Valve sotto tiro: compare un gioco dedicato allo stupro su Steam

Di Claudio Caudullo
5 Marzo 2019

Valve con il suo Steam ha dato spesso libertà agli sviluppatori di pubblicare videogiochi con tematiche di loro piacimento, cercando di non tappare le ali ai giochi più “controversi” che potrebbero scaturire qualche discussione. Questa volta, però, un gioco ha scaturito fin troppe polemiche causando la sua rimozione dallo store, una volta che Valve ha iniziato a ricevere segnalazioni negative da parte della sua utenza.

Stiamo parlando di Rape Day, una visuale novel sviluppata da Desk Plant, che vi mette nei panni di uno stupratore che si diverte a stuprare, insultare, torturare ed uccidere delle donne a sua scelta. Ma non è finita qui; per aggiungere ancor più pepe alla faccenda, Rape Day contiene anche delle scene incestuali e necrofile, accompagnate da tante immagini disturbanti.

L’utenza ha avuto dei pareri contrastanti a riguardo: alcuni di loro hanno bocciato pianemante le tematiche di gioco, chiedendo a Valve che venissero presi dei provvedimenti; altri, invece, hanno difeso a spada tratta il progetto di Desk Plant, definendo chi si lamenta degli ipocriti facilmente impressionabili.

Ma com’è potuto sfuggire un gioco del genere agli occhi di Valve? Diciamo che da qui a questa parte, Valve non ha fatto un ottimo lavoro per quanto riguarda le pubblicazioni dei titoli su Steam. Molto spesso abbiamo visto dei progetti “troll” nati per rubare soldi, giochi che non erano neanche giochi, e tanti progetti segnalati e rimossi dallo store.

Insomma Valve deve cercare di stare più attenta, cercando di dare una maggiore importanza al controllo qualità dei titoli (anche se non succederà mai). Nel frattempo fateci sapere cosa ne pensate della vicenda. Secondo voi è giusto rimuovere un gioco del genere oppure no?



Autore alle prime armi con una grande passione per i videogiochi indie, carlini e meme.