.

Durante l’allestimento del macchinario che avrebbe permesso agli Avengers di viaggiare nel tempo attraverso il Regno Quantico, Tony Stark (Robert Downey Jr.) è nel QG dei Vendicatori intento a preparare il tutto. Nel richiamare l’attenzione di Rocket, Iron Man lo chiama con l’appellativo di Ratchet, al che il membro dei Guardiani della Galassia lo corregge facendogli notare il suo vero nome.

Ratchet non è altri che il protagonista della fortunata serie di Insomniac Games Ratchet & Clank, che sin dagli esordi di PlayStation 2 continua a calcare regolarmente (o quasi) le console di casa Sony. Insieme al piccolo robot Clank, Ratchet è costretto più volte a intraprendere pericolosi viaggi per salvare la galassia e i suoi cari. Inoltre, Ratchet appartiene alla razza aliena dei Lombax, che ricordano lontanamente i procioni per il pelo che ricopre tutto il corpo, la lunga coda e la capacità di stare su due zampe (cosa che fa Rocket abitualmente). Insomma, un altro easter egg a tema PlayStation, e chissà che non sia un segnale del ritorno in gran stile del duo come si vocifera da settimane…

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento