Resident Evil 6: modalità, trama e il nuovo Virus

Di Federico "Blue" Marchetti
29 Luglio 2012

Sono ben 150 le persone del team di sviluppo e 600 totali del team di supporto che insieme lavorano da due anni per creare il nuovo videogioco di casa CAPCOM: Resident Evil 6.

Il tema di questo nuovo videogioco sarà l’unione tra survival horror e azione, quella che il produttore Kobayashi definisce “dramatic horror“. A differenza degli altri capitoli, Resident Evil 6 durerà ben 30 ore (il triplo di RE5, ad esempio) e non ci sarà solo una campagna, ma addirittura tre, forse quattro (dicono i rumors) che naturalmente si intrecceranno fra loro.

Trama
Dopo 15 anni dall’incidente di Raccoon City, il presidente degli Stati Uniti, per frenare le attività bioterroristiche, decide di rivelare la verità dietro a ciò che è accaduto in passato. A sua protezione c’è Leon S. Kennedy (confermato da RE4) che, dopo un nuovo attacco bioterroristico, è costretto ad uccidere un presidente infettato ed irriconoscibile. Allo stesso tempo Chris Redfield arriva in Cina e Jake Muller nell’Europa orientale, con l’obiettivo di contrastare il bioterrorismo.
Nessun paese è dunque al sicuro. Nuovi attacchi e conseguenti epidemie fan sorgere una domanda alla popolazione mondiale: ci sono speranze di salvezza?

Virus-C e tipi di zombie
Questo nuovo incombente virus, il Virus-C, è in grado di trasformare immediatamente l’infettato in pupa, avvolto da un bozzolo che lo trasforma facendogli anche raggiungere lo stadio finale. Sembra il ciclo vitale di una farfalla, ma chiaramente con qualcosa di più orrendo.
Questo nuovo virus, a differenza degli altri, rende intelligenti gli infetti, in modo da creare attacchi combinati, utilizzare armi e, addirittura, rigenerarsi, cambiando anche forma.
Nello specifico parliamo del “J’avo”, ma non è l’unica conseguenza all’infezione. Troviamo anche: zombie classici, crisalidi, unstanak, creature non identificate (appaiono a Tall Oaks e sull’aereo di Leon per Lanshiang), creature canine non identificate (anche queste viste a Tall Oaks) e creature giganti (viste nell’est dell’Europa).
Come già detto, è probabile che il responsabile della creazione di questo virus sia Derek Simmons.

Modalità
Oltre alla campagna, sarà riproposta la modalità Mercenaries da RE5, dove bisognerà uccidere più zombie possibili entro il tempo prestabilito. Ma online ci si divertirà ancora di più con la modalità Crossover da 2 a 6 giocatori in cooperativa e Online da 2 a 8 giocatori.
Confermato anche lo split-screen da RE5, per il gioco a due su un solo schermo.

Insomma, questo nuovo videogioco sembra offrirci divertimento da tutti i punti di vista. Voi che ne pensate, lo acquisterete?

Articolo a cura di berkpol357



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".