Recensione Hitman Ep.2 – Benvenuti in Italia

uagna hitman
Di Marco "Bounty" Di Prospero
27 Aprile 2016

Square Enix e IO Interactive hanno appena rilasciato su PS4, Xbox One e PC, il secondo episodio dedicato ad Hitman, intitolato “Sapienza”. Il primo episodio di Hitman ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca, in quanto non eravamo rimasti molto convinti di alcune caratteristiche del gioco. Sarà riuscita IO Interactive a colmare i nostri dubbi? Bè scopritelo continuando a leggere la nostra recensione su Hitman Ep.2: Sapienza.

Nota: La versione testata è quella PS4.

MARE SOLE E DELITTI

Il breve soggiorno dell’Agente 47 in Italia si svolge nella città fittizia di Sapienza, posizionata sulla costa amalfitana. La missione principale sarà quella di distruggere il prototipo di un virus mortale, che potrebbe creare gravi problemi all’intera umanità. Per raggiungere il nostro scopo, dovremo quindi entrare all’interno della villa di Silvio Caruso, uno dei target designati per poi infiltrarci all’interno del personale per poterci muovere senza destare sospetti. Una volta aver avviato la missione (e dopo un caricamento praticamente infinito), ci siamo ritrovati un Agente 47 intento a leggere un giornale su una panchina per non essere notato dalle persone circostanti. Già dai primi momenti di gioco, abbiamo potuto notare la grande cura posta dagli sviluppatori nel creare la città di Sapienza che, seppur inventata, è stata ben ispirata alle diverse cittadine posizionate nel nostro bel paese.

città sapienza hitman

Vi proponiamo di seguito il video a 360 gradi e con risoluzione 4K della location Sapienza. Una figata!! (ndr)

Come se non bastasse inoltre, la mappa in cui ci ritroveremo a muoverci, è molto più vasta più complicata rispetto a quella di Parigi, vista nel primo episodio. Infatti la mappa sarà strutturata in 7 diversi livelli, ognuno dei quali ricchissimo di dettagli e vario rispetto alle altre zone. Tuttavia, nonostante una mappa veramente ben realizzata, il secondo episodio di Hitman ha anche diversi difetti, di cui parleremo meglio nel prossimo paragrafo.

ALTRO EPISODIO, STESSI PROBLEMI

In questo secondo episodio ci saremmo aspettati di vedere notevoli miglioramenti rispetto a quanto visto nel primo episodio. Purtroppo però le nostre speranze si sono rivelate vane. La missione di Sapienza può essere infatti portata a termine in poco meno di due ore senza molte difficoltà e, dopo averla finita, non vi rimarrà che provare a rigiocarla utilizzando gli altri approcci previsti. Questa decisione però potrebbe non accontentare tutti i giocatori; sono infatti molti gli utenti a cui non piace rigiocare le stesse sezioni di gioco, ma che vogliono semplicemente proseguire e arrivare alla missione successiva. Come se non bastasse inoltre, se attiverete gli aiuti, la missione sarà fin troppo semplificata e il livello di sfida sarà praticamente pari a zero.

Hitman lancia nemico da un balcone della città Sapienza

Dal punto di vista del gameplay invece, non abbiamo niente di nuovo da dire rispetto a quanto già detto in occasione del primo episodio. Le meccaniche di gioco sono infatti identiche rispetto a quanto visto precedentemente e, naturalmente, la possibilità di cambiare abito rimane ancora la più importante anche se, a dirla tutta, ci è bastato rubare un abito per poter girare la maggior parte della mappa.

Infine, un altro grave problema riguarda la trama che, al momento, non sembra avere un collegamento tra un episodio e l’altro; ogni cut-scene sembra essere distaccata da quella precedente e questo non incentiva assolutamente i giocatori all’acquisto dell’episodio successivo.

PUNTI DI FORZA

  • La città di Sapienza è veramente ispirata
  • Tantissime sfide da superare
  • Diversi metodi per approcciare la missione

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Una sola missione
  • Storia non approfondita a dovere
  • Caricamenti fin troppo lunghi

recensioni_da_provare

Nella fase finale della recensione dedicata al primo episodio di Hitman ci eravamo lasciati dicendovi che il gioco mostrava delle potenzialità, ma che i passi da fare per migliorare erano davvero molti. Purtroppo, anche in questo secondo episodio abbiamo ritrovato gli stessi problemi che affliggevano l’episodio precedente. Nonostante una mappa varia e complessa infatti, ci siamo trovati a giocare una sola ed unica missione, che potrà essere terminata poco tempo, soprattutto se avrete gli aiuti attivi. Anche questo secondo episodio quindi non ci ha convinto eccezion fatta per la mappa di Sapienza, su cui è stata posta molta attenzione ma che purtroppo non è stata sfruttata a pieno.

Ci auguriamo vivamente che il prossimo episodio possa contare più missioni giocabili e che la storia possa finalmente prendere una piega interessante.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: | | |

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento