Godfall – Counterplay Games vuole dar vita a un genere di videogiochi tutto nuovo

Di Andrea "Geo" Peroni
16 Luglio 2020

Continua a suscitare un buon interesse Godfall, uno dei primi videogiochi next-gen a essere annunciati e che sarà lanciato a fine anno su PlayStation 5 e PC (esclusiva Epic Games Store).

Il gioco, sviluppato da Counterplay Games, concentrerà la sua esperienza su una fortissima componente action unita alla meccanica del loot casuale, in un sistema inedito che gli sviluppatori hanno chiamato looter slasher.

Il livello di aspettative su Godfall è decisamente alto dalle parti di Counterplay, perché addirittura gli sviluppatori sono fortemente convinti e determinati nell’affermare che il titolo sarà in grado di dar vita a un genere completamente nuovo.

In un’intervista a Gamespot, Keith Lee, director di Godfall, ha parlato del profondo mix di generi che caratterizzerà Godfall, e che, essendo perfettamente amalgamato, sarà in grado di dar vita alla nuova tipologia dei looter slasher:

La visione per creare questo gioco era come unire il loot con combattimenti corpo a corpo in terza persona, ottenere meccaniche di combattimento molto succose e serrate […] perché molte persone della nostra squadra adorano titoli di combattimento d’azione basati sull’abilità. Tuttavia, ci sono anche persone nel nostro team, che hanno lavorato in Blizzard, che hanno sempre amato i giochi di ruolo basati sul loot. Adoriamo giocare a Borderlands. Quindi, in realtà, la premessa originale e il concetto erano: possiamo avere un gioco che si trova da qualche parte a metà tra le due cose, il che significa che una parte è guidata dal bottino e un’altra è invece guidata dall’abilità.

Il team riuscirà a dar vita a questa visione? Per il momento non possiamo fare altro che aspettare di vedere ulteriormente in azione Godfall, del quale proprio pochi giorni fa è stata mostrata la box art per PS5. L’avevate già vista?

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento