[Guida] Mortal Shell – Come curarsi

Di Marco "Bounty" Di Prospero
17 Agosto 2020

Mortal Shell è il nuovo Soulslike targato Cold Symmetry e disponibile da oggi 18 agosto 2020, su PS4, Xbox One e PC. Come i giochi From Software, anche Mortal Shell ha un livello della difficoltà piuttosto alto, soprattutto per coloro che si avvicinano al gioco per la prima volta. Inutile dire quindi che per sopravvivere vi serviranno delle cure. A differenza di Dark Souls e Bloodborne, infatti, in Mortal Shell non esistono cure “ricaricabili” come le fiaschette estus o le fiale di sangue. Ecco quindi una breve guida su come curarsi in Mortal Shell.

Come curarsi in Mortal Shell

In Mortal Shell, l’unico modo di curarsi è quello di utilizzare degli oggetti consumabili. In particolare, nel corso dell’avventura troverete i “Funghi Guarniti“, equipaggiamento che vi permetterà di curare 30 punti salute in 30 secondi. Ciò significa che, una volta assunto il fungo, la rigenerazione non sarà istantanea. Pertanto, se avrete bisogno di curarvi durante uno scontro vi consigliamo di allontanarvi quanto basta per recuperare tutta l’energia. Tra l’altro, al contrario delle fiaschette estus, i funghi non verranno rigenerati una volta raggiunta una Sorella Genessa (l’equivalente dei falò di Dark Souls). Per farmare altre funghi dovrete quindi tornare nei punti in cui li avete raccolti inizialmente e rifornirvi di nuovo. Ovviamente, per bilanciare il gioco, gli sviluppatori hanno previsto un tempo di cooldown prima di poterli raccogliere nuovamente. In alternativa ai funghi potete assumere il “Ratto Arrosto“, altro consumabile che rigenera 35 punti vita in 10 secondi (seppur consumando la Determinazione). Al contrario dei funghi, il ratto sarà droppato casualmente dai nemici sconfitti.

Questa dunque la guida su come curarsi in Mortal Shell. Restate su Uagna per leggere altre guide dedicate al Soulslike di Cold Symmetry.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento