Speciale – Cosa ci aspetta al PlayStation Meeting?

dualshock
Di Andrea "Geo" Peroni
5 Settembre 2016

Poco più di 48 ore e potremo finalmente vedere dal vivo PlayStation 4 NEO. O perlomeno questo è quello che ci aspettiamo di vedere dal misterioso PlayStation Meeting organizzato da Sony a New York per il 7 settembre, ore 21:00 in Italia. Un evento del quale si sa molto poco, se non il fatto che all’ultimo PSM, tenutosi nel 2013, il colosso giapponese presentò PlayStation 4 insieme a titoli come inFamous: Second Son e Killzone: Shadow Fall. È dunque lecito aspettarsi, con buone probabilità, un evento molto simile, nel quale verrà svelata la console rivale di Project Scorpio e probabilmente una parte della “sua” line-up.

Perché le virgolette? Semplice, PS4 NEO sarà una console gemella di PS4, quindi avrà gli stessi giochi e non ci saranno esclusive per nessuno dei due sistemi. Un compromesso necessario per Sony, così come per Microsoft e la sua Scorpio: le basi installate di PS4 e Xbox One sono al momento troppe per decidere di rinunciare (già) ad una fetta di mercato. Sony, dal canto suo, ha voluto disertare la GamesCom di Colonia, per il secondo anno consecutivo, e dopo la magnifica conferenza dell’E3 non ha più parlato direttamente al pubblico. Possibile dunque che a New York vedremo uno spettacolo degno delle ultime apparizioni della Sony? Sì, e vi spieghiamo in quali grandi nomi è possibile sperare.

playstation 4 neo

La conferenza Sony all’E3, come ricorderete, è stata a dir poco elettrizzante. Dal canto loro, i giapponesi hanno invece potuto, forti del continuo successo di PS4, guardare al futuro e far assaporare ai suoi fan titoli che arriveranno non prima del 2017. God of War, il sequel/reboot della serie; Days Gone, una interessante esclusiva che ricorda da vicino The Last of Us; Death Stranding, l’esclusiva sviluppata dal maestro Kojima. Ma siamo sicuri che Sony abbia già mostrato tutto quello che bolle in pentola nei suoi studi associati? No, e infatti il PlayStation Meeting potrebbe essere la finestra ideale per stuzzicare ancora una volta i suoi fan, in attesa del PlayStation Experience di dicembre che come sempre si prospetta molto interessante. L’insider Tidux, diverse settimane fa, lanciò l’indiscrezione clamorosa, ossia il coinvolgimento di Rockstar Games proprio nel PSM. Il pensiero va ovviamente al chiacchieratissimo sequel di Red Dead Redemption, ma per quale motivo presentarsi ad un evento esclusivo di Sony con un titolo che con tutta probabilità sarà multipiattaforma? Ed ecco dunque che il PSM potrebbe essere la finestra ideale per veder risorgere Agent, esclusiva PS3 di Rockstar annunciata ormai tanti anni fa e della quale si sono perse le tracce nonostante la SH continui a rinnovare il marchio.

red dead redemption

A proposito di marchi rinnovati, pensiamo ancora a Deep Down, gioco targato Capcom del quale non si è veramente più sentito parlare dopo l’annuncio con tanto di trailer. Poche, pochissime informazioni, e ancora meno dettagli dai diretti interessati, ma Capcom continua a ribadire che il progetto è vivo (per quanto però?). Se dovessimo però basarci su qualcosa di più concreto, potremmo invece ipotizzare che Sony porterà, o perlomeno presenterà, esclusive molto attese dai fan per portare ancor più scalpore all’annuncio di PS4 NEO. Ricordiamo infatti che i remake della trilogia originale di Crash Bandicoot, annunciato allo scorso E3 e sviluppati da Vicarious Vision, non si sono ancora palesati neppure con un’immagine o un teaser, e dunque una giravolta di Crash sul palco di New York sarebbe accolto con grande interesse. Così come una nuova apparizione (altamente improbabile) di Kojima con il suo Death Stranding, o di Square-Enix con il remake di Final Fantasy VII. A tutto questo manca però il grande nome, quello che probabilmente farebbe infervorare la platea e il mondo dei videogiocatori: Naughty Dog. Dopo il successo di Uncharted 4, in quanto a critica e numeri, resta sempre alta la speranza di un sequel di The Last of Us, tra i titoli più chiacchierati degli ultimi mesi, ma siamo sicuri che i cagnacci di Sony non disdegnerebbero una nuova IP, come quella dal setting fantascientifico rumoreggiata diversi mesi fa. Red Dead 3, Crash Bandicoot Remastered, The Last of Us 2, FF VII Remake, Deep Down, God of War, Days Gone, Death Stranding, Agent. Quanti di questi vedremo effettivamente mercoledì sera?

kratos god of war ps4

Non dimentichiamoci però delle altre due console, per il momento presunte: la PS4 Slim e la nuova console portatile. Se per quanto riguarda la versione ridotta di PlayStation 4 sembrano non esserci dubbi (video, immagini e informazioni parlano chiaro, manca solo l’ufficialità), la console succeditrice di PS Vita sembra un’ipotesi abbastanza remota. E non parliamo di un restyling di PS Vita, ma di una nuova console portatile, da zero, una sorta di PSP 3, come è stato vociferato nelle ultime settimane. Ora, se effettivamente Sony ha in cantiere una nuova portatile, la strategia da adottare dovrà essere con i contro cosiddetti, per non ricadere nel baratro che è oggi Vita. Una console partita con promesse e potenzialità eccezionali, lasciata a bollire nel suo brodo dopo appena un anno di supporto e con esclusive AAA che si contano sulle dita di una mano. Non che questo significhi però la morte delle console portatili, anzi. Nintendo, con il 3DS, ha dimostrato esattamente il contrario: forte di una line up mostruosa e che continua incessantemente a crescere, il colosso di Kyoto fa registrare numeri sempre più grandi per la sua piccola di casa. Un parco esclusive di tutto rispetto, c’è da ammetterlo: insieme ai vari Mario e Kirby, troviamo anche Monster Hunter, Professor Layton, The Legend of Zelda, Yoshi, Yo Kai-Watch, Dragon Quest, Fire Emblems, e chi più ne ha più ne metta. Nintendo ha saputo pianificare una strategia tale da poter dominare, in maniera quasi incontrastata, il mercato delle portatili, e questo parla chiaro: anche Sony, supportando l’ipotetica PSP 3 o PS Vita 2, potrebbe tornare a contrastare la grande N anche in questo campo. Per il momento restiamo però scettici, sia sul possibile annuncio (che secondo noi non arriverà), sia sulla reale utilità e futuro di tale sistema, con il ricordo ancora vivido della brutta esperienza di Vita.

Sony ufficializza un nuovo bundle comprensivo di PS4 e PS Vita "Patch"

Le ipotesi sono tante, il materiale per assistere ad una maestosa conferenza c’è, così come sarà quella nella quale Microsoft mostrerà Scorpio per la prima volta (al momento però non è dato sapere quando avverrà di preciso). Improbabile che Sony sprechi tutta la conferenza per parlare semplicemente di specifiche tecniche, design, prezzo e nuove feature, mentre è decisamente più probabile che nuovi e “vecchi” giochi facciano la loro comparsa sul palco. Chissà che anche PlayStation VR, atteso tra poche settimane, non faccia parte dello spettacolo, mostrando magari una sua maggiore potenza a contatto con PS4 NEO. L’attesa cresce, poche ore e vedremo cosa Sony ha preparato.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento