[Recensione] Voyage

Di giangireds
9 Agosto 2022

Voyage, il titolo di debutto per lo studio indipendente Venturous, racconta un’esperienza cinematografica unica nel suo genere. Dopo essere stato rilasciato su Steam lo scorso febbraio, Voyage è pronto a giungere anche su console (PS4/5, Xbox One e Series X/S e Nintendo Switch), a partire dal 12 agosto. Il titolo viene presentato come un’avventura casual a scorrimento laterale, dal carattere fortemente artistico. Diamo un’occhiata più nel dettaglio all’interno di questa recensione.

Un viaggio per due

Partiamo col dire che Voyage è un’esperienza da vivere, da sentire, e poco da giocare: il gameplay è molto semplice, e non vi è né parlato, né testo. L’assenza totale di questi due fattori porta il videogiocatore a immergersi completamente all’interno di quello che è un titolo fatto per due. Il viaggio dei due protagonisti, sopravvissuti su un pianeta sconosciuto, potrà infatti essere vissuto sia da solo che in co-op.

Poiché l’elemento di maggiore impatto all’interno di Voyage è la sua tendenza a smuovere le emozioni del videogiocatore, preparati a giocarlo con una persona a te cara, magari il tuo compagno o la tua compagna di viaggio.

Voyage viaggio

Il titolo riesce a esprimere i suoi punti di forza anche quando viene giocato da solo (come ha fatto il sottoscritto, *faccina triste*), poiché l’intelligenza artificiale riesce a gestire con accuratezza i movimenti del nostro compagno. Tuttavia, è inevitabile che la capacità di raccontare la propria storia venga amplificata e portata su un altro livello, nel momento in cui Voyage viene vissuto in compagnia.

Voyage gameplay

Sin dai primi istanti, ci si accorge subito che l’unico vero mezzo tramite il quale il videogioco si racconta (oltre ovviamente al video), è la musica. La colonna sonora, realizzata da Calum Bowen, funge da accompagnamento per il viaggio dei due protagonisti, e lo fa egregiamente.

Durante l’intera esperienza, che dura circa 2-3 ore, le note musicali serviranno da vero elemento di gameplay. Un suono tipico (il classico “plim”) sarà dunque riprodotto nel momento in cui compaiono gli indizi a schermo, che aiuteranno il videogiocatore a risolvere gli enigmi ambientali.

Voyage paesaggi

Per riuscire a scoprire di più su un mistero del passato, i protagonisti dovranno viaggiare attraverso rigogliose foreste, deserti ventosi e cupe caverne. I paesaggi sono interamente disegnati a mano, e hanno un’estetica originale in grado di catturare sin da subito gli occhi del videogiocatore. Immersi in un ambiente meraviglioso, avremo modo di scoprire tre diverse storie:

  • Voyage: il viaggio vero e proprio
  • Scene di statue: raccontano i ricordi personali delle sorelle maggiori
  • I murales: raccontano la storia del pianeta e delle persone che lo abitavano.

Voyage storia

In Voyage, trascorrerai la maggior parte del gioco a correre e arrampicarti grazie all’aiuto di supporti ambientali, anche se non mancheranno ostacoli da superare durante l’intera esperienza. Gli enigmi non sono infatti realmente tali: rappresentano più un modo per interagire con gli oggetti presenti sulla scena, in maniera da accompagnare lentamente il giocatore verso il racconto della storia.

Voyage può essere giocato sia con il controller che con la tastiera, anche se per un’esperienza cinematografica più fruibile è consigliata la prima opzione. I movimenti dei personaggi sono realizzati con cura e riescono a trasmettere la sensazione di un film d’animazione ben fatto. Sia in primo piano, che sullo sfondo, il paesaggio è vivo e pieno di colori, oltre a essere abitato da spiriti e creature che movimentano la scena.

Voyage console

A causa dell’assenza di dialoghi, Voyage è un videogioco (un viaggio, letteralmente) che va vissuto e interpretato in maniera personale. Il ritmo lento e pacato non è adatto a chiunque: se sei in cerca di un titolo pieno di colpi di scena e di azione, il titolo in questione non fa per te. Ma per il suo racconto originale e che incarna ogni aspetto dell’estetica fine a sé stessa, Voyage è un titolo che brilla e risulta essere estremamente piacevole da vivere.

Punti di forza:

  • Estetica originale
  • Co-op soddisfacente
  • Narrazione insolita e intrigante

Punti deboli:

  • Gameplay poco profondo
  • Durata breve

Ricordiamo che Voyage uscirà su console il 12 agosto, e sarà disponibile per PlayStation 4/5Xbox Series X/S e Nintendo Switch, al prezzo di 14,99€.

Ringraziamo Ratalaika Games e Venturous per il codice in anteprima.



Abbiamo parlato di:

Ciao! Sono un ragazzo di 22 anni che fa cose, e a volte capita anche che queste siano buone. Altre un po' meno. Vabbè mi limiterò a dire che so fare la carbonara, come scrivono i ragazzi nella bio su Tinder.




Scrivi un commento