Google Stadia: La nuova “console” ufficiale di Google [Recap GDC]

Di Markconnor
19 Marzo 2019

Si è tenuta poco fa la GDC 2019 di Google, la conferenza che ha portato alla luce non poche novità del colosso statunitense, tra cui la tanto vociferata nuova console del suddetto e finalmente abbiamo la conferma: Google Stadia arriverà presto tra noi!

Dopo un discorso molto profondo fatto da Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, è stato mostrato un video presentazione (che troverete a fondo articolo) con cui viene introdotta ufficialmente la nuova “console” Stadia; ed è giusto mettere il termine tra virgolette, in quanto si parla più di una funzione che di hardware poiché i videogiochi verranno riprodotti su qualunque dispositivo disponibile all’utente (PC, Smartphone, ecc.).

Di seguito riportiamo le informazioni di maggior importanza:

  • Stadia permetterà di giocare a titoli tripla A in qualunque luogo ed in qualunque momento solamente premendo un pulsante senza dover scaricare né aggiornare nulla e senza requisiti di sistema, il tutto quasi istantaneamente con zero latenza;
  • La “console” necessiterà di un controller connesso al Wi-Fi;
  • Supporterà il 4k a 60 fps e l’HDR surround al lancio e in seguito reggerà l’8k a 120+ fps (il tutto espandibile perciò);
  • Stadia si appoggerà ad AMD per la potenza di calcolo, in modo da prepararci anche ai videogiochi di prossima generazione;
  • Lo streaming (anche 4k) e ciò che richiederà una gran qualità di connessione, si affiderà al server di Google e non direttamente a quella del giocatore, in modo da permettere a tutti di usufruire dei servizi;
  • E’ stato anticipato che Doom Eternal al lancio sarà disponibile su Stadia a 4k HDR a 60 fps;
  • Gli sviluppatori saranno in grado di sviluppare mondi in grado di contenere migliaia di giocatori;
  • Si potrà giocare in schermo condiviso con una grafica maggiore rispetto al passato ed anche online vi sarà un riquadro con la schermata dell’amico per permettere la cooperazione (il tutto senza appesantimenti in termini di connessione);
  • Si potranno, tramite Machine Learning, applicare filtri al videogioco in corso e in tempo reale;
  • Si potrà catturare la schermata di gioco e condividere un link di quest’ultimo che permetterà a chi cliccherà su di esso di giocare immediatamente alla stessa partita condivisa, utile per titoli a livelli o che richiedono di battere un record, per esempio (E’ stato detto e anticipato che aiuterà molto i Creator e che le funzioni per unirsi a una partita in corso saranno supportate da YouTube);
  • Ci sarà il supporto dell’Assistente Google che aiuterà i giocatori in difficoltà a trovare la soluzione per un livello del videogioco;
  • Ci sarà il Parental Control;
  • Non mancheranno esclusive per Stadia in termini di titoli che sfrutteranno pienamente le funzioni di quest’ultima;
  • La nuova “console” debutterà nel corso del 2019 in USA, Canada, Europa e UK.

Ancora non sappiamo il prezzo o come si acquisterà il servizio, che sarà comunicato nei prossimi mesi, ma già per ora abbiamo ricevuto una quantità di informazioni inimmaginabile.

Il tutto è reale e alla portata di chiunque. Aspettiamo solo l’uscita per poter metter mano a ciò che si può definire il futuro.

Video presentazione Google Stadia



Videogiocatore dall'infanzia, dalla fine degli anni '90, fino ad arrivare ai titoli più recenti. Dal PC alla console, una vita basata su questo mondo, appassionato di trame fitte e giochi in team.