Avengers: Age of Ultron – Capitan America, il supersoldato

Di Andrea "Geo" Peroni
7 Febbraio 2015

Mancano poco più di due mesi all’uscita del cinecomic più atteso degli ultimi anni, Avengers: Age of Ultron, film che chiuderà virtualmente la Fase 2 dell’Universo Cinematografico Marvel insieme ad Ant-Man (atteso per agosto in Italia). Nella rubrica che ci accompagna ormai da diversi mesi, abbiamo sempre parlato dei Vendicatori: abbiamo esplorato lo SHIELD e i grandi personaggi legati ad esso, abbiamo conosciuto le storie di Thor e Hulk, e abbiamo raccontato la vita di Tony Stark, alias Iron Man, forse il Vendicatore più famoso. Ma tutto ciò che abbiamo raccontato, nell’UCM (e nei fumetti) non sarebbe stato possibile, se durante la Seconda Guerra Mondiale non fosse nato il primo vero supereroe: Capitan America.

COMICS – CAPITAN AMERICA

Pochi sanno che Steve Rogers, meglio conosciuto come Capitan America, nacque per l’editoriale Timely Comics, alla ricerca, nel 1941, di una figura simbolo per rappresentare la Seconda Guerra Mondiale in atto contro i nazisti. Nato inizialmente col nome di Super American, Rogers divenne in poche settimane l’eroe di tutti gli USA, tanto da guadagnarsi spazio anche nelle testate giornalistiche. L’obiettivo del personaggio era semplice: raccontare, in maniera ovviamente fantasiosa e spericolata, le gesta di questo straordinario supereroe patriottico, che cerca in tutti i modi di fermare Adolf Hitler. Con il passaggio dei diritti alla Marvel Comics, negli anni ’60, il personaggio venne riesumato e portato in un mondo più moderno rispetto alla WWII, per sfruttare nuovamente questa straordinaria simbolica figura che diede speranza a molti milioni di persone.

Il giovane Steve Rogers

captain_america_originiImpossibilitato ad arruolarsi per la seconda guerra mondiale, il giovane Steve Rogers viene contattato dal dottor Abraham Erskine, uno scienziato, per partecipare ad un segretissimo esperimento mirato alla creazione di un esercito di supersoldati. Tramite la formula di Erskine, Rogers accresce notevolmente le sue prestazioni fisiche e mentali, ma una spia nazista uccise lo stesso Erskine pochi secondi dopo l’esperimento, rendendo di fatto Rogers l’unico super soldato.

Nei panni dell’eroe più amato dagli USA, ovvero Capitan America, Steve Rogers verrà arruolato nell’esercito dallo stesso presidente Roosvelt, per una serie di segretissime missioni contro l’HYDRA, la divisione scientifica nazista guidata dal Teschio Rosso. Come in ogni battaglia, Rogers era sempre accompagnato dalla sua giovane spalla, James Burnes, meglio conosciuto come Bucky. I due, insieme ad altri grandi personaggi come Nick Fury, Namor o gli Howling Commandos, riuscirono a sbaragliare l’HYDRA e i nazisti, contribuendo in maniera fondamentale alle sorti della guerra.

L’ultimo ostacolo alla fine della guerra si chiamava Barone Zemo, scienziato nazista che era intenzionato a distruggere Londra con un bombardiere. Zemo riuscì a decollare, ma Rogers e Bucky salirono a bordo: entrambi decisero di sacrificarsi per impedire al bombardiere di arrivare in Inghilterra, facendolo precipitare in mare. Bucky morì nell’esplosione, mentre Capitan America precipitò nell’oceano, e venne creduto morto per molti anni…

I Vendicatori

Dopo averlo trovato ibernato nel ghiaccio, i Vendicatori, ovvero Iron Man, Hulk, Thor, Ant-Man e Wasp, riescono a rianimare Capitan America, eroe leggendario della seconda guerra mondiale, che viene integrato all’istante nel gruppo degli eroi più potenti della Terra. La vita di Rogers riprenderà lì da dove si era interrotta, ovvero nella lotta al crimine, nell’impedire che le grandi società segrete riescano ad impadronirsi del mondo, su tutte l’HYDRA, che anche dopo la sconfitta di Adolf Hitler continua ad operare di nascosto, specialmente grazie alla guida del suo nuovo capo, il Barone Wolfgang Von Strucker.

La dimensione di Capitan America non sarà però solamente quella terrestre. Con i Vendicatori, il buon capitano riuscirà a vivere centinaia di nuove avventure, integrandosi con razze aliene, come durante la Guerra Kree-Skrull, conflitto galattico che avrà ripercussioni anche in futuro, come nel mega evento Secret Invasion. Nel corso dela sua vita tormentata da Vendicatori, Capitan America sarà spesso sotto i riflettori, sia per meriti positivi, sia per decisioni non sempre condivise da tutti gli altri eroi. Lo stesso Rogers avrà un ruolo fondamentale nelle Guerre Segrete contro l’Arcano, che metterà in luce tutte le sue paure e timori. Tutto questo finchè, un giorno, un criminale si fece esplodere nel centro di Stamford…

La Guerra Civile e la morte

Lo strappo irreparabile tra Stark e Rogers, due grandi leader spesso in contrapposizione, avviene dopo l’incidente di Stamford, dove per colpa di un reality show su giovani e aspiranti Vendicatori perderanno la vita centinaia di persone. Il governo statunitense decide di legittimare l’Atto di Registrazione dei supereroi, che permetterebbe all’esercito di conoscere ogni identità segreta e di poter controllare e limitare l’azione dei superumani, tra cui i Vendicatori. Capitan America, così come molti altri eroi, non sono affatto d’accordo, e nasce una fazione ribelle: inizia così la Guerra Civile dei Supereroi.

civil-war-marvel-comics

L’obiettivo della fazione di Rogers non è tanto quello di contrastare il gruppo dei Vendicatori ufficiali guidati da Iron Man, quanto quello di continuare a svolgere la propria vita senza doverne rendere sempre conto al governo. Insomma, continuare a lavorare per la giustizia senza diventare schiavi di qualcuno. Tra i ribelli, guidati da Capitan America, ci saranno tantissimi supereroi: Matt Murdock/Daredevil, Sam Wilson/Falcon, Ercole, il Punitore, Golia, Luke Cage, Susan Richards/Donna Invisibile, e molti altri, ai quali successivamente si unirà anche l’Uomo Ragno, dopo aver capito che i piani di Stark erano folli: costruire una superprigione per supereroi nella Zona Negativa (una dimensione alternativa, scoperta da Reed Richards). Numerose saranno le battaglie, e altrettanto numerosi saranno gli eroi caduti in battaglia, prima dello scontro decisivo per le strade di Manhattan.

iron-man-fumetti-capitan-america-morteCapitan America e Iron Man si scontrano a suon di pugni sotto gli occhi di tutto il mondo, consegnando un’immagine decisamente negativa per tutti coloro che le persone dovrebbero vedere come salvatori. Lo stesso Stark, intenzionato a vincere la guerra con ogni mezzo, si consegna al lato oscuro, e ingaggia ex criminali e nemici storici per poter ribaltare a suo favore le sorti della Guerra Civile. Rendendosi conto della sconfitta morale dell’intera vicenda, Rogers si costituirà, per evitare il proseguo dello scempio. Ma il prode Capitano non avrà vita lunga: il giorno del processo per gli avvenimenti della Guerra Civile, due colpi di arma da fuoco sparati da Crossbones (sicario del Teschio Rosso) lo colpiranno in pieno petto, sancendo la fine dell’immortale Rogers.

Capitan America rinato

Dopo un anno di gestione dell’HAMMER (circa 2 anni e mezzo dopo la Guerra Civile), Norman Osborn è intenzionato a consegnare alla giustizia il vero assassino di Capitan America. Nel corso delle indagini è infatti emerso che Crossbones ha sì sparato il primo colpo, mentre il secondo è arrivato da un altra persona. Synthia Schmidt decide di collaborare con Osborn, rivelando i piani di suo padre, sopravvissuto agli anni grazie ad una intelligenza robotica: il Teschio Rosso ha fatto il lavaggio del cervello a Sharon Carter (fidanzata di Steve) e l’ha costretta a sparare, tramite un dispositivo temporale creato da Victor Von Doom/Destino, che avrebbe permesso di “congelare” nel tempo Capitan America e di recuperarlo in qualunque momento. Osborn scopre quindi che fu proprio Sharon, inconsapevolmente, a uccidere Steve.

Ricattando Vedova Nera e Bucky (che era sopravvissuto a causa di esperimenti condotti dall’Unione Sovietica su di lui, rendendolo per molti anni il temibile Soldato d’Inverno), Osborn riesce a imprigionare Sharon, e il Teschio Rosso, tramite il sangue della ragazza, riesce a recuperare il corpo di Rogers dalla prigione temporale, prendendone anche il possesso grazie ad un’invenzione del Dr. Zola. I Vendicatori Segreti guidati da Luke Cage saranno però avvertiti dallo stesso Bucky, che racconterà l’assurda vicenda e che li porterà a scontrarsi con i Vendicatori di Osborn. Sull’aereo del Teschio Rosso/Capitan America, intanto, Sharon è sempre tenuta prigioniera, ma l’arrivo della squadra di Cage farà cadere il velivolo, che si schianterà a Washington, di fronte alla statua di Lincoln: qui avrà luogo la battaglia tra Bucky e il corpo di Steve Rogers, al cui interno c’è un’altra lotta, quella tra Schmidt e Capitan America. Al termine dello scontro, Steve riuscirà finalmente a riavere il controllo e a tornare definitivamente in vita: Capitan America è rinato.

captain america reborn_mini

Steve non riprenderà però il ruolo di Capitan America. Secondo lui, infatti, al momento Bucky risulta più idoneo alle operazioni sul campo. Steve, invece, verrà nominato dal Presidente degli Stati Uniti nuovo leader dello SHIELD, riscostruito dopo la disfatta di Osborn ad Asgard.

Il dio della paura

Lo scudo non rimarrà comunque nelle mani di Bucky per molto tempo. Cul, fratello di Odino, si risveglia dalla sua prigione millenaria sulla Terra, e dichiara guerra ad Asgard. Essendo il dio della paura, Cul decide di sfruttare tutta la forza della paura dei terrestri per accrescere i suoi poteri e partire alla conquista di Asgard. I Vendicatori, ovviamente non stanno a guardare, e mentre Cul devasta New York, parte l’offensiva. Thor si scontra con la Cosa e Hulk (trasformati in servi di Cul a causa di un incantesimo), mentre Bucky/Capitan America da battaglia a Cynthia Schmidt (alias Sin), la figlia del Teschio Rosso, in possesso di uno dei martelli magici di Thor. Sotto gli occhi degli altri Vendicatori, Sin riesce a uccidere Bucky, ponendo fine, vittoriosamente, alla battaglia di New York.

Steve Rogers non può però perdersi d’animo, e decide di vestire nuovamente i panni di Capitan America, in quanto la gente, impaurita e senza più speranza, necessita di una figura simbolo. La marcia su Broxton di Cul (la città di Asgard, al momento, si trova nei cieli dell’Oklahoma) viene quindi fermata dall’intervento di Capitan America e dei Vendicatori, che riescono a respingere l’assalto anche grazie al sacrificio di Thor. Numerose vittorie arriveranno anche nei mesi successivi: prima Norman Osborn, poi Ultron, infine gli X-Men, i quali si scontreranno coi Vendicatori per il controllo della Forza Fenice. Capitan America è tornato, e non solo la Terra lo sa: l’obiettivo è tutto l’universo.

Vendicatori cosmici

captain america_ infinitySteve Rogers e Tony Stark, in seguito alla guerra con gli X-Men, decidono di intraprendere un nuovo percorso per i Vendicatori, con l’intento di farli diventare “più grandi”. Il motivo di questo cambiamento, che spingerà il team anche a viaggiare nello spazio, è da attribuire alle Incursioni e all’arrivo dei Costruttori. L’universo sta infatti collassando su se stesso, e le Incursioni tra Terre parallele sono sempre più frequenti e disastrose. Dopo aver inutilmente pensato di fermare l’inevitabile utilizzando il Guanto dell’Infinito degli Illuminati, Rogers rompe 5 delle 6 gemme, e il dottor Strange utilizza su di lui un potente incantesimo della memoria.

La minaccia dei Costruttori, i creatori dell’universo e della vita, continua però inesorabile, con l’antica razza aliena intenzionata ad eliminare ogni forma di vita in quanto l’Universo sta finendo. Insieme ad altre razze aliene, tra cui Kree e Skrull, Rogers e i Vendicatori riusciranno dapprima a sbaragliare i Costruttori, e successivamente a salvare la Terra, finita nelle mire di un Thanos alla ricerca delle Gemme e di sui figlio Thane.

Le Incursioni, però, non accennano a fermarsi. Steve sembra impotente, fino a quando una mattina ricorda cosa gli Illuminati gli hanno fatto, e decide di scoprire come Stark e gli altri stanno fermando le Incursioni. Nel mezzo di una lotta tra i due, compare dal nulla l’unica Gemma sopravvissuta, quella del Tempo, che spedisce tutti i Vendicatori in altre epoche…

UCM – STEVE ROGERS, L’UOMO SENZA TEMPO

Il supersoldato

Desideroso di raggiungere i suoi connazionali al fronte, il gracile Steve Rogers si ritrova a vivere all’epoca della Seconda Guerra Mondiale senza la possibilità di combattere. Anche il suo miglior amico, James “Bucky” Barnes, è stato arruolato, ma Steve non vuole saperne di arrendersi. E’ così che farà la conoscenza del dottor A. Erskine, un fisico che sta studiando una nuova formula in grado di creare il soldato perfetto. Dopo un duro allenamento sotto l’occhio del colonnello Phillips e dell’agente Peggy Carter, per la quale prova un forte sentimento amoroso, Steve inizia il trattamento per sottoporsi all’esperimento. Erskine e Howard Stark, infine, collaborano per trovare la soluzione: il siero di Erskine e i Vita Ray di Stark avrebbero funzionato. Rogers viene quindi sottoposto al trattamento, e dopo alcuni minuti diventa alto e muscoloso. Nasce così Capitan America.

Captain America - Il primo vendicatoreIl successo non sarà però quello che Steve si aspettava. L’esercito americano non lo manda direttamente al fronte, bensì a fare propaganda in giro per gli USA, sfruttando l’immagine fittizia di Capitan America, l’uomo che rappresenta la lotta al nazismo. Durante uno spettacolo al fronte, però, Steve scopre che il 107°, il regimento di cui faceva parte anche Bucky, è stato rapito dall’HYDRA, la divisione scentifica nazista, durante un’operazione. Determinato a salvare il suo amico, Rogers, con l’aiuto di Stark e Peggy riesce a penetrare le difese naziste, e a trovarsi faccia a faccia con Johann Schmidt, il capo dell’HYDRA e l’uomo conosciuto come Teschio Rosso, in possesso del Tesseract, misterioso oggetto dalle proprietà divine. Dopo aver dimostrato il suo valore in questa occasione, Capitan America diventa finalmente operativo, e inizia a distruggere ogni base dell’HYDRA sul suo cammino. Durante un’operazione per catturare il dottor Zola, però, Steve perde Bucky, il suo più caro amico, che precipita da un treno in corsa. Il dolore per la perdita convincerà però Steve a sconfiggere una volta per tutte l’HYDRA. Il Teschio Rosso, senza via di fuga, sale a bordo del suo bombardiere insieme al Tesseract, e fa rotta sulla costa est degli USA, per distruggere le maggiori città americane. Rogers, però, riuscirà a salire a bordo, fermando Schmidtt (che viene risucchiato in un portale aperto dal Tesseract) e si sacrificherà per impedire al bombardiere di fare una strage, tra le lacrime di Peggy Carter. Nei ghiacci dell’Artico, Steve Rogers rimarrà ibernato per quasi 70 anni, fino all’arrivo dello SHIELD.

Risvegliatosi nel 21° secolo, Rogers si ritrova decisamente spaesato, e fugge da quelli che pensava fossero i suoi rapitori. In realtà, lo SHIELD stava monitorando le condizioni fisiche di Steve, come gli comunicherà Nick Fury, il capo dell’organizzazione. Fury, inoltre, convincerà Capitan America a tornare in azione con lo SHIELD, per tornare ad essere il simbolo che era un tempo.

Lo SHIELD e il Tesseract

Allenatosi in segreto per mesi, Steve Rogers è pronto a tornare in azione. Nick Fury gli comunica che, da una delle basi segrete dello SHIELD, è stato rubato il Tesseract, il cubo cosmico che il Teschio Rosso stava utilizzando durante la Seconda Guerra Mondiale. Insieme a Vedova Nera e Iron Man, Rogers riesce a fermare Loki, il ladro del Tesseract, a Stoccolma, con l’intento di portarlo a bordo dell’helicarrier SHIELD e fargli confessare l’ubicazione del cubo. Dopo aver fatto la conoscenza di Thor, fratello di Loki, tutto il gruppo si reca da Fury. Un attacco a sorpresa degli uomini di Loki, guidati da Clint Barton (sotto l’effetto del potente scettro che il dio degli inganni impugna), scatena però il panico a bordo del velivolo dello SHIELD: Banner non riesce a trattenere Hulk, che comincia a combattere contro Thor; Vedova Nera e Occhio di Falco si scontrano violentemente a bordo; Rogers e Stark cercano un modo per impedire che l’helicarrier precipiti; Loki, infine, riesce a fuggire, uccidendo anche l’agente Coulson.

La perdita di Coulson funge da catalizzatore per il gruppo, che, intenzionato a fermare Loki e il suo piano di conquista della Terra, si reca a New York per impedire al Tesseract di aprire un portale spaziale che avrebbe permesso l’invasione dell’esercito dei Chitauri. Capitan America è in prima fila, e insieme ai suoi compagni Vendicatori intraprende una lunga ed estenuante battaglia a Manhattan, per salvare più civili possibili. Grazie allo scettro, i Vendicatori riescono a chiudere il portale, e arrestano Loki, che viene riportato da Thor ad Asgard insieme al cubo cosmico.

Il ritorno di Bucky e dell’HYDRA

Dopo il recupero del Tesseract e il ritorno all’azione, Rogers decide di diventare un agente operativo a tempo pieno per lo SHIELD. La sua amicizia con Nick Fury e Vedova Nera lo convincerà ad unirsi all’organizzazione spionistica, dove conoscerà anche molte altre influenti personalità, come l’Agente 13 (alias Sharon Carter) e Alexandre Goodwin Pierce, il segretario generale dello SHIELD e membro del Consiglio Mondiale della Sicurezza. La vita di Steve viene però turbata, prima dalla morte di Fury e successivamente dalla scoperta che lo stesso Fury nascondeva molti segreti. Pierce, convinto che Rogers fosse in combutta con Fury, ordina ai team Strike e Insite, guidati da Brock Rumlow, di dare la caccia a Capitan America, ritenuto a tutti gli effetti un traditore. Non tutti gli agenti SHIELD concorderanno con l’ordine di Pierce, tra cui Natasha Romanoff, che entrerà in clandestinità insieme a Rogers per scoprire cosa realmente stava accadendo allo SHIELD. Visitando una base militare ormai abbandonata, che in passato fu la prima sede dello SHIELD fondato da Peggy Carter e Howard Stark, Rogers scopre una tremenda verità: l’HYDRA esiste ancora, e si è infiltrata nello SHIELD sin dalla sua nascita.

captain america 2 winter soldier

Insieme a Sam Wilson, ex militare americano, Rogers e Vedova Nera dovranno fronteggiare Pierce, il capo dell’HYDRA, e il suo braccio armato, il temibile Soldato d’Inverno, una superspia russa che nella Guerra Fredda eseguiva qualunque tipo di missione omicida. Durante una battaglia tra Capitan America e il Soldato d’Inverno, questi perde la maschera che gli copre il viso, e Rogers rimane sconvolto: il soldato di Pierce è in realtà Bucky Barnes, il suo migliore amico sin dall’infanzia, creduto morto durante la Seconda Guerra Mondiale. Intenzionato, se necessario, a fermare anche il suo amico, al quale la Russia e l’HYDRA hanno lavato il cervello più volte negli anni, Capitan America riunisce una squadra operativa con Vedova Nera, Falcon e Maria Hill, supportati da Nick Fury, che in realtà non era morto. Decisi a fermare il progetto Insite, che avrebbe decretato la morte di tutti i nemici dell’HYDRA (tra cui Tony Stark, Bruce Banner e Stephen Strange), Rogers riesce a fermare il lancio dei tre helicarrier di Pierce. In seguito ai fatti di Washington, lo SHIELD viene smantellato, anche se continua a operare in clandestinità, proprio come l’HYDRA. Il Soldato d’Inverno, invece, è fuggito, e sarà compito di Steve ritrovarlo.

Futuro imprevedibile…o no?

Avengers: Age of Ultron sarà sicuramente un film molto importante, soprattutto nella vita di Steve Rogers. Il supersoldato sarà sicuramente al centro dell’attenzione, dovendo fronteggiare, insieme agli altri Vendicatori, il malvagio robot Ultron. Ma sappiamo anche che il finale di questo grandioso film avrà ripercussioni immense sul rapporto tra Capitan America, lo SHIELD e Tony Stark. Chiudiamo questo mese con la stessa medesima immagine dell’episodio di gennaio, dedicato ad Iron Man, ricordandovi una cosa: Civil War è sempre più vicina…

captain_america_civil_war

 



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.