[Rumor] Call of Duty 2021 sarà ambientato nella Seconda Guerra Mondiale

Di Andrea "Geo" Peroni
17 Febbraio 2021

Un nuovo rumor intorno al nuovo capitolo della serie Call of Duty, già confermato per la fine del 2021 e che potrebbe rappresentare, nuovamente, un ritorno al passato.

Call of Duty 2021, titolo provvisorio del prossimo capitolo della celebre serie sparatutto di Activision, sarà disponibile durante il quarto trimestre di quest’anno. La notizia è già stata confermata dal colosso americano nel suo ultimo incontro con gli azionisti, ribadendo poi che anche il nuovo gioco avrà legami con il battle royale Warzone.

Non sappiamo ancora chi si occuperà di questo nuovo gioco della serie, anche se sembra, stando ai rumor, che sarà Sledgehammer Games ad occuparsene.

Nelle ultime ore, inoltre, sono arrivate nuove indiscrezioni che sembrano avvalorare l’ipotesi di Sledgehammer Games dietro allo sviluppo del nuovo capitolo, e non solo: potrebbe essere trapelata anche l’ambientazione temporale di Call of Duty 2021.

Il noto leaker Victor_Z ha pubblicato un paio di tweet durante la notte suggerendo che il prossimo gicoo della serie Call of Duty sarà ambientato durante l’era della Seconda Guerra Mondiale. Il tweet è stato accompagnato dall’emoji di un martello – chiaro riferimento a Sledgehammer Games – e da un’immagine di Call of Duty: WWII, l’ultimo gioco sviluppato dalla software house. Come certamente ricorderete, Call of Duty: WWII segnò il ritorno del franchise sparatutto all’ambientazione della Seconda Guerra Mondiale dopo molti anni, riscuotendo una buona risposta dal pubblico.

Un utente ha poi chiesto se l’insider, più volte affidabile in passato, si riferisse a una possibile nuova guerra mondiale da esplorare, una ipotetica WW3. Il leaker ha ribadito che il riferimento era alla Seconda Guerra Mondiale rispondendo al tweet – inoltre, il tema di una ipotetica Terza Guerra Mondiale sarebbe fin troppo simile a quello del reboot di Modern Warfare, una storyline che sarà quasi certamente Infinity Ward a proseguire.

Ovviamente, questa è solo una voce per ora e non è stata confermata da Activision, quindi prendetela con le pinze. Come detto, l’insider si è rivelato essere più volte affidabile in passato, specialmente per il franchise di Call of Duty – tra le sue ultime previsioni più azzeccate, ricordiamo il reveal di Black Ops Cold War la scorsa estate.

Non sappiamo se il nuovo COD potrebbe considerarsi una sorta di spin-off di Call of Duty: WWII, ma è ancora troppo presto per fare considerazioni di questo tipo. Il reveal del nuovo gioco della serie dovrebbe arrivare alla fine della primavera, o all’inizio dell’estate al più tardi.

Se le voci saranno confermate, si tratterà del secondo Call of Duty ambientato nella Seconda Guerra Mondiale sviluppato da Sledgehammer Games. La software house curò anche Call of Duty: Advanced Warfare nel 2015, il primo gioco dell’era futuristica del franchise.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento