Dr. Mario World è uno dei più grandi insuccessi della storia recente di Nintendo

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Settembre 2019

Negli ultimi anni Nintendo si è aperta enormemente al mercato mobile di smartphone e tablet, creando in alcuni casi dei veri e propri fenomeni. Il caso più eclatante è naturalmente Pokémon GO, ancora oggi titolo molto giocato e fonte di enormi profitti per la Grande N, ma è un bene citare anche Super Mario Run, Animal Crossing: Pocket Camp e Fire Emblem Heroes.

Tra poche settimane sarà anche la volta di un altro peso massimo, Mario Kart Tour, che porterà la celebre serie racing arcade anche sui nostri schermi. Se non avete letto la notizia, la potete trovare qui sotto, comprensiva delle informazioni sulla preregistrazione per il gioco.

Mario Kart Tour – Nintendo apre le pre-registrazioni e svela la data di uscita

Da pochi giorni è disponibile inoltre Pokémon Masters, e poco prima di questo è arrivato un altro spin-off dedicato al baffuto idraulico italiano, Dr. Mario World. Un gioco che, nonostante il nome che porta e il marchio che viene rappresentato, si è rivelato essere uno dei più grandi insuccessi commerciali di Nintendo.

Dati finanziari alla mano provenienti da Sensor Tower, infatti, Dr. Mario World ha avuto un’ottima diffusione tra i giocatori (si contano più di 7 milioni di download, un numero che si avvicina molto a quello di Fire Emblem Heroes), ma i ricavi sono bassissimi se confrontati agli altri videogiochi mobile di Nintendo.

Il già citato spin-ogg mobile di Fire Emblem, ad esempio, ha generato fino ad oggi quasi 70 milioni di dollari di guadagno, mentre Super Mario Run poco più di 30. Dragalia Lost, un gioco poco conosciuto sviluppato da Cygames e pubblicato proprio da Nintendo, ha prodotto ben 26 milioni di dollari di ricavi. Dr. Mario World, al contrario, è un clamoroso insuccesso alla luce di queste cifre: “solamente” 1.4 milioni di dollari di profitto, un’inezia per una compagnia colossale come la Grande N.

Cosa pensate di questo insuccesso? Avete provato Dr. Mario World?



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.