Loading screen delle mappe Zombie su Black Ops 2: Buried, Die Rise e FAKE!

Di Andrea White Mezzelani
23 Giugno 2013

Molti di voi, attenti per la verità, hanno notato diversi loading screen in giro per il web. E’ sufficiente fare una ricerca su google immagini per imbattersi in decine di fake. Molti lampanti altri meno.

Quello che molti di voi si chiedono oggi, alla luce della rivelazione della mappa Buried con Vengeance, è se questa immagine sia veritiera o un fake:

Appena vista questa immagine anche uno dei più esperti amatori di Zombie potrebbe credere nella sua veridicità, anche perché notiamo diversi dettagli importanti; il PHD flopper sullo sfondo del riquadro in basso a destra (nel video trailer sembra infatti che i personaggi siano resistenti ai colpi della Raygun mark 2 proprio come sotto l’effetto della suddetta bibita), le scritte che indicano le la zona della mappa (verificabile dal video trailer) e in generale il design dell’immagine. Quello che però mi ha insospettito fin da subito è il riquadro in alto a destra che sembra quasi forzato.
Addentrandomi nelle ricerche, deciso una volta per tutte a far luce su questi misteri, ho creato quest’immagine comparativa (la qualità è bassa, ma d’altronde non esistono versioni migliori):

A sinistra vedete il loading screen della mappa Die Rise, a destra quello di due presunte mappe zombie su Black Ops 2. La prima in alto a destra collegabile alla voce sempre molto diffusa di una mappa subacquea o perlomeno collegata al mito di Atlantide, la città marina. La seconda immagine accostata, in basso a destra, ripropone il loading screen di Buried, mappa che uscirà, ed è ufficiale, il 2 luglio su Xbox e un mese dopo su Playstation 3 e PC. Quelli che erano i punti di forza di questi loading screen presi singolarmente sembrano svanire una volta che le immagini si accostano. La formazione della sagoma che sembra quasi essere voluta dagli sviluppatori del gioco non sarebbe mai e poi mai stata inserita da questi in due mappe in uscita. Inoltre la struttura dei presunti loading screen sembra quasi essere la stessa e in qualche punto riproporre addirittura le stesse ombre, più o meno marcate.
Per tutti quelli ancora incerti, vorrei far notare la sagoma di cui tanto si parla in questi giorni, dovuta all’unione del load screen ufficiale di Die Rise con le schermate di caricamento di aclune ipotetiche mappe:

Chiunque sia pratico un po’ di foto-ritocco può facilmente capire che la sagoma potrebbe essere stata ricreata da qualsiasi altra immagine (compresa la sagoma in alto a destra), oppure potrebbe essere stata presa direttamente al loading screen originale di Die Rise, scurita e girata quanto basta per completare la sagoma. Dopotutto basta poco.. lazo, un colpo di gomma ed il gioco è fatto, abbiamo ricreato una sagoma complementare e credibile a quella originale. Se poi volessimo essere pignoli al massimo anche il font (tipo di scrittura), o perlomeno la dimensione dei caratteri, sembra avere qualche incongruenza, a partire dall’opacità del titolo della mappa per cui “Buried”, ad esempio, è molto più nitido – e in grassetto – rispetto a “Die Rise” del loading screen ufficiale. Lo stesso vale per la presunta mappa subacquea che, peraltro, è un fake ancor meno credibile dato che nella descrizione generica del luogo, “Rise of Enlightenment“, alterna lettere maiuscole a minuscole cosa mai vista fino ad ora in un loading screen ufficiale di Black Ops 2 (lettere tutte maiuscole).

Inoltre i fake, sempre caratterizzati da questa sagoma sono numerosissimi in rete;

Anche il bagliore viola del teletrasporto… non è un po’ troppo simile a quello di Die Rise?

Dopo aver visto queste immagini, cosa ne pensate? Forse c’è qualche “simpaticone” che vuole “trollare” i fans di Call of Duty Zombie? ;D



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.