Kingdom Hearts χ, Back Cover, Unchained χ e Union χ | Facciamo un po’ di chiarezza

Di Andrea "Geo" Peroni
19 Febbraio 2019

C’è una cosa, incontestabile, che Kingdom Hearts III ci ha consegnato, e che ha rivalutato le idee di tantissimi giocatori: Kingdom Hearts χ, o per meglio dire l’universo di Kingdom Hearts χ, sarà a dir poco fondamentale per quello che sarà il futuro della serie ideata di Tetsuya Nomura.

ATTENZIONE: Pur parlando di Kingdom Hearts χ, questo articolo presenta spoiler sul finale di Kingdom Hearts III.

Come ho già avuto modo di raccontarvi ampiamente nel nostro speciale dedicato all’epilogo dell’ultimo titolo Square-Enix, nel quale ho analizzato il filmato I Maestri Perduti con tutte le informazioni che abbiamo in questo momento in nostro possesso (l’analisi sul filmato Yozora è invece molto più povera, ma perché in quel caso le informazioni sono davvero minime), la serie di titoli legati all’universo narrativo della storia di Sora ma ambientati all’incirca 1000 anni prima di essa sta assumendo grande importanza. E non parliamo solamente della comparsa a sorpresa di Ira, Aced, Gula e Invi nel Cimitero dei Keyblade, richiamati da quello Xigbar che abbiamo scoperto essere il misterioso sesto apprendista del Maestro dei Maestri, Luxu, in un colpo di scena da maestro che ci ha fatto rivalutare tutto quello che sapevamo di questo personaggio.

In Kingdom Hearts III, specialmente nell’atto conclusivo che va dall’arrivo di Sora e degli altri guardiani della Luce al Cimitero dei Keyblade, troviamo riferimenti e clamorose apparizioni che si rifanno proprio al filone narrativo di Kingdom Hearts χ, come l’aiuto insperato di Ephemer nello scontro con la demoniaca massa di Heartless, la comparsata di un Chirithy che ha legami con un personaggio particolarmente conosciuto, e ovviamente la forza spirituale di tutti gli antichi Denti di Leone che forniscono a Sora la Luce necessaria per sconfiggere le forze del male, in un’intensa sequenza al cardiopalma che ricorderemo per sempre.

Intorno a Kingdom Hearts χ, però, ci siamo accorti esserci una notevole confusione, forse anche a causa della poca e non sempre chiara informazione che arriva da Square-Enix. Cosa è realmente Kingdom Hearts χ, e qual è il legame con tutti gli altri giochi della serie che riportano il marchio χ nel proprio nome? Oggi cercherò di fare chiarezza per tutti voi, in modo tale da delineare una certa linea editoriale che Tetsuya Nomura e il suo team hanno deciso di dare alle storie pre-Sora. Storie che, vi ricordo ancora una volta, racchiudono molto probabilmente gli indizi più importanti sul futuro di Kingdom Hearts e dei guardiani della Luce, che presto saranno impegnati contro nemici ancor più potenti di Xehanort.

L’UNIVERSO χ

Che cos’è Kingdom Hearts χ[chi], si chiederanno molti di voi. Difficile al momento darvi una risposta, perché è possibile che neppure voi sappiate veramente di quale gioco state parlando. Cerchiamo quindi, prima di tutto, di fare un po’ di chiarezza intorno all’intero subfranchise della serie principale

L’epopea di Kingdom Hearts χ[chi] si compone in totale di 4 opere, per usare un termine più generico, e presto capirete il perché di questa precisazione. Il capostipite è appunto Kingdom Hearts χ[chi], un browser game esclusivo per il mercato giapponese che ormai non esiste più: i server di gioco sono stati infatti scollegati, e non vi è più la possibilità di accedervi. Aperto lentamente nel 2013 prima in fase beta e poi in versione completa, il gioco ha cessato la sua esistenza nel 2016, in concomitanza con il lancio del primo vero titolo mobile canonico della serie. L’unico modo per recuperare la storia di χ[chi], se vi interessa, è su Youtube tramite filmati tradotti in inglese: non vi sono altre possibilità.

kingdom hearts chi back cover

Nel 2016 arriva Kingdom Hearts: Unchained χ, un titolo per smartphone e tablet, sia iOS che Android, che esplora aspetti differenti del gioco originale. Ci arriveremo, ma per il momento vi avvisiamo di  non scervellarvi: se state cercando il gioco sul vostro telefono, sappiate che, in sostanza, non esiste più, ma che è stato inglobato nella nuova e più corposa versione con un altro titolo.

La terza opera di questo universo è Kingdom Hearts χ Back Cover, che, sorpresa sorpresa, non è un videogioco. Back Cover è infatti un film realizzato con Unreal Engine 4 (lo stesso motore grafico di Kingdom Hearts III) disponibile esclusivamente nella collection su PS4 Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue. Nel film ripercorriamo sostanzialmente i fatti di Kingdom Hearts χ[chi], ma dalla prospettiva di altri personaggi. Le vicende si concentrano infatti sui cinque veggenti, Ira, Gula, Aced, Invi e Ava, all’antico ed enigmatico Maestro dei Maestri, e sul misterioso sesto apprendista Luxu, al quale il mentore affidò il Keyblade Occhio che Scruta e la scatola nera oggetto di tanto interesse in Kingdom Hearts III.

Terminiamo questa prima parte con Kingdom Hearts: Union χ[Cross], che è in realtà quella che potremmo definire la Stagione 2 di Unchained χ. Nel 2017, un anno dopo il lancio della prima app, Square-Enix rilascia infatti sempre su smartphone e mobile questa nuova incarnazione del franchise, che è comprensiva di tutte le novità e del titolo originale. Se scaricate Union χ[Cross], infatti, avete automaticamente accesso anche alla “Stagione 1”, ossia a tutta la storia di Unchained χ, con in più tutto quello che è stato implementato successivamente (il gioco viene costantemente aggiornato con nuovi contenuti, e non è da escludere un nuovo rebrand per una ipotetica Stagione 3).

In questo modo, già potete aver capito che, a differenza di quello che molti credono, i quattro componenti di questo universo sono sì legati ma differenti tra loro. Non esistono giochi che risultano essere remake di altri, ognuno di essi si concentra su un aspetto in particolare della grande storia del pre-, durante e post-Guerra dei Keyblade. Potremmo riassumere il tutto come una serie di tre racconti: il primo composto da Kingdom Hearts χ[chi] e naturalmente χ Back Cover, che come detto sono ambientati nello stesso momento ma da prospettive diverse; il secondo è invece Kingdom Hearts Unchained χ, che è sequel di χ[chi]; infine, abbiamo Kingdom Hearts Union χ[Cross], sequel del gioco precedente e ultima, per ora, incarnazione del subfranchise.

PERCHÉ χ È DIFFERENTE DA UNCHAINED χ[chi]?

Bella domanda, alla quale cerchiamo di rispondervi qui di seguito nella maniera più semplice possibile. Non è infatti facile spiegare, a chi non “mastica” Kingdom Hearts, come e perché Unchained χ differisce da χ[chi] nonostante questi appaiano davvero molto simili, tanto che qualcuno, erroneamente, considera il gioco mobile come un remake. Non è così.

kingdom hearts unchained x logo

Kingdom Hearts: Unchained χ è un sequel diretto di χ[chi], nonostante ne riprenda sostanzialmente in toto ambientazioni e personaggi. Al termine di Kingdom Hearts χ[chi], accade “qualcosa” (ne parleremo dopo) che impedisce al giocatore di andare oltre, costretto quindi a ripercorrere da capo i propri passi ad eccezione di quello che fu il catastrofico finale di χ[chi], la Guerra dei Keyblade. Possiamo quindi dire che in Unchained χ il protagonista, che poi sarebbe l’avatar di ogni giocatore, viene costretto a rifare interamente da capo tutto ciò che ha vissuto in χ[chi], a causa di una serie di eventi messi in moto dalla guerra, dai Veggenti e non solo. Proprio per questo molti fan, confusi dalla scarsità di informazioni, ritengono erroneamente Unchained χ un remake di Kingdom Hearts χ[chi]: sì, potremmo asserire che si tratta ANCHE di un remake, ma fondamentalmente Unchained χ è il successore del primo gioco del subfranchise.

Ciò che viene dopo Unchained χ, come vi abbiamo già detto, prende il nome di Kingdom Hearts: Union χ[Cross], che dunque rappresenta un’esperienza “originale” e diversa da quello che fu Kingdom Hearts χ[chi], nella quale confluiscono i destini dei nuovi Denti di Leone, delle nuove Unioni e anche di personaggi assolutamente imprevedibili. Incentrata maggiormente sulla cooperazione multigiocatore, un concetto che sta alla base stessa degli insegnamenti di χ, Union χ[Cross] è ancora in pieno svolgimento, dunque non sappiamo dirvi tutto sulla storia di questo gioco che sicuramente saprà riservare sorprese.

MONDI, SOGNI, VIAGGI NEL TEMPO E RICORDI

Per meglio farvi comprendere le differenze tra le 4 opere, procederò ora con una sorta di riepilogo, più o meno dettagliato, della storia di χ[chi] e dei suoi sequel. Se avete intenzione di godervi al pieno, e da soli, la storia dei Denti di Leone, vi consiglio di allontanarvi, ma vi avviso inoltre che, data la chiusura di χ[chi], è praticamente impossibile pensare di fare tutto in solitaria.

Tutto ciò che avviene in Unchained χ e Union χ[Cross] è una conseguenza di quello che il Maestro dei Maestri ha ordinato ad Ava. Prima di scomparire, l’antico maestro e primo possessore dell’Occhio che Scruta diede ad ognuno dei suoi cinque apprendisti, chiamati Veggenti (ad eccezione di Luxu, ovviamente), cinque compiti ben precisi, oltre al ruolo di capi delle cinque Unioni di possessori del Keyblade. Ira, Aced, Gula, Invi e Ava diventarono quindi la guida degli antichi eroi del Keyblade, suddivisi tra le unioni di Unicorni, Leopardi, Orsi, Serpenti e Volpi, con il compito generale di collezionare Lux e preservare la luce. Come detto però ogni Veggente aveva anche un ruolo extra. Quello di Ira, ad esempio, era quello di fare da nuovo capo dei Veggenti, prendendo il posto del maestro. Quello di Ava, invece, era votato al futuro: il Maestro dei Maestri aveva predetto la Guerra dei Keyblade, e qualcosa per preservare la luce dopo quel terribile conflitto  doveva essere fatto.

Nel corso dei fatti di Kingdom Hearts χ[chi], i Veggenti adempiono al volere del loro vecchio maestro, senza però venire assaliti dai continui dubbi su chi sia il misterioso traditore che essi sanno essere più vicino di quanto si pensi (che poi è ciò che viene raccontato in Kingdom Hearts χ Back Cover dal punto di vista dei capi delle Unioni). Mentre la maggior parte dei Veggenti resta accecata dal desiderio di scoprire chi sia la figura profetizzata che avrebbe fatto scoppiare la guerra, la maestra Ava inizia a radunare coloro che rappresenteranno il futuro della Luce, i Denti di Leone, e cerca 5 guerrieri che possano prendere le redini delle Unioni dopo la Guerra dei Keyblade e guidare i superstiti. I 5 guerrieri scelti sono Ephemer, Skuld, Brain, Ventus e Strelitzia.

Sorvoliamo su Ventus, in quanto ancora oggi non è chiaro come sia possibile che il ragazzo, praticamente un coetaneo di Sora in Kingdom Hearts III, si trovi lì, in quel momento, oltre 1000 anni prima del suo vero tempo. O di quello che pensavamo appartenergli, ecco. Sappiamo che ormai i viaggi nel tempo sono divenuti una componente importante nella storia della serie, ma la presenza di Ven è comunque difficile da spiegare oggi.

Di Strelitzia, invece, abbiamo qualche informazione in più. Chi ha giocato a Unchained χ sa che la ragazza scelta da Ava non ha mai preso il suo posto nel tavolo dei capi delle Unioni. Strelitzia è stata infatti assassinata, e molti davano per scontato che tale fatto fosse da attribuire a Lauriam, l’originale Qualcuno di Marluxia, che quindi abbiamo scoperto essere legato al tempo della Guerra dei Keyblade. Lauriam, sempre secondo la teoria originale, uccise anche il Chirithy di Strelitzia, e le rubò il libro del leader dei Denti di Leone, presentandosi poi dopo la guerra al Cimitero dei Keyblade, luogo scelto da Ava come primo incontro tra i nuovi leader, proprio come uno di loro. Qui i 5 pianificano il futuro dei Denti di Leone, che si fa particolarmente complesso da capire. In sostanza, in questo momento siamo alla conclusione dei fatti di Kingdom Hearts χ[chi] con lo scoppio della grande guerra, la stessa “fine” di Unchained χ. Come detto, però, i due giochi non sono la stessa cosa, ed ecco perché. A proposito di Lauriam, inoltre, solo recentemente è stata fatta luce sulla sua vera storia, ne parleremo alla fine.

Tutto quello che viviamo in Unchained χ è infatti una sorta di grande inganno. I Denti di Leone vengono spinti dai 5 ex-Denti di Leone ora capi delle Unioni a dimenticare tutto il conflitto della Guerra dei Keyblade, per evitare che ciò accada di nuovo. Per farlo, si servono dei Chirithy e del reame dei mondi dormienti, che rivestono il ruolo di principale ambientazione del gioco. Mentre i mondi che visitiamo in χ[chi] sono illusioni e proiezioni future create dal Libro delle Profezie (utilizzate per far collezionare Lux ai guardiani), quelli di Unchained χ sono infatti i cosiddetti mondi incatenati (Unchained, appunto), che si trovano nel Regno del Sonno. Un reame che i giocatori della serie conoscono molto bene, in quanto Sora e Riku lo visitano durante i fatti di Kingdom Hearts: Dream Drop Distance. L’accesso dei Denti di Leone al reame del sonno è garantito dalla presenza dei Chirithy, che come forse già saprete sono stati i primi Divorasogni della storia, creati dal Maestro dei Maestri per accompagnare i nuovi eroi del Keyblade (e forse anche per altri scopi…).

Nei mondi incatenati, il Giocatore (cioè il personaggio di ogni giocatore) e tutti gli altri prescelti del Keyblade, compresi i Denti di Leone e i vari Ephemer e Skuld, compiono il loro viaggio, che si concluderà come detto con lo scoppio della guerra a causa delle frizioni fra le Unioni.

Ma allora, direte voi, cosa accade di così strano al termine di χ[chi] da essere erroneamente portati a pensare che Unchained χ ne fosse una sorta di remake? Al termine della Guerra dei Keyblade, Skuld ed Ephemer trovano il Giocatore sorpavvissuto allo scontro, e decidono di farne un Dente di Leone. A seguito di questo, i due si incontrano con Ventus, Lauriam e Brain, interrogandosi ad Auropoli sul futuro (i Veggenti, invece, risultano scomparsi, e a questo punto viene logico pensare che dopo lo scoppio della guerra siano stati evocati da Luxu/Xigbar nel futuro) e sulle decisioni da prendere. Il gruppo elegge Ephemer come nuovo leader, prendendo quindi il posto di Ira, e il ragazzo approva la sua idea: “ricostruire” le memorie dei Denti di Leone facendo loro dimenticare tutta la Guerra dei Keyblade, per evitare do ripetere lo stesso errore. Che cosa succede quindi, al termine di χ[chi]? I Denti di Leone, in compagnia dei loro Chirithy, vengono spinti in Unchained χ a ripercorrere tutto quello che hanno vissuto in Kingdom Hearts χ[chi] sempre nel reame del sonno, e questo spiega il motivo per cui le storie dei vari mondi siano ripetute. Nel frattempo, il compito dei Chirithy diventa quello non solo di sorvegliare i Denti di Leone, ma anche di aiutarli nel tentativo di dimenticare la Guerra, rimuovendo i ricordi negativi. Tutto quello che fanno i Chirithy è infatti agire sulla mente, e quei pochi ricordi sulla “vita passata” che rimangono (il giocatore ricorda ad esempio di aver combattuto contro il Maestro Aced ad Auropoli) sono talmente offuscati che vengono creduti un sogno. In sostanza, tutti coloro che sanno che la Guerra dei Keyblade è avvenuta, al termine di Unchained χ, sono i Chirithy, i Veggenti, Luxu, il Maestro dei Maestri, Ephemer, Ventus, Lauriam, Brain e Skuld. E ovviamente il giocatore, ma non il suo avatar. Che quindi, come tutti gli altri Denti di Leone, è stato ingannato.

La conclusione di Unchained χ arriva nel momento in cui il Giocatore ha rivissuto tutta la sua avventura di χ[chi], senza appunto la Guerra dei Keyblade. Un intricato intreccio narrativo, che trova però la sua risoluzione proprio alla luce delle rivelazioni che sono state fatte in Union χ[Cross] negli ultimi mesi con l’arrivo di un clamoroso personaggio dal passato, la strega Malefica. È importante però che abbiate capito la differenza tra χ[chi] e Unchained χ, ovviamente anche in merito alle ambientazioni: nel primo gioco, i mondi sono proiezioni future create dal Libro dei Veggenti, così come tutti i personaggi Disney e gli Heartless (possiamo asserire quindi che in tutti i fatti dei giochi di questo subfranchise non abbiamo ancora visto un vero Heartless, ad eccezione dei misteriosi Darklings, gli unici reali); nel secondo gioco, invece, i mondi visitati risiedono nel reame del sonno, e sono stati “plasmati” dallo stesso Maestro dei Maestri per permettere ai Chirithy di far compiere il viaggio ai Denti di Leone. È dannatamente complicato da spiegare, ma è così.

E MALEFICA?

In Union χ[Cross], come detto, stiamo lentamente scoprendo cosa accadde a seguito della guerra e del nuovo viaggio dei Denti di Leone. C’è però un elemento di grande interesse che si è fatto avanti recentemente nel gioco, e cioè Malefica. Come abbiamo già spiegato, tutti i personaggi Disney incontrati nel corso dei giochi sono solo illusioni, proiezioni future o copie create dall’antico maestro, e questo comprende anche i villain: Jafar, Ade, sono tutti dei falsi. Nel Dominio Incantato, ispirato al film animato La bella addormentata nel bosco, troviamo ovviamente la perfida Malefica, ma sorpresa delle sorprese: al termine della missione in questo mondo, scopriamo che la strega è reale. È la stessa che abbiamo combattuto in tanti giochi della serie, proprio lei, in carne ed ossa. Ma perché?

Durante il primo Kingdom Hearts, subito dopo essere stata battuta per la prima volta da Sora, Malefica viene trafitta al cuore dal Keyblade del Cuore delle Persone, nome col quale solitamente si identifica l’arma in possesso di Riku in quel momento anche se il nome, per quanto abbia cercato in rete, non penso sia mai stato confermato al 100%. Comunque, questo crea un imprevisto forse non messo in conto da Riku/Ansem: Malefica acquisisce il potere di viaggiare nel tempo. Esistono infatti due regole nell’universo della serie che soddisfano la possibilità di viaggiare nel tempo:

  • La persona deve essere stata privata del cuore
  • La persona può viaggiare nel tempo solo se alla destinazione c’è una versione di sé

Questo spiega anche, ad esempio, per quale motivo Ansem, l’Heartless di Terra/Xehanort, sia stato in grado di tornare indietro nel tempo e di palesarsi alla versione giovane del Maestro Xehanort, per confidare i piani futuri. Comunque, Malefica, acquisito questo potere, decide di intraprendere un viaggio temporale per cambiare il suo destino nel suo mondo. Ella si ritrova però al tempo della Guerra dei Keyblade, e finisce incredibilmente nella copia del Dominio Incantato creata dal Maestro dei Maestri. In questo mondo, infatti, è presente una copia di Malefica, e dunque la strega è riuscita a spostarsi fino a questo punto. Teniamo bene a mente che si tratta però di un mondo copiato: cambiarne la storia è impossibile.

Malefica viene infatti sconfitta, e non si capacita di come non sia riuscita a cambiare il passato. A seguito della sconfitta, si palesa davanti a lei una figura che rimane nell’ombra, e che decide di farsi chiamare semplicemente Darkness. La figura spiega cosa è accaduto: il Maestro dei Maestri sapeva che Malefica avrebbe approfittato del suo nuovo potere per cercare di viaggiare nel tempo, ma a causa della sua conoscenza del futuro doveva essere fermata. Per questo motivo l’antico maestro creò la copia del Dominio Incantato, intrappolandovi dentro la Malefica del futuro che viene quindi spronata da Darkness a tornare al suo tempo.

Questo potere di Malefica potrebbe spiegare ad esempio la sua misteriosa resurrezione in Kingdom Hearts II, oppure la sua strana bramosia per la scatola nera di Luxu, oggetto del quale oggi non sappiamo come sia venuta a conoscenza. Allo stesso modo, questa particolarità dei viaggi nel tempo potrebbe darci indicazioni sui “due” Ventus, uno ai giorni nostri e uno vissuto oltre 1000 anni prima, ma che sembrano essere la stessa persona. Avrà forse a che fare con Xehanort, che rimosse il cuore di Ven per creare Vanitas? La conseguenza di questo fatto potrebbe essere la sua abilità di viaggio nel tempo, magari nel momento in cui il suo cuore entra in un sonno profondo?

Negli ultimi update di Kingdom Hearts Union χ[Cross], inoltre, la trama sta facendo passi quasi da gigante. Le indagini sulla morte di Strelitzia sono infatti andate avanti, ed è saltato fuori che la ragazza, che sembra in qualche modo legata al Giocatore per quello che abbiamo visto nelle vicende tra Unchained χ e Union χ[Cross], e Lauriam sono collegati, e che ormai questo sembra sia stato completamente scagionato dal sospetto. Perché? Molto semplice: Lauriam è il fratello di Strelitzia, intenzionato a capire come mai la sua amata sorella non sia diventata un leader delle nuove Unioni come in origine doveva fare. Le indagini di Lauriam lo portano a conoscere Elrena (il Qualcuno di Larxene, ecco dove i due si sono incontrati per la prima volta prima di unirsi all’Organizzazione XIII sotto forma di Nessuno), in passato amica di Strelitzia (è probabile che anche Elrena sia una custode del Keyblade, in quanto la ragazza afferma che un tempo era compagna di gruppo della sorella di Lauriam). Elrena, anche dal canto suo, sta svolgendo indagini sulla scomparsa dell’amica, ma per il momento tutto ciò è inconcludente. All’insaputa di Lauriam, però, probabilmente Ven ed Ephemer hanno capito chi sia il vero assassino e l’impostore al tavolo dei 5 leader delle Unioni. Brain, infatti, afferma di avere uno scopo molto più alto e importante di continuare ad essere un semplice leader di una Unione, e di voler riscrivere il mondo e i ricordi delle persone, pensando che l’aver cancellato la Guerra dei Keyblade dalle menti sia stata una pessima mossa. Brain vuole ergersi a nuovo faro. Un virus, come lui stesso si definisce, che contagerà il mondo e ne cambierà il destino.

Abbiamo cercato di spiegarvi, a grandi linee, tutto quello che è accaduto in Kingdom Hearts χ[chi] e nei suoi sequel, ancora oggi in corso. Si tratta di una narrazione particolarmente intricata, ma che, come è evidente, sta assumendo un’importanza di notevoli proporzioni per il futuro della serie. Vi invitiamo, infine, a prendere parte al gioco mobile: è completamente gratuito, ed è perfetto per una partita mordi e fuggi. Un Kingdom Hearts a portata di mano, insomma.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.