L’intera Storia Etere Zombie, riassunta in poche parole

Di Andrea "Geo" Peroni
27 Ottobre 2020

Un appuntamento speciale quello di oggi, su Inside Call of Duty Zombies, che viene incontro alle vostre numerose richieste. Il team di Uagna.it e UAGNA TV si è messo nuovamente in azione per portare un contenuto di importanza epocale: l’intera Storia Etere della modalità Zombies riassunta in poche parole (e in un video di 10 minuti)!

La Storia Etere di Treyarch nasce sul lontano Call of Duty: World at War, nel 2008, per poi proseguire in tutti i successivi capitoli del franchise di Black Ops. Da Nacht der Untoten a Der Riese, da Kino der Toten a Moon, da TranZit a Shadows of Evil, da Revelations a Tag der Toten, il viaggio è stato semplicemente lunghissimo e complicatissimo da seguire. Ogni ambientazione ha sempre portato avanti a piccoli passi la storia, con una narrazione nascosta che non tutti sono riusciti a tenere sotto controllo in ogni momento.

Lo specialissimo speciale (eh già) di oggi arriva proprio in soccorso di coloro che, nonostante abbiano seguito la nostra appassionante e lunga serie di progetti su YouTube LA STORIA ZOMBIE – IL FILM (perché li avete seguiti, vero?), si sono persi nei meandri della Storia Etere e hanno dimenticato alcuni passaggi forse fondamentali in vista del debutto della nuova storyline di Black Ops Cold War, la Storia Etere Oscuro, che seguirà gli eventi conclusivi di Black Ops 4 Zombies.

Non mi resta che lasciarvi a questo breve ma al tempo stesso ricchissimo speciale che racchiude in sé tutte le informazioni più importanti della Storia Etere Zombies. Buona lettura (o visione, nel caso vogliate vederla in forma di video)!

L’inizio

Anticamente esisteva un solo essere superiore, che venne poi diviso in due parti: una fazione di esseri chiamati Custodi guidati dal dr. Monty, e gli Apothicon dell’Uomo Ombra. Il loro scopo è sempre stato uno: preservare la loro esistenza.

Nel 1931 il dottor Ludvig Maxis fonda il Gruppo 935, gruppo di ricerca scientifica dedicato allo studio del misterioso Elemento 115 ritrovato in un meteorite caduto a Tunguska nel 1908. Nel 1936 Maxis accoglie un nuovo membro nel gruppo, il dottor Richtofen che prima faceva parte degli Illuminati, il quale inizia a lavorare con il dr Schuster a un dispositivo di teletrasporto di materia alimentato a 115 e allo studio degli effetti collaterali di questo elemento, che consente di riportare in vita i morti sotto forma di zombie non senzienti.

Dopo aver sviluppato l’arma Wunderwaffe DG-2, Richtofen inizia una serie di esperimenti segreti insieme a Schuster, provando il teletrasporto su se stesso: uno dei viaggi sarà quello che lo porterà a visitare la Piramide lunare degli Apothicon e a entrare in contatto con l’Uomo Ombra, dando inizio alla sua follia per il controllo dell’Etere. Ormai preda delle sue ossessioni, Richtofen sogna di raggiungere la mitica Agartha, e decide quindi di continuare una serie di studi segreti alle spalle di Maxis. Inizia quindi con Schuster la progettazione della Stazione Grifone sulla Luna, che gli servirà in futuro.

Preoccupato dallo stato mentale di Richtofen, Maxis si trasferisce in un teatro di Berlino che sfrutterà per la creazione di un esercito di non-morti per il governo nazista, lasciando la figlia Samantha alle cure di Richtofen. Tra i due non corre buon sangue, ma il folle dottore è costretto a portarla con sé anche nei suoi spostamenti, dal castello Nido dell’Aquila in Austria alla struttura di ricerca siberiana che si rivelerà fondamentale per il suo piano.

Richtofen invia un gruppo di soldati del 935 in Africa, dove ha sentito parlare di misteriose leggende che si rivelano essere vere. I soldati trovano infatti i piani di costruzione del mitico Dispositivo Agarthiano realizzati nel 1885 da Jebediah Brown, un fabbro di una cittadina del Far West di nome Purgatory Point che vedeva in sogno alcuni angeli che gli parlavano e che condannò la città colpita a sua volta da una maledizione a finire all’interno di una fenditura in Africa dopo aver tentato di rianimare la madre morta inserendola all’interno di un macchinario di sua invenzione chiamato Pack-a-Punch.

Richtofen entra quindi in possesso degli appunti di Jebediah, scoprendo che per ultimare il dispositivo occorre un elemento fondamentale, il Frammento Elementale, la cui creazione è legata all’unione indissolubile di 4 anime umane. Il dottore ha dunque bisogno di cavie, e il governo tedesco gliene fornisce prontamente alcune: un russo di nome Nikolai Belinski, un giapponese di nome Takeo Masaki disertore della Divisione 9, e un messicano chiamato Pablo Marinus, che morirà dopo un intervento chirurgico e che sarà gettato in mare, il cui destino finale sarà però quello di restare intrappolato all’interno del faro della Siberian Facility senza la possibilità di fuggire e sognando in continuazione di una grande guerra tra esseri mostruosi nella quale aiutava un uomo molto simile a Richtofen a fuggire verso il futuro.

Il gruppo 935 fornisce quindi una nuova cavia a Richtofen, il soldato americano Tank Dempsey, catturato a nel manicomio Verruckt in Germania durante una missione di salvataggio di Peter McCain, una spia americana sotto copertura all’interno del gruppo 935. Richtofen riesce quindi a plasmare il Frammento Elementale dopo una serie di tentativi, utilizzando un frammento di elemento 115 e 4 anime umane: Dempsey, Takeo, Nikolai e la sua stessa anima. Senza saperlo, Richtofen ha legato indissolubilmente le 4 anime dei personaggi all’Etere in tutto il multiverso.

Per far funzionare il Dispositivo Agarthiano, un oggetto in grado di esaudire i desideri di chi lo utilizza, a Richtofen serve però ancora un componente fondamentale, il Sangue Apothicon, un fluido senziente formato dai primordiali esseri mitologici noti come Apothicon che però è nascosto chissà dove. Il dottore decide quindi di procedere con il suo piano originale: costruire la Verga d’Oro, recuperare la Pietra Focale a Shangri-La e aprire la piramide sulla Luna, che gli avrebbe concesso il potere dell’Etere e la possibilità di raggiungere Agartha.

uagna der eisendrache

Inizia il piano di Richtofen

Tradito dal dottor Yena, altra spia americana, nel 1945 Richtofen è costretto a tornare a Der Riese su ordine di Maxis per continuare a lavorare sul dispositivo di teletrasporto, e pianifica insieme ai colleghi Groph e Schuster una vendetta contro il capo dell’organizzazione. Nel corso di un esperimento fallito nel quale Fluffy, il cane di Samantha, viene zombificato e in grado di teletrasportarsi autonomamente, Richtofen rinchiude Maxis e la figlia nel dispositivo di teletrasporto azionandolo e conducendoli sulla Luna. Samantha riesce a entrare nella piramide e inizia a controllare l’Etere, mentre Maxis, prima di uccidersi e diventare un’entità incorporea all’interno della Stazione Grifone, affida alla figlia un compito importante: uccidere tutti.

Richtofen può ora iniziare il suo viaggio per dar vita al suo piano. Libera quindi Dempsey, Takeo e Nikolai, che soffrono di amnesia a causa degli esperimenti dando così vita al gruppo operativo degli Ultimis, e si reca alla struttura del Sol Levante in Giappone per recuperare il suo diario e pianificare le nuove mosse. Il gruppo torna a Der Riese per utilizzare il teletrasporto e viaggiare sulla Luna, ma la Wunderwaffe sovraccarica il dispositivo e disperde gli Ultimis nel tempo e nello spazio, facendo inoltre smarrire il diario che finisce all’interno di un cosmodromo in Russia.

In questa struttura, negli anni ’50, viene istituito il Gruppo Ascensione guidato dal dottor Anton Gersh, al quale si unirà anche l’ex-935 Yena che continuerà a studiare il diario di Richtofen. Nella Ascension Facility Gersh riesce a creare un nuovo dispositivo in grado di generare buchi neri, e insieme a Yena capta una trasmissione proveniente dalla Siberia che parla del misterioso Sangue Apothicon, a quanto pare localizzato nel mezzo dell’Oceano Pacifico. Yena decide di intraprendere una spedizione e trova il fluido, ma qualcosa poco tempo dopo sconvolge il progetto Ascensione: agendo nell’Etere Samantha fa impazzire Yuri, l’assistente di Gersh, che aziona il dispositivo ideato dal suo capo trasformandolo in un’entità incorporea intrappolata nella struttura, mentre lo stesso Yuri viene assorbito e teleportato all’interno del Pentagono che viene preso d’assalto dai non-morti. Yena decide quindi di prendere il comando del progetto, e di dirigersi in Siberia con il Sangue Apothicon per parlare con Marinus: il sangue però si ribella e trasforma l’equipaggio in non-morti, che assaltano la nave e la fanno schiantare vicino al faro.

Teletrasportati per errore nel teatro di Berlino nel 1963, gli Ultimis scoprono che nel cosmodromo russo si trova un Lander lunare, e decidono di dirigersi nella struttura. Richtofen recupera anche il suo diario, e decide di aiutare Gersh che, attraverso una frattura spazio-temporale, conduce il gruppo molto avanti nel tempo.

In America intanto John Kennedy e Robert McNamara, sopravvissuti all’attacco zombie al Pentagono, decidono di dare vita al progetto Broken Arrow dello scienziato Cornelius Pernell, il quale è entrato in contatto con l’ex-935 Schuster che gli ha confidato moltissimi segreti di Richtofen, dell’Etere e del mito di Agartha. Grazie a Schuster, Broken Arrow inizia la costruzione di un dispositivo piramidale nella struttura di Camp Edward, dà il via al programma ADAM per la costruzione di robot senzienti sotto il comando dell’intelligenza artificiale Rushmore, e studia inoltre il Frammento Elementale ricevuto dalla Divisione 9 giapponese, che si scopre essere addirittura in grado di riportare completamente in vita le persone come accade con Peter McCain, deceduto proprio in Giappone. Interrogando Yuri, catturato dopo l’attacco al Pentagono, Pernell scopre inoltre che l’Etere è la chiave di tutto per ottenere il potere e raggiungere Agartha, e decide quindi di continuare in segreto gli esperimenti testando su se stesso il Frammento Elementale. McCain riporta però al governo americano di questi segreti, e Pernell è costretto a donare parte del Frammento Elementale a un’altra struttura di Broken Arrow per poter continuare gli esperimenti su se stesso: durante un’ispezione degli uomini del governo, l’esperimento viene interrotto mentre Pernell si trova nella piramide, che si trasforma nell’entità nota come Avogadro restando però rinchiuso nella struttura, costringendo gli americani a evacuare Camp Edward.

Intanto, in un altro centro di ricerca di Broken Arrow la cui sicurezza è guidata dall’agente Russman, il gruppo scientifico studia il Frammento Elementale per creare nuovi abomini, che a causa di un guasto fuoriescono scatenando il panico. Russman riesce a fuggire, riferendo al governo quanto accaduto.

Prendere l’Etere

Richtofen e gli Ultimis intanto stanno viaggiando nel tempo e nello spazio, e si dirigono prima nel 2011 alla Siberian Facility, dove George Romero sta girando un film sugli zombie e dove si fanno consegnare la Verga d’Oro da alcuni attori sul set, e poi nella giungla di Shangri-La dove può recuperare la Pietra Focale. A questo punto, Richtofen porta tutti sulla Luna nel 2025, dove può finalmente sovraccaricare la piramide con le anime per aprirla e prendere il posto di Samantha, la quale decide poi di lanciare tre missili nucleari verso la Terra che la distruggono parzialmente.

In un vecchio sito di Broken Arrow a Hanford in America, nel 2035, un Russman ormai anziano e che soffre di amnesia, insieme al compagno Stuhlinger, trova altri due sopravvissuti al disastro di 10 anni prima, Marlton e Misty. Il gruppo decide di stare unito, quando scoprono di essere visti e ascoltati da due entità nell’Etere: si tratta di Maxis e Richtofen, che comunicano con loro per riuscire a portare a compimento i loro piani. Richtofen cerca di convincere Stuhlinger ad attivare alcune particolari guglie in tutto il mondo per caricare il potere dell’Etere, mentre Maxis vuole fare la stessa cosa ma con lo scopo di fermare Richtofen. Il gruppo decide di aiutare Maxis a Hanford prima, in Cina e anche nella cittadina di Purgatory Point, scoprendo però la terribile verità: lo scienziato ormai corrotto dall’Etere oscuro non ha alcuna intenzione di aiutarli, il suo unico scopo era quello di raggiungere sua figlia Samantha e distruggere la Terra. L’anima di Richtofen per punizione viene esiliata nel corpo di un non-morto, ma i Victis vengono salvati da un’improvvisa fenditura che si apre di fronte a loro spedendoli in un nuovo viaggio spazio-temporale e interdimensionale.

Il gruppo finisce prima nella vecchia struttura di Broken Arrow sorvegliata da Russman, dove recupera il pezzo di Frammento Elementale, e viene poi condotto sulla dimensione della Terra Vuota dove è custodito il Kronorium, un misterioso libro che contiene tutti gli eventi passati, presenti e futuri dell’Etere, dei Custodi e degli Apothicon. L’ultimo passaggio avviene verso il laboratorio di un Richtofen alternativo ad Alcatraz, che si trova nella dimensione 63, dove consegnano il Kronorium, il loro sangue che serve allo scienziato e vengono poi ibernati in attesa di tornare utili.

Nella dimensione 63 si svolge l’iniziale storia dei Primis, la versione alternativa degli Ultimis. In questa dimensione, Richtofen, Takeo, Nikolai e Dempsey si sono conosciuti in Francia, nella Prima Guerra Mondiale, dove il Gruppo 935 ha risvegliato un esercito di cavalieri non-morti della Grande Guerra tra Custodi e Apothicon. Samantha, che dalla sua dimensione originale sta cercando di prevenire i catastrofici eventi del 2025, cerca di comunicare con il Maxis della dimensione 63, portandolo alla follia. Lo scienziato si fa quindi asportare il cervello, e viene poi aiutato dai Primis a raggiungere Agartha tramite un misterioso portale al di sotto della cripta dedicata agli eroi della Grande Guerra.

La missione

Istruito dal dottor Monty, leader dei Custodi, Primis Richtofen scopre che il suo obiettivo è quello di raccogliere le anime dei quattro personaggi legati all’Etere per inviarli alla casa di Agartha, e garantire loro un futuro migliore. Per portare a termine questo scopo, occorre prima di tutto la Chiave dell’Evocazione, un manufatto in grado di racchiudere anime al suo interno e che viene sottratto a un gruppo di sopravvissuti di Morg City attaccati dall’Uomo Ombra, che grazie ai Custodi erano riusciti a rinchiudere proprio nella chiave. Richtofen costruisce un laboratorio segreto ad Alcatraz e apre poi uno squarcio verso Morg City per prendere la Chiave, riunendosi poi con Takeo, Nikolai e Dempsey a Der Riese dove uccide la sua versione alternativa e dà il via a una serie di fratture temporali.

Richtofen colleziona l’anima di un innocente Eddie di un’altra dimensione, dopodiché il gruppo va al Nido dell’Aquila per l’anima di Dempsey, a una stazione della Divisione 9 per l’anima di Takeo, e infine in una Stalingrado in cui la Seconda Guerra Mondiale non è mai finita per fermare il Nikolai alternativo e prelevare la sua essenza. Nel mezzo di questi eventi, Richtofen aveva anche fatto tappa al suo laboratorio di Alcatraz per prendere il Kronorium e soprattutto le fiale di sangue di quattro prigionieri di Alcatraz legati a un purgatorio infinito, che avrebbero consentito ai Primis di superare il paradosso temporale.

Arrivati ad Agartha, i Primis hanno collezionato tutte le anime, ma l’Uomo Ombra corrompe Maxis e riesce a fuoriuscire dalla Chiave dell’Evocazione devastando la dimensione in cui si trovano. I Primis collaborano quindi ancora una volta con il dr Monty per fermare il leader degli Apothicon, che viene nuovamente imprigionato. Per superare il paradosso temporale, Richtofen e i Primis bevono le fiale di sangue, ma questo non soddisfa Monty che ritiene che questo sia innaturale, e decide così di rimandarli al tempo della Grande Guerra dove riprenderanno il loro originale ruolo di eroi.

revelations

Rompere il ciclo

Richtofen capisce quindi che quello in cui si trovano è un ciclo infinito: l’Uomo Ombra vuole distruggere tutto, Monty vuole preservare tutto, e l’unico modo per farlo è che le loro azioni continuino senza una fine. Facendosi aiutare da Pablo Marinus, Primis Richtofen riesce a raggiungere il laboratorio della dimensione 63 insieme alla gemma elementale del fuoco, dove riesce a interrompere il ciclo infinito nel quale il direttore della prigione e l’Uomo Ombra hanno rinchiuso i Primis per poi rompere definitivamente il ciclo. Nikolai è ora l’unico con un’anima, e diviene il capo del gruppo, che fa tappa al Pentagono negli anni ’60 per riunirsi con gli Ultimis. I quattro erano stati infatti richiamati sulla Terra dal dr. Schuster e indietro nel tempo, venendo rinchiusi in un hangar dell’Area 51 dove una sera lo Zombie Richtofen inviato dal Primis Richtofen nel laboratorio di Alcatraz aveva restituito la sua anima al suo corpo originale.

Gli 8 personaggi vanno quindi a Camp Edward nel 2025 a fermare Avogadro, recuperare il pezzo di Frammento Elementale e salvare Samantha e il piccolo Eddie dal pericoloso Monty che vuole preservare il continuum, per poi dirigersi sulla Terra Vuota in attesa di dare inizio alla Grande Guerra. In realtà, la guerra non si concretizzerà mai: Nikolai avvelena i suoi compagni e Richtofen torna a essere uno zombie, che grazie ai suoi poteri dell’Etere libera i Victis dalle celle del laboratorio di Alcatraz e li conduce alla Siberian Facility. Qui il gruppo aiuta Pablo Marinus nella costruzione del Dispositivo Agarthiano, che serve all’uomo per andare nella dimensione 63 al tempo della Grande Guerra e compiere il suo destino per aiutare Richtofen Primis. Il dispositivo viene infine inviato a Nikolai insieme al secondo pezzo del Frammento Elementale: con questi oggetti, Nikolai riunisce Custodi e Apothicon in una sola cosa, pone completamente fine al multiverso bandendo l’Etere stesso nell’Etere Oscuro, e terminando la follia. Gli unici sopravvissuti sono Samantha e Eddie, il cui destino è però ignoto…

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento