Vince il campionato di Black Ops 2: FARIKO IMPACT

Di Andrea White Mezzelani
8 Aprile 2013

In questi giorni in molti hanno seguito il campionato internazionale 2013 di Call of Duty Black Ops 2 su Xbox360 attraverso twitch tv. In questo fantastico campionato di cui vi avevamo già parlato (in questa pagina), si sono affrontate le squadre più forti del mondo a Call of Duty.

Giocatori ben al di sopra della media, molto forti e determinati che hanno deciso di partecipare a questo torneo e dove noi, come Italia, siamo stati ben rappresentati dal team “Rapid.BreakYourLimits” (Inferno). In palio 1 milione di dollari equamente diviso fra gli ultimi otto team classificati nel campionato internazionale. E’ sempre un gioco, ma giocare per 400.000 mila dollari non è comunque da poco..

Delle 32 squadre iniziali di cui
– le 8 migliori squadre delle selezioni fatte sulla 3 stagione della Lega
– le 8 migliori squadre del MLG Winter Championship
– le 8 migliori squadre europee dell’ESL
– le 8 migliori squadre dell’Australian Cyber League

Solo 8 hanno ricevuto una ricompensa in dollari. Di queste otto solo una ha vinto il campionato aggiudicandosi il titolo di campione del mondo del 2013 a Call of Duty Black Ops 2 oltre ad una ricompensa niente male, di quasi mezzo milione di dollari. Le fasi finali del torneo iniziate il 5 aprile a Los Angeles sono finite qualche ora fa, il 7 aprile incoronando come vincitrice la squadra: FARIKO IMPACT. 

Delle finalissime veramente mozzafiato, giocate fino all’ultimo secondo fra tensione ed emozione. Spettacolo, questi tornei finalmente ci fanno rendere conto di quanto anche il mondo videoludico possa dare spettacolo nella maniera migliore possibile.

Ecco il tabellone con le squadre partecipanti (l’Italia era rappresentata dalla squadra Inferno, battuta dagli Optic Gaming:

Le finali erano disponibili su questa pagina.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.