Chi sono gli Illuminati? | Speciale Marvel Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Di Andrea "Geo" Peroni
14 Aprile 2022

Manca sempre meno a Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il nuovo film della Fase 4 dei Marvel Studios che proseguirà l’esplorazione del multiverso dopo Spider-Man: No Way Home, questa volta con tanti nuovi colpi di scena e sorprese.

La pellicola, la prima (?) diretta dal grande Sam Raimi per i Marvel Studios, mostrerà Stephen Strange (Benedict Cumberbatch) alle prese con le conseguenze delle sue azioni in No Way Home, che si stanno ripercuotendo sul Multiverso.

Tra le più grandi novità che vedremo nel film ci sono ovviamente gli Illuminati, il gruppo segreto di superumani che abbiamo già visto in occasione del trailer del Super Bowl. In tale occasione, le primissime sequenze di Doctor Strange 2 ci hanno mostrato le guardie al servizio degli Illuminati, che sono in realtà robot Ultron, e i primi membri dell’organizzazione segreta tra i quali troviamo Mordo (Chiwetel Ejiofor) e Charles Xavier (Patrick Stewart), quest’ultimo di ritorno nei panni del leader degli X-Men dopo la celebre saga di film della 20th Century Fox.

Ma chi sono questi Illuminati di cui si parla tanto? Il nome non è certamente estraneo a chi mastica da tempo i fumetti Marvel, specialmente degli ultimi 20 anni, tuttavia, al di là di un piccolo easter egg in Iron Man 2, gli Illuminati sono una novità assoluta per il Marvel Cinematic Universe. Siamo quindi qui a raccontarvi i passaggi chiave più importanti di questo super-gruppo, le cui azioni spesso hanno portato allo scoppio di guerre e scontri interni tra i supereroi.

Prima di proseguire, ecco un paio di chiarimenti. Naturalmente ciò che leggerete di seguito si riferisce agli eventi più importanti che hanno coinvolto gli Illuminati su Terra-616, ossia l’universo principale dei fumetti Marvel, anche se nel riassunto (non racconteremo ovviamente per filo e per segno ogni cosa) vedrete che il gruppo ha avuto a che fare anche con il Multiverso. Inoltre, non è certo che la formazione degli Illuminati dei fumetti sarà la stessa che troveremo in Doctor Strange nel Multiverso della Follia, dove anzi ci saranno certamente alcune differenze.

Le più grandi menti del mondo

Poco dopo la Guerra Kree-Skrull, uno degli eventi cosmici più importanti della storia editoriale Marvel, Tony Stark convocò alcuni “colleghi” per un incontro segreto volto alla formazione di un nuovo gruppo di superumani. Stark riteneva infatti che i presenti, con le loro conoscenze, avrebbero potuto anticipare la minaccia dell’invasione aliena e salvare molte vite. Nonostante le iniziali titubanze, relative soprattutto alla sempre delicata obiezione per quanto riguarda il rischio di mettere troppo potere nelle mani di poche persone, seppur intelligentissime, il concilio voluto da Stark raggiunge il suo scopo. Nascono così gli Illuminati.

Oltre a Stark, gli Illuminati comprendono tante personalità tra le più famose al mondo, e alcune di esse devono mettere da parte i dissapori reciproci per il bene dell’umanità. È il caso ad esempio di Reed Richards, leader dei Fantastici 4, e Namor, re di Atlantide, che in passato hanno avuto parecchi scontri. Tra le fila degli Illuminati trovano poi spazio Freccia Nera, re di Attilan e degli Inumani, per le sue ovvie relazioni con i Kree; Stephen Strange, stregone supremo della Terra; infine, Charles Xavier, direttore dell’accademia che forma i giovani mutanti e responsabile, da accordo comune tra tutti gli Illuminati, di monitorare le menti dei presenti a ogni incontro per evitare tradimenti o ulteriori segreti. T’Challa, invece, nonostante fosse presente all’incontro, sceglie di non entrare a far parte degli Illuminati.

La prima missione segreta del gruppo è una conseguenza diretta della guerra appena accaduta. Gli Illuminati si diressero infatti su Skrullos, pianeta natale degli Skrull, ancora particolarmente scossi dopo la loro sconfitta nella guerra contro i Kree. L’obiettivo di Stark e degli altri eroi era quello di intimare i leader alieni di non fare ritorno sulla Terra, e di non interferire con gli umani.

Quella che doveva essere una semplice missione diplomatica fallisce miseramente, e anzi si rivelerà essere un disastro. Gli Illuminati vengono rapiti e analizzati dagli Skrull, che ne esaminano la fisiologia, la genetica, la tecnologia e i poteri, raccogliendo una gran quantità di informazioni. Grazie ad Iron Man, che per primo si libera dalla prigionia, il gruppo viene infine salvato, e gli Illuminati tornano sulla Terra consapevoli del fatto che gli Skrull, prima o poi, torneranno nuovamente per un nuovo attacco. Paradossalmente, furono proprio gli Iluminati a dare nelle mani degli Skrull uno straordinario vantaggio per il futuro. Con le tecnologie e i segreti rubati ai vari membri del gruppo, specialmente Reed Richards, l’Impero Skrull entrò infatti in possesso di ciò che voleva per pianificare la conquista della Terra.

Le Gemme dell’Infinito e lo scioglimento

Le minacce cosmiche non si limitavano però solo agli Skrull. Tempo dopo, il folle titano Thanos, per ingraziarsi Morte, aveva utilizzato il Guanto dell’Infinito per sterminare metà della vita nell’universo, venendo poi sconfitto dagli eroi della Terra e altre entità cosmiche. Nonostante la vittoria, l’estremo potere delle Gemme dell’Infinito era troppo elevato per essere dimenticato, e così Reed Richards propose agli Illuminati un’importante compito: raccogliere le ancestrali pietre e conservarle. Dopo una lunga ricerca in tutto il cosmo, gli Illuminati ottengono tutte e sei le Gemme dell’Infinito, che Richards cerca poi di distruggere fallendo però nel tentativo. Il gruppo prende così una decisione controversa ma condivisa dai vari membri: a ognuno degli Illuminati viene infatti consegnata una Gemma da custodire, per fare in modo che queste non vengano mai più riunite.

Gli Illuminati si dedicano così ad altre questioni che secondo loro meritano attenzione. Cercano ad esempio di comprendere l’origine dell’Arcano, una misteriosa entità con poteri incredibili responsabile delle Guerre Segrete che coinvolsero i Vendicatori, Galactus e molti altri supereroi e supercriminali. Convinti che si trattasse di un mutante inumano, gli Illuminati, in particolare Freccia Nera, convincono l’Arcano ad auto-esiliarsi in un’altra dimensione. A proposito di realtà parallele, il gruppo riesce a far redimere il guerriero Kree Noh-Varr, giunto da una dimensione alternativa e voglioso di conquistare la Terra. Tra i vari compiti degli Illuminati, ci sarà inoltre quello di controllare e monitorare Robert Reynolds, meglio conosciuto come Sentry. Il supereroe, tra i più potenti nell’intero universo, condivideva infatti la sua esistenza con l’entità malvagia Void, che rischiava in ogni momento di prendere il sopravvento e minacciare l’intero pianeta.

Le decisioni pericolose e controverse, comunque, restano all’ordine del giorno per gli Illuminati. Maria Hill, all’epoca direttrice dello SHIELD, impose ad Iron Man di cercare una soluzione per il problema Hulk. Il Golia Verde si era infatti reso protagonista di un nuovo attacco devastante a Las Vegas, distruggendo la città, e lo SHIELD non era più disposto a perdonare l’alter ego di Banner. Gli Illuminati, escluso Xavier che aveva perso i suoi poteri da mutante dopo gli eventi di House of M, organizzano quindi una riunione che termina con un esito drastico: Stark, Richards, Strange e Freccia Nera decidono di esiliare Bruce Banner nello spazio, allontanando quindi dalla Terra il loro amico e collega insieme alla minaccia di Hulk. Namor, unico membro contrario alla decisione, ricorda ai presenti le parole di T’Challa e che prima o poi Hulk sarebbe tornato sulla Terra per vendicarsi delle loro azioni.

Con i rapporti tra i membri più tesi che mai, gli eventi successivi non saranno altro che la goccia che farà traboccare il vaso. Dopo l’incidente di Stamford, il governo ha presentato l’Atto di Registrazione dei Superumani, e Tony Stark organizza una nuova riunione con gli Illuminati per parlare del rivoluzionario movimento. Il Vendicatore di Metallo fallirà nel suo scopo: l’unico ad appoggiare le idee di Stark, il maggior sostenitore dell’Atto di Registrazione, sarà Reed Richards, mentre Strange e Freccia Nera si opporranno all’idea. Con Xavier ancora lontano e Namor che afferma di non essere interessato alla questione in quanto non lo riguarda, la rottura tra gli Illuminati suonerà come una profezia per ciò che accadrà di lì a poco, e cioè lo scoppio della Civil War tra i superumani. Gli Illuminati decidono quindi di sciogliersi.

World War Hulk

Gli Illuminati devono però ancora vedersela con le conseguenze delle loro azioni, e proprio come predetto da Namor, l’esilio di Banner si rivelerà una catastrofe. Lanciato nello spazio, Hulk finisce sul pianeta selvaggio di Sakaar, diventando prima schiavo dei padroni del pianeta e leader poi della ribellione, Conquistato il diritto di regnare su Sakaar, la nuova vita di Hulk viene nuovamente devastata quando la navetta utilizzata dagli Illuminati per esiliarlo esplode, uccidendo sua moglie e il figlio da poco nato. Assetato di vendetta, Hulk fa quindi il suo ritorno nel Sistema Solare, attaccando prima Attilan, la città degli Inumani di Freccia Nera sulla Luna, e puntando poi la Terra per farla pagare a tutti gli Illuminati.

Dopo aver seminato terrore e distruzione nell’accademia di Xavier, Hulk decide di non uccidere il professore ormai privo di poteri a causa di Wanda Maximoff. Xavier è pronto a consegnarsi a Hulk, confidandogli che se avesse partecipato alla riunione degli Illuminati, avrebbe concordato con la scelta dell’esilio, tuttavia il Golia Verde intende lasciarlo in vita per far sì che l’uomo continui a tormentarsi interiormente per ciò che è accaduto ai mutanti.

La furia di Hulk si scatena quindi verso gli altri Illuminati rimasti che lo hanno tradito in precedenza. Il gigante attacca New York, combattendo Iron Man con una nuova e fiammeggiante armatura Hulkbuster, che non sarà però abbastanza: il Vendicatore di metallo, nonostante l’aiuto di altri alleati come i Fantastici Quattro e Black Panther, viene battuto. La Stark Tower viene distrutta, e Hulk ha la meglio anche su Reed Richards e Strange, il quale viene ingannato e costretto a liberare il suo spirito a quello del demone Zom, che per poco non compirà una strage tra i civili.

Disgustato dagli Illuminati, Hulk li cattura, li imprigiona e fornisce a ognuno di loro dischi di obbedienza, costringendoli a combattere l’uno contro l’altro. Il Golia non vuole ucciderli, ma solo dimostrare al mondo quanto le azioni del gruppo segreto siano state devastanti per il pianeta. Neppure l’intervento di Sentry riuscirà a fermare la furia di Hulk, intenzionato a radere al suolo New York di fronte agli occhi del mondo, ma Stark utilizzerà una nuova tecnologia di difesa che, grazie ad alcuni satelliti in orbita, impedirà a Banner di ritrasformarsi nel suo pericoloso alter ego. Il dottore verrà quindi imprigionato, ma la ferita inflitta dalle azioni degli Illuminati non sarà facile da dimenticare. E sarà ancora solamente l’inizio.

L’invasione e il regno di Osborn

Poco tempo dopo, gli Illuminati devono fare i conti con un’altra conseguenza delle loro azioni passate. Tony Stark scopre infatti che sulla Terra si sono infiltrati un gran numero di Skrull, alieni mutaforma che appaiono indistinguibili dai superumani di cui hanno preso le sembianze. Gli Skrull sono arrivati a questa tecnologia dopo aver imprigionato anni prima proprio gli Illuminati su Skrullos, e il gruppo si ritiene ovviamente responsabile dell’imminente guerra che sta per scoppiare. Impossibilitati a potersi fidare l’uno degli altri, in quanto ognuno di loro potrebbe essere una spia Skrull, gli Illuminati si sciolgono nuovamente, anche se alcuni di loro continuano a collaborare.

Stark e Richards lavorano insieme per trovare una soluzione al problema e sconfiggere al più presto gli Skrull. Il leader dei Fantastici 4 resterà coinvolto insieme alla sua famiglia, con gli alieni che colpiranno duramente Reed. Lo scienziato viene poi liberato da Abigail Brand dello SWORD, che conduce Richards nella Terra Selvaggia dove sta andando in scena il grande scontro con gli Skrull. Iron Man, una delle ultime linee di difesa dell’umanità, viene neutralizzato dagli alieni, ma a quel punto accade l’imprevedibile: Norman Osborn, leader dei Thunderbolts, riesce a sorprendere e uccidere Veranke, imperatrice degli Skrull, ponendo fine alla guerra. Il presidente degli USA, dopo la guerra che ha rischiato di mettere in ginocchio il pianeta, non può far altro che licenziare Tony Stark, a capo dello SHIELD dopo la Guerra Civile, ed eleggere Norman Osborn come capo dell’organizzazione, che verrà poi rinominata HAMMER. Il Goblin diventa l’uomo più potente al mondo, e gli Illuminati ne sono indirettamente responsabili.

Con Stark ridotto a essere un fuggitivo, Freccia Nera fuggito insieme agli Inumani dopo lo scoppio della guerra, Namor passato dalla parte di Osborn e Strange di ritorno da un viaggio mistico che lo porterà a cercare aiuto ai Nuovi Vendicatori, Richards è l’unico tra gli Illuminati che cerca una soluzione. Mr. Fantastic costruisce un dispositivo che gli permette di osservare altri universi, per cercare di capire la causa di tutto ciò che sta accadendo nella propria realtà. Per fortuna degli eroi, il regno oscuro di Osborn sarà molto breve: la fallimentare campagna di assedio ad Asgard da parte dei Vendicatori Oscuri del Goblin mostrerà al mondo intero cosa Osborn sia capace di fare, e Stark e gli altri supereroi vengono riabilitati.

La rivelazione

Ancora una volta, però, le azioni degli Illuminati si fanno sentire. Il criminale Parker Robbins, noto come Hood, riesce a intrufolarsi ad Attilan e a rubare la Gemma della Realtà che un tempo custodiva Freccia Nera. Intenzionato a conquistare tutte le pietre, Robbins assedia il Baxter Building dei Fantastici 4 e recupera anche la Gemma del Potere. Venuto a conoscenza di ciò che sta accadendo e del rischio di riunire le gemme, Stark riunisce nuovamente gli Illuminati, convocando Medusa al posto del marito Freccia Nera ormai lontano dal Sistema Solare, i quali decidono di andare ad Attilan per indagare su ciò che ha fatto Hood. Sul posto, però, vengono scoperti dalla nuova formazione degli Avengers, che li smascherano davanti al mondo intero: gli Illuminati sono stati scoperti, e gli eroi non possono fare a meno di essere infastiditi dal fatto che alcuni di coloro che ritenevano amici hanno invece operato in segreto per condizionare le sorti di tutti gli abitanti della Terra.

I dissapori devono però essere messi in secondo piano di fronte alla minaccia di Hood, e così gli Illuminati, insieme a Xavier che nel frattempo ha riottenuto i suoi poteri, e i Vendicatori uniscono le forze per proteggere le gemme rimaste. Dopo lunghe battaglie in tutto il mondo, Stark riesce a strappare dalle mani di Robbins tutte le Gemme dell’Infinito, utilizzandole per farlo scomparire davanti agli occhi di tutti e ponendo fine alla minaccia. Il Vendicatore di metallo ne approfitta però per una nuova iniziativa segreta. Ciò che è accaduto non può passare inosservato, e così Stark decide di convocare nuovamente gli Illuminati per una riunione d’emergenza, insieme a Steve Rogers. La nuova formazione del gruppo verrà quindi tenuta nuovamente segreta al resto del mondo, e a ogni membro viene ancora una volta affidata una Gemma dell’Infinito a testa.

Dopo la morte di Xavier e la guerra tra Avengers e X-Men, le gemme devono nuovamente essere scomodate. Black Panther assiste infatti all’Incursione, lo scontro di due realtà parallele che presto potrebbe coinvolgere anche la Terra su cui si trovano, e questo richiede un nuovo incontro degli Illuminati. Il gruppo prova quindi a utilizzare il Guanto dell’Infinito, ora nelle mani di Steve Rogers, per fermare l’Incursione in corso: l’evento viene scongiurato, ma Captain America distrugge inavvertitamente le gemme dell’Infinito, rendendole inutilizzabili. Gli Illuminati arrivano allora alla conclusione che l’unico modo per fermare le Incursioni è distruggere le Terre di altri universi, cosa che ovviamente non può trovare i favori di Rogers. Il supersoldato viene allora allontanato dagli Illuminati, che provvedono a cancellare la sua memoria, in modo da poter continuare in segreto i loro piani.

I rapporti tra i membri, sempre alle prese con le Incursioni, avranno però un tracollo molto presto. Il Wakanda, nonostante il volere contrario del re T’Challa, invase e decimò la popolazione di Atlantide, il cui sovrano Namor, posseduto dalla Fenice nella guerra tra X-Men e Avengers, aveva scatenato uno tsunami devastante sulla nazione africana. Namor trova un’occasione di vendetta quando Thanos torna sulla Terra per recuperare le Gemme dell’Infinito, dicendo al folle titano che le pietre si trovano in Wakanda. Gli Illuminati, alle prese anche con la minaccia interdimensionale dei Costruttori che stava procedendo al collasso del Multiverso, uniscono le loro forze a quelle dei Vendicatori e riescono a fermare Thanos, anche grazie al provvidenziale intervento del figlio inumano Thane, ma le incursioni delle altre Terre continuano senza sosta.

Incursione finale

Gli Illuminati, dopo aver visitato anche realtà alternative, si ritrovano a dover distruggere altre Terre per evitare la distruzione della propria, cosa che non trova il favore di tutti i membri. Namor ad esempio, che ordirà anche un piano per fermare il gruppo, ma agli Illuminati si è recentemente unito anche Bruce Banner che intende cercare una soluzione per fermare le Incursioni. Il gruppo prova ad esempio a creare una nuova Terra con un Cubo Cosmico, tenta di sfruttare i poteri di Franklin Richards, si rivolge ai Celestiali e Galactus per un aiuto, ma tutto questo non porta a nulla.

Quando dopo molte battaglie e tentativi falliti gli Illuminati si rendono conto dell’inevitabile fine del multiverso, con l’aiuto di Valeria Richards, figlia di Reed, viene costruita una scialuppa di salvataggio, un mezzo che avrebbe permesso ad alcuni eletti di sopravvivere all’imminente distruzione delle realtà.

Lo scontro definitivo avverrà poco tempo dopo, e la scialuppa avrà successo. Gli unici Illuminati a sopravvivere saranno Reed Richards e T’Challa, che si risveglieranno tempo dopo nel pianeta Battleworld costruito con i resti di vari universi da Victor Von Doom, che in questa nuova realtà è l’imperatore e dio supremo. Non ci addentreremo negli eventi successivi, raccontati nell’enorme crossover di Jonathan Hickman Secret Wars, uno dei più importanti eventi dell’universo fumettistico Marvel degli ultimi anni. Se siete incuriositi, vi consigliamo di recuperare il volume comprensivo dell’intera saga che trovate qui sotto.

Secret wars
  • Hickman, Jonathan (Author)



Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento