Basta stereotipi, i videogames possono essere degli ottimi alleati per mantenersi in forma

Di Chiara Ferrè
6 Settembre 2021

Troppo spesso la stampa nostrana ha tacciato i videogiochi come strane diavolerie che creano dipendenza, allontanano dalla realtà e dalla vita sociale, relegando i giovani a una vita misera, solitaria, insalubre.

Sottolineando che comunque la dipendenza da videogiochi esiste ed è un problema in diversi dei Paesi più sviluppati al mondo, Italia compresa, bisognerebbe sempre più ridimensionare lo stereotipo del videogiocatore cronico, asociale, maschio, in sovrappeso e scollegato dal mondo reale.

Ci viene in aiuto (e finalmente!) il Corriere della Sera, che ha di recente pubblicato un interessante articolo riguardante i benefici che può avere una sessione di gioco.

Il noto quotidiano riporta che Stakester, la piattaforma di analisi del mondo eSport, ha realizzato un accurato studio secondo cui i videogiochi non solo aiutano a migliorare le capacità visuo-spaziali e legate al problem solving, ma sono anche utili per perdere peso. Con due ore di gioco infatti si possono arrivare a bruciare circa 420 calorie per gli uomini e 470 per le donne, affrontando quindi uno sforzo fisico intenso come una bella sessione di addominali in palestra. I videogiocatori più appassionati sanno bene che una partita impegnativa può davvero lasciare… senza fiato!

I ricercatori sono giunti a questa conclusione monitorando la frequenza cardiaca e il consumo di calorie di un campione misto di 50 giocatori durante sessioni di gioco da 2 ore: in particolare ci si è concentrati sui popolarissimi FIFA e Warzone: la competizione in questi giochi aiuta a bruciare più calorie di quanto ci si aspetterebbe.

I videogames non sono quindi sempre da demonizzare come una concausa dello svilupparsi di uno stile di vita non sano e sedentario. Anche la Queensland University of Technology (QUT) in passato si era espressa a riguardo, conducendo uno studio simile su 1400 giocatori di 65 diversi Paesi, rivelando che questi hanno fino al 21% in più di probabilità di avere un peso corporeo più sano in rapporto alla popolazione media. I gamer in media fumano e bevono anche molto meno rispetto agli altri cittadini: questa passione infatti, sempre più come un vero e proprio sport, aiuta a mantenersi in forma sia fisicamente che mentalmente, se non diventa una dipendenza.

Viva i videogames e viva gli eSport!




Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme: vivo di cinema, libri, videogiochi e serie TV. Durante la settimana scrivo, osservo il mondo e vedo gente. Nel tempo libero scrivo (sì, di nuovo), disegno, videogioco.


1 commento:


  1. Atreyu


Scrivi un commento