La clamorosa inversione di marcia di Microsoft con Xbox ONE

Di Andrea White Mezzelani
19 Giugno 2013

Chiunque abbia seguito le presentazioni delle console next gen all’Expo di Los Angeles ha percepito il vantaggio, perlomeno apparente, della PlayStation 4 sulla concorrente di casa Microsoft. Senza voler alimentare dispute tra i fan delle due console, la presentazione Xbox ONE, per quanto possa essere stata innovativa, è stata quasi oscurata dalla politica commerciale e dalla presentazione in grande stile della console di casa Sony.

Ma oltre alla presentazione in sé molte cose avevano fatto storcere il naso, specialmente ai fedelissimi di Xbox; la connessione continua  della console alla rete (pena il blocco della console se ci si disconnette per più di una manciata di ore), la mancanza di retro-compatibilità, il completo abbandono (o quasi) dei giochi su disco e l’impossibilità di passare, gratuitamente, i giochi ad amici (per farlo infatti secondo Xbox sarebbe servito un pagamento extra).

Poche ore fa è arrivata la conferma da parte degli sviluppatori di Xbox ONE.
Attraverso un comunicato stampa che trovate a fondo pagina, Microsoft annuncia “un’inversione di marcia” rispetto alle politiche di utilizzo della console e in generale di gestione delle utenze Xbox Live. La motivazione a tale “cambio di rotta” è dovuta, secondo Don Mattrick (Presidente dell’Interactive Entertainment Business), autore del comunicato ufficiale sull’aggiornamento, proprio al feedback dei fans e dei numerosi utenti Xbox che hanno saputo far valere le loro motivazioni.
Ecco le novità introdotte:

  • Rimosso l’obbligo di connessione ogni 24H. Non ci sarà più il blocco del sistema se non ci si connette per un tempo superiore a quello indicato. Dopo aver effettuato il set-up iniziale di Xbox ONE si potra giocare offline senza limiti di tempo.
  • Condivisione e passaggio dei giochi rimarrà come è adesso su Xbox 360. Si potranno quindi prestare i giochi su disco, passare vendere e regalare senza problemi e senza alcuna restrizione.
  • I giochi si potranno acquistare su disco da un rivenditore fisico come gamestop, amazon o mediaworld ma si potranno anche scaricare a partire dallo store Xbox Live dal giorno d’uscita. Una volta scaricato il gioco si potrà anche giocarci offline se non si è interessati alle funzioni multiplayer. I giochi scaricati non si potranno comunque passare ad altri utenti (come su Xbox 360) né rivendere.
  • Abolizione dei blocchi regionali per i giochi scaricati.

Infine Microsoft afferma che il futuro sarà connettività continua, digitalizzazione completa e condivisione 24H/24 ma per ora, anche grazie alla passione e alle richieste di milioni di fans, vogliono lasciare la scelta fra contenuti digitali e fisici agli acquirenti.

Decisamente un’ottima notizia anche perché, senza queste modifiche, probabilmente Microsoft, con Xbox ONE, sarebbe andata verso un “flop biblico”.

Comunicato ufficiale 

Indice



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.