Ibrahimovic contro FIFA 21: “Non hanno il permesso di usare il mio nome per fare soldi”

Di Andrea "Geo" Peroni
23 Novembre 2020

Scoppia il caso: Zlatan Ibrahimovic contro FIFA 21.

L’attaccante svedese, in forza all’AC Milan, sta vivendo un grandissimo momento di forma. Proprio ieri sera, nel corso del posticipo di Serie A contro il Napoli, ha siglato una doppietta che non solo gli ha permesso di arrivare in doppia cifra nella classifica dei marcatori del campionato, ma ha anche consentito alla squadra rossonera di proiettarsi provvisoriamente in testa.

Sfortunatamente, l’attaccante è stato anche colpito da un brutto infortunio, che lo terrà lontano dai campi di calcio per alcune settimane.

Nel frattempo, Ibrahimovic ha deciso di dedicarsi a un altro hobby: quello della polemica contro Electronic Arts e il suo celebre videogioco FIFA.

L’attaccante si è infatti scagliato su Twitter contro EA Sports e FIFA 21, colpevoli, a suo dire, di aver utilizzato il suo nome e la sua immagine senza alcun permesso traendone profitto.

Chi ha concesso a FIFA EA Sport il permesso di usare il mio nome e la mia faccia? FIFPro? Non penso di essere un membro di FIFpro, e se lo sono sono stato messo lì senza alcuna reale conoscenza, attraverso qualche strana manovra. E di sicuro non l’ho mai permesso alla FIFA o Fifpro, per fare soldi usando me.

Ibra rincara poi la dose in un altro tweet, dove afferma che è deciso a capire se e come EA Sports sia in grado di utilizzare il suo nome e il suo volto per trarre profitto da FIFA 21. In caso contrario, procederà per altre vie:

Qualcuno sta facendo profitto sul mio nome e sulla mia faccia senza alcun accordo in tutti questi anni. È ora di indagare

Alcuni utenti, che hanno commentato i tweet di Ibrahimovic, hanno ricordato all’attaccante che, ad esempio, il Milan è attualmente parte di FIFA 21 con una partnership esclusiva. Come forse vi ricorderete, la squadra di Milano non è più presente (ufficialmente) su PES 2021, dopo aver deciso di firmare un accordo con Electronic Arts per questa stagione.

Altri fanno (giustamente) notare che lo stesso attaccante non si è mai lamentato della sua presenza su FIFA nei quasi 20 giochi della serie di cui ha fatto parte, diventando anche, in varie occasioni, uno dei volti di riferimento per la modalità FIFA Ultimate Team. Nella sua lunga carriera, Ibra ha vestito le prestigiose maglie di Ajax, Juventus, Inter, Manchester United, Barcellona e appunto Milan, e si è distinto in tantissime occasioni.

Una storia certamente curiosa, e forse la prima polemica di questo tipo mai mossa a FIFA. Cosa ne pensate?

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento