The Last of Us Part II non avrà DLC, arriva la conferma di Naughty Dog

Di Mark
26 Giugno 2020

Stando a quanto dichiarato dal creative director di The Last of Us Part II, “non ci sono piani” relativi allo sviluppo di un DLC.

Come tutti ricorderete, il primo capitolo ricevette Left Behind, un contenuto aggiuntivo che andava ad esplorare i fatti avvenuti prima che Ellie incontrasse Tess e Joel, come questa ha scoperto di essere immune al fungo Cordyceps e infine introducendo il personaggio di Riley, l’amica fidata di Ellie che rinuncerà ad arruolarsi nel gruppo ribelle delle Luci per stare con lei. Ad ogni modo, come spiegato da Neil Druckmann a Kinda Funny spoilercast, non c’è alcun piano per un DLC ma ciò non vuol dire che l’universo di The Last of Us sia chiuso e riguardo ad una possibile Part III dice:

Non appena inizi a ricapitolare tutte le cose, a livello creativo ci sono sempre meno responsabilità e la mia mente non riesce a pensare ad altro che alla prossima cosa. Quindi, sì, la prossima cosa potrebbe essere una Part III come una nuova IP“.

Neil Druckmann in un’intervista presso GQ.

Sappiamo che anche Naughty Dog sarebbe più a favore di una nuova IP, con quel progetto multiplayer che era stato annunciato nel 2018.

Come ebbe inizio lo sviluppo della modalità Fazioni per The Last of Us, la visione del team iniziò a spostarsi oltre l’idea di dare una modalità addizionale con l’enorme campagna single-player. Abbiamo preso la difficile decisione di non includere una modalità online in The Last of Us Part II, ma, ad ogni modo, avrete modo di assaporare i frutti dell’ambizione del nostro team in merito all’online, ma non come parte di The Last of Us Part II. Quando e dove sarà realizzato è ancora da determinarsi.”

Voi cosa ne pensate ? Avreste apprezzato un DLC ?

Fonte

 

 

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento