Assassin’s Creed: Valhalla, gli sviluppatori parlano del nuovo sistema di progressione

Di Andrea "Geo" Peroni
28 Maggio 2020

Sembra che Assassin’s Creed: Valhalla, pur proseguendo la direzione RPG degli ultimi Origins e Odyssey, dirà addio a un fenomeno che ha dato parecchio fastidio ad alcuni giocatori: l’eccessivo grinding.

Ashraf Ismail, creative director di Valhalla ma che si è occupato anche di Assassin’s Creed IV: Black Flag e Origins, ha avuto modo di ribadire in una recente intervista a Kotaku che la software house ha realizzato un sistema di progressione tutto nuovo, che abbia continuità con la recente deriva RPG della serie ma che riuscisse anche a dare ascolto ai feedback dei giocatori:

Sin da Assassin’s Creed: Origins abbiamo avuto modo di riflettere sul sistema di progressione e su ciò che significa per i giocatori, e abbiamo dato una nuova esperienza in questo gioco. Il concetto di potere è più centrale, un potere che il giocatore acquisisce tramite nuove abilità. Abbiamo fatto di tutto per eliminare blocchi per la progressione della storia e per l’esplorazione di nuove aree.

Il riferimento ai blocchi per la progressione della storia e dell’esplorazione è ovviamente un chiaro segnale del fatto che Ubisoft Montreal ha deciso di seguire i consigli della community.

Con l’ingresso della serie nel genere GDR, Assassin’s Creed: Origins prima e Odyssey poi hanno accolto alcune meccaniche completamente differenti rispetto al passato, come il sistema a livelli che impediva in certi casi e in certe aree ai giocatori di agire come gli Assassini di un tempo. Ogni regione esplorabile, ad esempio, era identificata con un certo livello di potenza, e addentrarsi in esse troppo presto corrispondeva spesso a una morte rapida.

A quanto pare, Ubisoft Montreal ha concentrato i suoi sforzi anche su questo aspetto per Valhalla, cosa che aveva già avuto modo di dichiarare alcune settimane fa.

In attesa di vedere finalmente dal vivo il gioco con sequenze di gameplay, dopo le polemiche scaturite dall’Inside Xbox di inizio mese in cui i giocatori sono rimasti delusi, gli sviluppatori continuano regolarmente a diffondere alcuni nuovi dettagli sul già attesissimo gioco. In particolare, alcuni giorni fa Ubisoft Montreal ha parlato di misteriosi mondi segreti che saranno esplorabili, e ovviamente, in riferimento alla mitologia norrena, si pensa che gli sviluppatori si riferiscano ai leggendari Nove Regni di Yggdrasill.

Assassin’s Creed: Valhalla sarà disponibile nell’autunno 2020 su PS5, Xbox Series X, PS4, Xbox One, PC (Epic Games Store e Ubisoft Store) e Stadia.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento