The Book of Boba Fett – Chi è il (clamoroso) personaggio che appare nel sesto episodio?

Di Andrea "Geo" Peroni
2 Febbraio 2022

Il sesto episodio di The Book of Boba Fett è stato reso disponibile oggi su Disney+, generando moltissimi riscontri positivi.

La nuova serie di Star Wars non è partita col piede giusto, e i primi quattro episodi hanno lasciato molti dubbi agli appassionati del franchise. Il quinto e soprattutto il sesto episodio, lanciati sulla piattaforma streaming rispettivamente il 26 gennaio e oggi 2 febbraio, hanno però certamente rimesso in carreggiata la serie TV, che si è legata in maniera molto più salda a The Mandalorian e all’intera saga.

Non è uno spoiler, in questo caso: Din Djarin, il personaggio di Pedro Pascal, è stato protagonista assoluto del quinto episodio di The Book of Boba Fett la scorsa settimana, tanto che i social di Star Wars gli hanno dedicato un poster ufficiale e alcuni splendidi artwork pochi giorni fa. Vi lasciamo qui sotto un assaggio.

Tornanto a The Book of Boba Fett, il sesto episodio, pubblicato oggi su Disney+, rappresenta senza dubbio un altro trionfo per la gestione di Star Wars da parte di Dave Filoni, che ancora una volta si conferma come la figura più adatta per tenere in piedi il periodo storico della Skywalker Saga anche grazie al suo amorevole lavoro su Star Wars: The Clone Wars. Filoni, per inciso, ha anche diretto l’episodio di oggi.

I fan, su Twitter, stanno esprimendo tutta la loro gioia per il perfetto episodio confezionato, e a ben vedere: oltre a essere di fronte a uno splendido momento di Star Wars, l’episodio 6 presenta anche alcuni sorprendenti ritorni, compreso il debutto in live action di un clamoroso personaggio.

Prima di proseguire in questo articolo, però, vi anticipiamo che seguiranno spoiler sulla trama di The Book of Boba Fett, dunque se non volete alcuna anticipazione e non avete ancora visto il sesto episodio, siete invitati ad abbandonare la lettura.

The Book of Boba Fett 1×06 – Tutte le sorprese dell’episodio

Con Boba Fett (Temuera Morrison) lasciato ancora una volta sullo sfondo, l’episodio 1×06 rappresenta un nuovo ponte di collegamento tra la serie e gli eventi futuri di The Mandalorian, non senza però lasciare agli spettatori e amanti del franchise alcuni indimenticabili momenti.

All’inizio della puntata tornano ad esempio Din Djarin (Pedro Pascal) si dirige con la sua nuova nave spaziale su un misterioso pianeta nel quale Luke Skywalker (Mark Hamill) sta proseguendo nell’addestramento del piccolo Grogu, e insieme a loro troviamo anche R2-D2 e, a sorpresa, Ahsoka Tano (Rosario Dawson). Skywalker ha dato il via alla costruzione del nuovo Tempio Jedi, dove, per conto della Nuova Repubblica, intende iniziare l’addestramento di una nuova generazione di cavalieri di pace e giustizia per la Galassia – una missione che, come ben sappiamo dalla Trilogia Sequel, fallirà clamorosamente dopo l’addestramento di Ben Solo aka Kylo Ren.

Durante l’addestramento di Grogu, Luke aiuta anche il piccolo a ricordare parte della sua infanzia, e a questo punto assistiamo a una sequenza ben nota ma dal suo punto di vista.

Sfruttando la Forza, Luke consente infatti a Grogu di ricordare un particolare momento della sua travagliata vita, l’attacco dei Cloni al Tempio Jedi di Coruscant dopo che Palpatine emanò il tristemente famoso Ordine 66. Non ci viene svelato tutto di questo flashback, e siamo anzi sicuri che in futuro ne sapremo di più, tuttavia i pochi Jedi rimasti a protezione di Grogu vengono sterminati dai Cloni. A quel punto, Grogu si risveglia, lasciandoci parecchi interrogativi.

Allontanandosi dal pianeta dopo aver consegnato il famoso regalo di cui si parlava nel quinto episodio della serie, Din torna a Tatooine per aiutare Boba Fett nella sua guerra, e decide di far visita a un’altra vecchia conoscenza di The Mandalorian per cercare alleati. Il mandaloriano si reca infatti a Freetown per parlare con Cobb Vanth (Timothy Olyphant), il quale saluta poi Din promettendo che discuterà di una possibile alleanza con Fett insieme agli abitanti della sua cittadina.

Vanth non fa in tempo a organizzare una seduta cittadina, poiché all’orizzonte si staglia una figura che si fa lentamente avanti nel deserto di Tatooine. Con il capo coperto da un cappello, l’uomo propone a Vanth e agli abitanti di Freetown di non appoggiare la guerra di Fett, e che se faranno ciò il Sindacato Pyke li ricompenserà con la stessa cifra che prometteva il cacciatore di taglie di Jabba the Hutt.

Osservando la riluttanza di Vanth ad accettare l’offerta, la misteriosa figura mostra finalmente il suo volto: si tratta di Cad Bane, uno dei personaggi più iconici della serie animata Star Wars: The Clone Wars che quindi fa il suo debutto in live action.

Per chi non lo conoscesse, Cad Bane è un famoso cacciatore di taglie che operò soprattutto durante le Guerre dei Cloni. Dopo la morte di Jango Fett su Geonosis, Palpatine decise di assumere Cad Bane come importante figura di riferimento per le operazioni dei Sith, volte a rovesciare la Repubblica e portare il signore oscuro Darth Sidious al potere.

L’ultima volta che abbiamo visto Cad Bane è stato proprio in Star Wars: The Clone Wars, poco prima dell’inizio degli eventi di Episodio III: La Vendetta dei Sith. Bane, incastrato da Obi-Wan Kenobi che si finse un cacciatore di taglie, venne arrestato dalla Repubblica. Non conoscevamo i dettagli successivi, ma è chiaro che il Duros dalla pelle blu, visto il suo rapporto con Palpatine, potrebbe essere stato scarcerato poco tempo dopo la presa del potere da parte dell’Imperatore.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento