Forspoken teme la troppa concorrenza, Square Enix rinvia al 2023

Di Andrea "Geo" Peroni
6 Luglio 2022

Non è da escludere che la decisione di Square Enix sia arrivata a seguito dell’annuncio della release di God of War: Ragnarok. Quel che sappiamo per certo però è che Forspoken si farà attendere ancora per un bel po’.

L’azienda nipponica ha annunciato questo pomeriggio che Forspoken, nuova IP action open world precedentemente nota come Project Athia, non arriverà più nella seconda metà di quest’anno.

Il gioco è stato infatti rinviato al 24 gennaio 2023, data in cui Forspoken sarà lanciato su PC e in esclusiva console per PlayStation 5.

Problemi nello sviluppo? A quanto pare no. Le motivazioni dietro al rinvio di Forspoken sarebbero semplicemente da ricercare nell’eccessiva concorrenza che il gioco avrebbe affrontato nella finestra inizialmente decisa, l’11 ottobre, come suggerito dagli stessi ragazzi di Luminous Productions.

Gli sviluppatori hanno infatti scritto un post ai giocatori spiegando i motivi di tale rinvio, il secondo dopo quello di inizio anno:

Dopo averne discusso con i nostri partner più importanti, abbiamo preso la decisione strategica di spostare la data di lancio di Forspoken al 24 gennaio 2023. Tutti gli elementi di gioco sono completi, e lo sviluppo è nella fase conclusiva.

Come avete potuto leggere, Forspoken è effettivamente completo e il suo sviluppo è nelle fasi conclusive, tuttavia Square Enix teme molto probabilmente la concorrenza dei grandi franchise, che rischiano di fagocitare l’interesse e l’eventuale successo del gioco.

Tra ottobre e novembre, nel giro di poche settimane, arriveranno infatti Call of Duty: Modern Warfare 2, God of War: Ragnarok, Skull & Bones (vi ricordiamo dell’evento speciale di domani), Pokemon Scarlatto e Violetto, Mario + Rabbids: Sparks of Hope, A Plague Tale: Requiem e Gotham Knights. A questa lista potrebbero poi aggiungersi altre sorprese, come il rumoreggiato Remake di Assassin’s Creed.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento